Cambia il gioco: l’accessibilità è una chiave per ottenere ulteriori progressi nello sport femminile

Visualizzazioni: 6
0 0
Tempo per leggere:3 Minuto, 36 Secondo

Charity Williams, medaglia di bronzo olimpica canadese nel rugby, crede che le persone frequenterebbero e guarderebbero molto di più gli sport femminili se le donne fossero commercializzate in un modo che permettesse loro di essere visibili a un pubblico più ampio.

La Williams, che ha partecipato alla tavola rotonda ‘Change the Game: The Future of Women’s Sports’ ospitata mercoledì da Andi Petrillo di CBC Sports, ha riconosciuto che sono stati compiuti progressi nella commercializzazione del prodotto femminile, ma vuole vedere più fatti per spingerlo a nuove altezze.

Essendo a Victoria, BC, con la squadra di rugby canadese, ha detto che le persone non erano molto consapevoli di chi fossero e che giocavano per il Canada a livello olimpico, usandolo come esempio del lavoro che si poteva fare in merito alla visibilità .

“A volte mi sembra che, per qualche motivo, la gente non pensi che possiamo ottenere così tanta attenzione o portare entrate o altro. Ma non è così”, ha detto Williams. “È solo che le persone non lo sanno. Penso che se le persone sapessero nel mio caso, nel rugby, che eravamo lì [in Victoria, B.C.], le persone guardavano e si presentavano ai giochi.

“Penso che si tratti di accessibilità. Se lo sai, allora vuoi vedere. Ma se non lo sai, allora siamo solo una squadra universitaria a quel punto.”

Williams è stata raggiunta nel panel dalla giocatrice di hockey Laura Stacey, dalla giocatrice di baseball Claire Eccles, dalla co-fondatrice di The Gist Jacie deHoop e dalla CEO di Curling Canada Katherine Henderson.

Impatto dei social media

Attraverso varie piattaforme popolari, tra cui The Gist, Eccles ritiene che i social media rappresentino un’opzione praticabile per amplificare la visibilità degli sport femminili.

“Penso che i social media siano stati una cosa enorme. Anche con l’intera NCAA [inequality] questione, Sedona Prince dall’Oregon – la sua presenza sui social media ha davvero aiutato i numeri del torneo di basket femminile “, ha detto Eccles.

“Penso che dare alle donne quella piattaforma e farle essere più viste e viste, e The Gist, ad esempio, avere quel tipo di piattaforme che trasmettono più di ciò che sta accadendo negli sport femminili aiuta tutti a vedere di più di ciò che sta accadendo.

Una parte della crescita richiesta per qualsiasi prodotto è l’accessibilità a potenziali fan in altri paesi. Quando si valuta la crescita di altri campionati popolari, deHoop afferma che la trasmissione su scala più ampia è un elemento cruciale per migliorare le dimensioni del pubblico.

“Abbiamo scoperto che avendo un pubblico sia americano che canadese – solo il fatto che il nostro pubblico canadese non può guardare la NWSL o la WNBA molto prontamente, semplicemente non c’è una base di fan”, ha detto deHoop.

“È davvero difficile generare un reale interesse per quegli sport e quegli atleti … lo penso [accessibility is] un passo enorme ed è molto importante crescere [women’s sports]. “

“Le persone vogliono guardare gli sport femminili”

Un altro ostacolo è il modo in cui lo sport femminile viene gestito dal punto di vista del tempo nella programmazione televisiva, ha spiegato Stacey.

“Un evento femminile non verrà guardato se è nel bel mezzo di un mercoledì in cui tutti lavorano”, ha detto Stacey. “Penso che sia stato molto ovvio negli ultimi tempi che le persone vogliono investire, le persone vogliono guardare gli sport femminili.

“Penso che per noi giocatori di hockey femminile, lo vediamo ad ogni singola Olimpiade. La finale femminile, anche le partite durante i turni preliminari alle Olimpiadi – tutti stanno guardando. I numeri sono enormi. Nei tre anni in mezzo, nessuno esiste più . “

Agli occhi di Henderson, il panorama dei media non poteva che beneficiare di una maggiore integrazione con lo sport femminile.

“Rendi le donne una parte così integrante del tuo sport: hai molte più cose di cui parlare, hai atleti molto più interessanti da vedere, più eventi che ti fanno guadagnare più soldi”, ha detto Henderson.

“E hai solo più persone interessate a quello che hai da dire. E le nostre donne sono così brave che gli uomini sono ugualmente interessati a come lo fanno, come lo sono con gli atleti maschili”.



#Cambia #gioco #laccessibilità #una #chiave #ottenere #ulteriori #progressi #nello #sport #femminile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *