Accusato che i ‘co-cospiratori’ di Nygard negano di abilitare il loro ex capo

Visualizzazioni: 39
0 0
Tempo per leggere:8 Minuto, 3 Secondo

Due ex dipendenti di lunga data accusati di essere tra i “co-cospiratori” di Peter Nygard negano le accuse contro di loro.

Angela Dyborn, che è anche la nipote di Nygard, e Tiina Tulikorpi, un alto dirigente con sede a Toronto e amica di famiglia, sono state entrambe citate in azioni legali intentate contro l’ex magnate della moda canadese e sono accusate di averlo abilitato nel suo presunto schema di traffico sessuale .

  • Clic Qui per ascoltare il podcast CBC, Male per progettazione.

“Come può la gente dire questo di me?” Tulikorpi ha chiesto in un’intervista con CBC. “È molto doloroso per le persone dirlo.”

“È spaventoso e ridicolo”, ha detto Dyborn.

I nomi di entrambe le donne, identificate come “co-cospiratrici” nelle cause legali, sono contenuti anche in una citazione del gran giurì, emessa a New York nell’agosto 2020, che ordina alla società di consegnare le email da un piccolo elenco di ex dirigenti .

Le loro interviste fanno parte di un’indagine su Nygard da parte del podcast CBC, Male per progettazione, che lancia il suo ottavo e ultimo episodio martedì.

Angela Dyborn, a sinistra, è descritta in una causa legale come un ‘ingranaggio chiave [Nygard’s] vasta rete di traffico sessuale “mentre era incaricata di gestire la sua casa a Los Angeles. (Peter Nygard / YouTube)

Nygard è detenuto in Manitoba per un mandato di estradizione, e deve affrontare molteplici accuse negli Stati Uniti per traffico sessuale e racket. Più di 100 donne si sono presentate agli avvocati facendo causa a Nygard, accusando l’ex magnate canadese della moda di stupro e violenza sessuale.

Nygard nega le accuse, dicendo che le donne mentono e fanno parte di una vasta cospirazione criminale per distruggere la sua reputazione.

Tratta “facilitata e abilitata” di un minore

Dyborn è descritto in una causa legale come un “ingranaggio chiave [Nygard’s] vasta rete di traffico sessuale “mentre era incaricata di gestire la sua casa a Los Angeles.

Secondo la causa civile, presentata in California nel novembre 2020, Dyborn ha attirato personalmente le vittime per lo stupro di Nygard.

“Per decenni, l’imputata Angela Dyborn ha cospirato con Nygard, suo zio e innumerevoli altri, reclutando consapevolmente e attivamente giovani donne da stuprare come parte della sua travolgente impresa internazionale di traffico sessuale”, dice la causa, che non è stata testato in tribunale.

In un’occasione, dice la causa, Dyborn “ha facilitato e reso possibile” la tratta di una minorenne organizzando il suo viaggio con Nygard, che poi l’ha violentata.

April Telek, a sinistra, e Dyborn, a destra, a un barbecue a Vancouver ovest nel 1991. Telek ha intentato una causa contro Dyborn, una nipote di Nygard, nel novembre 2020. Telek sostiene che Dyborn abbia avuto un ruolo nel suo stupro da parte dell’ex dirigente di moda di il 1993. (Inserito da April Telek)

La causa sostiene anche che Dyborn ha pagato le vittime “zitto” e le ha trasportate per ottenere aborti e cure mediche per malattie sessualmente trasmissibili.

“Naturalmente lo nego”, ha detto Dyborn. “Tutto ciò è doloroso e falso … Non sono nemmeno sicuro di quale sia lo scopo. Non è giusto.”

La causa è stata intentata in California per conto dell’attore di Vancouver April Telek. È stata una delle prime donne canadesi a farsi avanti per dire di essere stata violentata da Nygard.

La causa dice che Telek e Dyborn erano amici nel 1993, quando Dyborn l’aiutò a organizzare un viaggio a Winnipeg per un lavoro di modella con suo zio. Telek dice che Dyborn è andata a prenderla all’aeroporto e l’ha portata a incontrare Nygard, dove lei dice che l’ha drogata, tenuta prigioniera e violentata ripetutamente.

‘Ho visto il nastro; non hai combattuto così duramente ‘

“Mi sono sempre sentito così [Dyborn] mi ha incastrato “, ha detto Telek in un’intervista.

“Sarebbe del tutto sbagliato per lei andarsene libera e chiara. Ha bisogno di essere ritenuta responsabile per la sua parte in questo.”

Telek è raffigurata fuori dalla sua casa a North Vancouver il 9 giugno 2020. (Maggie MacPherson / CBC)

La causa dice che Dyborn “ha ammesso” a Telek di aver visto un video dell’aggressione, dicendole: “Ho visto il nastro; non hai combattuto così duramente”.

“Sto per iniziare a piangere”, ha detto Dyborn in risposta. “Ovviamente non è vero. Ovviamente. È spaventoso e ridicolo.”

Dyborn non ha ancora presentato una difesa in quella causa, ma in una precedente dichiarazione giurata, fornita a Il quinto potere nel giugno del 2020, Dyborn ha negato le accuse fatte da Telek, dicendo che era fuori dal paese in quel momento e non avrebbe potuto incontrarla all’aeroporto.

La causa prosegue dicendo che Dyborn, insieme a Tulikorpi, a lungo capo del marketing e delle promozioni di Nygard, ha aiutato il loro ex capo a “nascondere e deviare i beni a beneficio di Nygard e frodare creditori e vittime”.

“Certamente non sto facendo niente del genere”, ha detto Tulikorpi a CBC News.

Il nome di Tulikorpi è apparso ripetutamente nelle indagini della stessa CBC su Nygard.

Quando due informatori di Nygard si sono fatti avanti più di un decennio fa, hanno detto che Tulikorpi li ha spinti a non parlare con la CBC.

Più recentemente, un ex videografo di Nygard ha detto che Tulikorpi “ha insegnato” una giovane donna a fare una dichiarazione videoregistrata nel 2012 che sembrava essere “contro la sua volontà”. Ha detto che alla donna è stato chiesto di dire che Nygard “non era altro che un gentiluomo”.

Tulikorpi ha ammesso di essere presente, ma ha negato di aver allenato la donna.

‘Abbiamo perso tutti il ​​nostro lavoro’

Nel 2019, il figlio di Nygard, Kai Bickle, ha detto di aver visto suo padre toccare in modo inappropriato una bambina di otto anni a una cena. Nygard nega l’incidente, e ha detto attraverso un rappresentante, “non è mai successo” e che gli altri ospiti alla festa lo confermano.

Bickle ha detto di aver contattato immediatamente Tulikorpi per riferire ciò che ha visto. Ma ha detto che non è successo niente dopo.

Tulikorpi ha riconosciuto che Bickle l’ha contattata, ma ha detto che la sua descrizione dell’incidente in quel momento era vaga.

“Ora questa storia si è trasformata in qualcosa di molto diverso dalla sua telefonata con me”, ha detto in una dichiarazione successiva alla CBC.

Tiina Tulikorpi, a sinistra, è stata descritta come una “cospiratrice” di Nygard nelle cause legali. (Peter Nygard / YouTube)

“Quando Kai mi ha chiamato, io ero a Toronto e lui a Los Angeles. Ho detto a Kai che se era preoccupato per quello che aveva visto alla cena, alla quale lui era presente e io no, allora aveva bisogno di parlare con [the girl’s] subito la madre, che era presente. Ho anche esortato Kai a confrontarsi con suo padre e lui ha detto che l’avrebbe fatto “.

Tulikorpi ha detto di aver sollevato la questione anche con Nygard, ma non ha detto se è successo qualcosa dopo.

Tulikorpi ha detto che ha “difficoltà a vedere” che le accuse contro il suo ex capo potrebbero essere vere.

“È molto difficile per me. E perché sto lottando e perché parlo in questo modo è perché abbiamo oltre 1.600 persone che hanno perso il lavoro. Abbiamo perso tutti il ​​nostro lavoro”.

Nella dichiarazione successiva, ha aggiunto: “Sono devastata dalle accuse contro il mio ex datore di lavoro … Ascoltare le storie orribili di tutte quelle donne mi ha scosso nel profondo. Ogni fibra del mio essere va a loro”.

Dyborn ha detto che le accuse contro di lei e suo zio continuano a influenzare la sua vita

“Chiaramente sta causando molto stress e impatto sulla mia vita. Chiaramente è doloroso e ha causato molti disagi ed è un anno di grandi perdite. Immagino che ci siano alcune gravi accuse, ancora una volta è doloroso”.

Dyborn e Tulikorpi fanno parte di una manciata di ex dipendenti che sono stati pubblicamente accusati di aver aiutato il loro ex capo.

L’ex dirigente della società Nygard Greg Fenske, di sinistra, ha ammesso in tribunale di aver distrutto più di 1.000 e-mail e documenti. (Twitter di Peter Nygard)

“Disponibilità a infrangere le regole.”

Greg Fenske, direttore senior delle società di Nygard, ha ammesso in tribunale di aver distrutto più di 1.000 e-mail e documenti dopo un mandato di comparizione da parte delle autorità statunitensi che ordinava alla società di fornire informazioni interne.

Negando la libertà su cauzione di Nygard al Manitoba Court of Queen’s Bench il 5 febbraio, il giudice ha citato l ‘”ovvio controllo” di Nygard su Fenske e la sua “volontà di infrangere le regole”.

In una causa intentata nel 2020, la modella di Instagram Suelyn Medeiros è descritta come la “migliore fidanzata” di Nygard in base alla sua volontà e capacità di attirare le donne affinché Nygard violentasse.

Quella causa non è stata esaminata in tribunale e Medeiros nega le accuse.

Mentre le affermazioni fatte in tutte le cause non sono state ancora ascoltate in tribunale, gli avvocati statunitensi che le hanno presentate ritengono che ci siano molti altri ex dipendenti che hanno consentito a Nygard nel suo presunto piano di traffico sessuale.

Nygard e Suelyn Medeiros al Virgin Unites Midnight Magic Gala nel 2007. La foto appare in una causa civile depositata a New York il 12 novembre 2020. (Corte distrettuale meridionale di New York)

“Oserei dire che nel corso degli anni c’erano centinaia di persone che erano ‘dipendenti’ delle società di Nygard che conoscevano i partecipanti a questa impresa”, ha detto Greg Gutzler, uno degli avvocati che ha citato in giudizio Nygard in una causa collettiva su a nome di decine di donne che accusano Nygard di stupro e violenza sessuale.

“Erano i dirigenti più alti fino a persone normali nel reparto contabilità.”

#Accusato #che #cocospiratori #Nygard #negano #abilitare #loro #capo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *