Bujold, compagni di squadra in isolamento dopo l’interruzione del campo di boxe a causa del caso COVID-19

Visualizzazioni: 12
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 29 Secondo

L’undici volte campione nazionale di boxe Mandy Bujold è in isolamento a Kitchener, Ontario, dopo che il ritiro della squadra canadese a Montreal è stato interrotto a causa di un caso COVID-19 positivo.

In un post sul suo sito web, Bujold ha detto che era in isolamento nella casa vuota di un amico a Kitchener, dopo essere tornata a casa in macchina mercoledì da Montreal.

“Non è divertente ma immagino che faccia parte del processo”, ha detto Bujold nel post. “E ‘un peccato che il campo sia finito presto. Non siamo riusciti a fare i test match e le cose che siamo andati a fare.

“Ma … in realtà è una lezione piuttosto importante per noi. Ora ci rendiamo conto di quanto sia difficile gestire un gruppo di quelle dimensioni e cosa fa ogni persona individualmente, mentre sei in quell’ambiente. È una lezione che è meglio per dobbiamo imparare subito prima di avvicinarci troppo alle qualificazioni “.

GUARDA | La lotta di Mandy Bujold per qualcosa di più delle medaglie:

Dopo un risultato deludente a Rio, il pugile canadese Mandy Bujold ha fatto un passo indietro rispetto alle competizioni per creare una famiglia. Ora ha un nuovo fuoco pronto per conquistare il mondo a Tokyo. 3:42

Diciannove atleti erano in campo a Montreal, lavorando in piccoli gruppi. L’identità del pugile risultato positivo non è stata rivelata.

La 33enne Bujold ha detto di essere in stretto contatto con l’atleta lunedì. Da allora è risultata negativa, ma sta seguendo i protocolli di quarantena.

Boxing Canada ha dichiarato in un comunicato di essere stato informato di un potenziale caso di COVID-19 all’interno del suo campo di addestramento lunedì.

“C’è un’indagine in corso e Boxing Canada ha immediatamente intrapreso le azioni necessarie per proteggere tutti, compresa l’interruzione di tutte le attività, l’isolamento preventivo e ulteriori test”, ha detto l’organizzazione.

“La salute collettiva, il benessere e la sicurezza di tutti i nostri membri rimane la nostra massima priorità e sono in atto misure per mitigare i rischi associati a COVID-19”.

Ultima battuta d’arresto nel tentativo di qualificarsi per le Olimpiadi

Bujold ha detto che il test positivo “sarebbe potuto accadere a chiunque di noi”. La parte peggiore, ha aggiunto, è stata non poter vedere suo marito Reid o la figlia Kate Olympia.

È l’ultima battuta d’arresto per Bujold e i suoi compagni di squadra canadesi, che devono ancora conquistare posti alle Olimpiadi di Tokyo. Le qualificazioni continentali, demolite lo scorso anno a causa della pandemia globale, sono state finalmente riprogrammate al 10-16 maggio in Argentina. Ma essere costretti a isolarsi rende difficile l’allenamento.

Bujold, due volte campionessa dei Giochi Panamericani, spera di essere la prima donna a boxare per il Canada alle Olimpiadi consecutive.

Una malattia ha fatto deragliare i sogni di Bujold ai Giochi di Rio 2016. Ore prima della sua sconfitta nei quarti di finale contro il cinese Ren Cancan, era in ospedale con una flebo

#Bujold #compagni #squadra #isolamento #dopo #linterruzione #del #campo #boxe #causa #del #caso #COVID19

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *