2 uomini accusati di aggressione a un agente di polizia del Campidoglio degli Stati Uniti, morto in seguito a una rivolta del 6 gennaio

Visualizzazioni: 15
0 0
Tempo per leggere:3 Minuto, 27 Secondo

Funzionari statunitensi hanno arrestato e accusato due uomini di aver aggredito l’agente di polizia del Campidoglio degli Stati Uniti Brian Sicknick con spray per orsi durante la rivolta del 6 gennaio, ma non sanno ancora se abbia causato la morte dell’agente.

George Tanios, 39 anni, di Morgantown, W.Va., e Julian Khater, 32 anni, Pa., Sono stati arrestati domenica. Dovevano comparire in tribunale federale lunedì. L’idea che Sicknick sia morto dopo essere stato spruzzato da una sostanza chimica irritante è emersa nelle ultime settimane come una nuova teoria nel caso.

Gli arresti sono i procuratori federali più vicini a cui sono venuti per identificare e accusare chiunque fosse associato alle morti avvenute durante e dopo la rivolta.

Cinque persone sono morte, inclusa una donna che è stata uccisa da un agente di polizia all’interno del Campidoglio. Ma molti rivoltosi stanno affrontando le accuse di ferimento di agenti di polizia, che sono stati attaccati con mazze, spruzzati con sostanze irritanti, pugni e calci e speronati con cancelli di metallo destinati a tenere gli insurrezionalisti dal Campidoglio.

Gli investigatori inizialmente credevano che Sicknick fosse stato colpito alla testa con un estintore, sulla base delle dichiarazioni raccolte all’inizio delle indagini, secondo due persone che hanno familiarità con il caso.

Ma poiché hanno raccolto più prove, la teoria del caso si è evoluta e gli investigatori ora ritengono che Sicknick possa aver ingerito una sostanza chimica – forse spray per orsi – che potrebbe aver contribuito alla sua morte, hanno detto i funzionari.

Sospetti in custodia

Khater è l’uomo in un video ottenuto dall’FBI che lo mostrava spruzzare Sicknick e altri con spray per orsi, secondo i documenti del tribunale.

Sicknick è crollato ed è morto un giorno dopo la rivolta del 6 gennaio. La causa finale della morte non è stata stabilita, ma gli investigatori dicono che una teoria è che sia stato spruzzato con una sostanza chimica irritante. (Polizia del Campidoglio degli Stati Uniti tramite The Associated Press)

“Dammi quell’orso (imprecazione)”, ha detto Khater a Tanios nel video, secondo i documenti del tribunale. Sicknick e altri agenti erano di guardia vicino ai portabici in metallo, hanno detto i giornali.

Khater poi dice, “mi hanno appena (imprecato) spruzzato”, come ha visto tenere in mano una lattina bianca con un tappo nero che i pubblici ministeri hanno detto “sembra essere una bomboletta di spray chimico”.

Dopo aver spruzzato gli agenti, “si ritirano immediatamente dalla fila, portano le mani al viso e si precipitano a trovare l’acqua per lavarsi gli occhi”, secondo i documenti del tribunale.

I due sospetti erano in stato di fermo ei nomi dei loro avvocati non sono stati immediatamente chiari.

Sicknick è morto dopo aver difeso il Campidoglio dalla folla che ha preso d’assalto l’edificio mentre il Congresso votava per certificare la vittoria elettorale di Joe Biden su Donald Trump. È successo dopo che Trump ha esortato i sostenitori del National Mall a “combattere come un inferno” per ribaltare la sua sconfitta.

Causa di morte finale non ancora determinata

Le circostanze che circondano la morte di Sicknick rimangono poco chiare e una causa finale della morte non è stata determinata.

La polizia del Campidoglio ha detto che è morto dopo essere stato ferito “mentre era fisicamente coinvolto con i manifestanti” e il capo dell’agenzia ha detto che i funzionari lo considerano una morte in servizio.

Sicknick in seguito è crollato ed è morto in un ospedale il 7 gennaio. Il Dipartimento di Giustizia ha aperto un’indagine federale per omicidio sulla sua morte, ma i pubblici ministeri stanno ancora valutando quali altre accuse specifiche potrebbero essere presentate nel caso, e le autorità hanno detto che l’indagine sta continuando.

Il rapporto del medico legale sulla morte di Sicknick è incompleto. La polizia del Campidoglio afferma di essere in attesa dei risultati della tossicologia.

L’FBI ha già rilasciato circa 250 foto di persone ricercate per aver aggredito agenti delle forze dell’ordine federali durante la rivolta.

Alcuni sono già stati arrestati e il Dipartimento di Giustizia ha detto che circa 300 persone sono state accusate di reati federali legati alla rivolta.

#uomini #accusati #aggressione #agente #polizia #del #Campidoglio #degli #Stati #Uniti #morto #seguito #una #rivolta #del #gennaio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *