Bryce Kanbara afferma che i collaboratori condividono il merito del premio d’arte del Governatore Generale

Visualizzazioni: 14
0 0
Tempo per leggere:3 Minuto, 48 Secondo

Bryce Kanbara dice che non può prendersi il merito esclusivo di aver vinto un Governor General’s Award in Visual and Media Arts.

L’artista e curatore Hamilton afferma di condividere l’onore con tutti i collaboratori che hanno influenzato il suo ampio corpus di lavori.

Il Canada Council for the Arts ha nominato martedì gli otto artisti che riceveranno ciascuno un premio di $ 25.000 in riconoscimento della loro eccellenza creativa.

Nella citazione per l’Outstanding Contribution Award, il nominatore Shelley Niro ha elogiato Kanbara per aver usato i suoi talenti visivi per “rendere la città un luogo culturalmente eccitante, invitante e vibrante in cui vivere” dal 1970.

Ma Kanbara, il cui lavoro spazia dalla pittura, alla scultura e all’incisione, dice che trae dalla comunità tanto ispirazione quanto restituisce attraverso progetti di arte pubblica.

Il curatore / presidente del comitato artistico del Japanese Canadian Cultural Centre afferma che la sua pratica è modellata dalle connessioni che ha coltivato con varie comunità e creativi nel corso degli anni.

E anche se potrebbe essere lui a ricevere un medaglione, il 73enne dice che l’acclamazione dei premi è tanto sua quanto sua.

Il coinvolgimento della comunità

“Nel fare quello che faccio, incontro così tanti artisti che ammiro così tanto … La maggior parte di loro ha difficoltà a perseverare”, ha detto Kanbara in un’intervista telefonica prima dell’annuncio di martedì.

“In molti modi, mi sento privilegiato di essere stato in grado di fare quello che faccio per dare loro una mano”.

L’inclinazione di Kanbara per la collaborazione risale al 1970, quando era uno dei membri fondatori di Hamilton Artists, Inc., che si ritiene sia uno dei primi centri gestiti da artisti del Canada.

Ha ricoperto incarichi di curatore presso il Burlington Art Centre, l’Art Gallery of Hamilton, la Glenhyrst Art Gallery di Brant e il Japanese Canadian Cultural Centre di Toronto.

Ha ricoperto ruoli di leadership in numerose organizzazioni culturali, tra cui la National Association of Japanese Canadians, l’Ontario Arts Council e l’Hamilton Center for Civic Inclusion.

Arte accessibile

Kanbara è da tempo impegnata a rendere l’arte più accessibile, spesso attraverso installazioni pubbliche. Ad esempio, la sua mostra ricorrente “The Shadow Project” commemora i bombardamenti atomici del 1945 contro le città giapponesi di Hiroshima e Nagasaki, invitando i partecipanti a tracciare i contorni di gesso l’uno dell’altro sul terreno.

Nel 2003 è diventato curatore e proprietario della You Me Gallery di Hamilton in James Street North. Durante la pandemia COVID-19, Kanbara ha costruito un muro al centro della galleria in modo che l’arte fosse più facile da vedere attraverso la finestra.

Mentre la sua eredità giapponese-canadese ha sempre avuto un ruolo importante nel suo lavoro, Kanbara è stato recentemente coinvolto in una serie di progetti fotografici con le comunità musulmane, indù e indigene nel tentativo di colmare le divisioni culturali.

“Sono progetti che nascono, dal mio punto di vista, dalla necessità di creare questo tipo di connessioni e migliorare le comunicazioni e le interazioni con le persone”, ha detto Kanbara.

“Ho sempre pensato che anche con la mia arte personale … la comunità dia a ciò che faccio una struttura in cui posso sentirmi a mio agio lavorando”.

L’architetto di Hamilton Bill Curran ha elencato alcuni dei contributi della comunità di Kanbara dicendo: “Bryce ha guidato la rivitalizzazione di James St. North con la creazione di Hamilton’s Art District, e ha creato il famoso Friday Art Crawls”.

I vincitori includono artisti di Yellowknife e Saskatchewan

Kanbara ha detto che intende destinare parte del suo premio in denaro per mantenere una proprietà in cui suo padre viveva in un villaggio giapponese, che mette a disposizione di altri artisti e giapponesi-canadesi.

Tra i premi del Governatore Generale di quest’anno per le arti visive e dei media c’è anche il vincitore del Saidye Bronfman Award Lou Lynn, un artista di Winlaw, BC, specializzato in sculture in vetro e metallo.

I vincitori del premio Artist Achievement Award sono:

  • Germaine Arnaktauyok, artista inuk di Yellowknife.
  • Lori Blondeau, un’artista Cree / Saulteaux / Metis del Saskatchewan.
  • Dempsey Bob, un intagliatore di Terrace, BC che attinge dallo stile tradizionale dell’arte scultorea di Tahltan-Tlingit.
  • Bonnie Devine, un’artista di installazioni di Toronto, il cui lavoro è influenzato dalle tradizioni Anishinaabe.
  • Cheryl L’Hirondelle, un’artista interdisciplinare di ascendenza “Cree / Halfbreed e tedesca / polacca”, secondo la sua biografia.
  • L’artista multimediale di Montreal Luc Courchesne.

In una dichiarazione, Simon Brault, direttore e CEO del Canada Council for the Arts, ha affermato che i vincitori di quest’anno includono un numero record di artisti delle Prime Nazioni, Inuit e Metis.

#Bryce #Kanbara #afferma #che #collaboratori #condividono #merito #del #premio #darte #del #Governatore #Generale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *