Canadiens GM dice che il motivo preoccupante in rete ha portato al licenziamento dell’allenatore dei portieri

Visualizzazioni: 32
0 0
Tempo per leggere:4 Minuto, 15 Secondo

Il direttore generale di Montreal, Marc Bergevin, ha detto che doveva essere “sicuro al 100%” di essere pronto a prendere la decisione di licenziare l’allenatore dei portieri di lunga data Stephane Waite.

Si scopre che il punto raggiunto durante il secondo periodo della vittoria per 3-1 dei Canadiens sulla visita di Ottawa giovedì sera.

I Canadiens hanno annunciato poco dopo la partita che Waite, che era stato con il club dal 2013 e ha aiutato Carey Price a raggiungere lo status di portiere d’élite, sarebbe stato sostituito dallo scout di Montreal e dall’ex portiere della NHL Sean Burke.

Bergevin, che ha detto che la mossa è stata fatta mentre la partita era in corso, ha detto che la decisione di licenziare Waite è stata il risultato di uno schema di anni nel gioco dei suoi portieri che ha trovato preoccupante.

“Non c’è stato un incidente che sia accaduto”, ha detto Bergevin mercoledì in una videoconferenza. “Ci ho pensato bene e il 98% non è abbastanza per me. Dovevo essere sicuro al 100% che fosse la decisione giusta per me e ieri sono arrivato a quella decisione”.

Il brusco licenziamento di Waite è stato un altro esempio di quanto velocemente Bergevin sia pronto a fare una mossa in una stagione NHL abbreviata con poco margine di errore.

Waite è stato licenziato una settimana dopo che Bergevin ha sostituito l’allenatore Claude Julien con Dominique Ducharme a seguito di una serie di risultati deludenti. L’ultima goccia è stata un paio di perdite stradali per i senatori all’ultimo posto.

Dopo un inizio di stagione impressionante che ha visto i Canadien guidare brevemente la classifica della North Division, Montreal ha ottenuto solo tre vittorie nelle ultime 11 partite per scivolare al quarto posto.

‘Il mio istinto mi ha detto che era necessario un cambiamento’

Parte del problema è stato il gioco di Price, che ha registrato un record di 6-4-3 pedonale con una media di .296 goal contro la media e una brutta percentuale di salvataggio di .893 finora in questa stagione.

“Ho visto alti e bassi. Voi ragazzi lo avete visto”, ha detto Bergevin. “Ancora una volta, tutti lo attraversano, ma è stata una sensazione viscerale che ho avuto ea volte devi fidarti del tuo istinto. Il mio istinto mi diceva che era necessario un cambiamento.”

Bergevin ha detto che Price non è stato consultato sulla modifica. Mercoledì il portiere ha detto di aver trovato la mossa “sorprendente”.

“Sono grato per il tempo che ho trascorso con Steph”, ha detto Price. “È stato un allenatore dei portieri laborioso e impegnato, e apprezzo molto tutto il duro lavoro che ha fatto con noi.

“In questo momento è una svolta rapida. Non abbiamo molto tempo per soffermarci sulle cose, quindi si tratta di riorganizzarsi, portare a termine il lavoro e iniziare a legare rapidamente”.

Carey Price, visto qui il 20 gennaio, è solo un record di 6-4-3 con un .296 GAA e una percentuale di salvataggio di .893 con i Montreal Canadiens in questa stagione. (Rich Lam / Getty Images)

Price ha aggiunto che si aspetta di iniziare a conoscere Burke rapidamente, nonostante Burke debba finire un periodo di quarantena di 14 giorni a causa dei protocolli COVID-19 prima di unirsi al team. Bergevin ha detto che Burke lavorerà con i portieri di Montreal tramite videoconferenza mentre è in quarantena.

La decisione di martedì pone fine a una relazione ampiamente produttiva tra Price e Waite che ha raggiunto il suo apice nel 2014-15, quando Price ha registrato un record di 44-16-6 con nove chiusure, un GAA di 1,96 e una percentuale di risparmio di 933. Si è ripulito ai premi NHL 2015, vincendo l’Hart Trophy come MVP della lega e il Vezina Trophy come miglior portiere tra gli altri riconoscimenti.

Anche se Price ha avuto delle ottime piste da allora, il suo gioco è stato instabile nelle ultime stagioni. Ha anche lottato durante la stagione 2019-20 prima di tornare al massimo della forma quando il campionato è ripreso dopo una pausa di mesi a causa di COVID-19.

Bergevin ha detto di non aver notato alcun problema con la chimica tra Price e Waite.

“Non c’erano litigi o discussioni, niente di tutto questo”, ha detto. “Penso che avessero un buon rapporto. Prendo decisioni per l’organizzazione, per la squadra, per i giocatori. Questo è il mio lavoro. E mi assumo la responsabilità di fare quel cambiamento”.

Nonostante le difficoltà di Price, il backup Jake Allen ha trovato il successo iniziale nella sua prima stagione con Montreal con un record di 4-2-2, 2,12 GAA e .929 percentuale di salvataggi.

Alla domanda sul perché Allen abbia giocato bene e Price male sotto lo stesso allenatore dei portieri in questa stagione, Bergevin ha rifiutato di entrare nei dettagli.

“Torno a un modello che ho visto accadere negli ultimi anni, quindi ho sentito che era necessario per me apportare quel cambiamento”, ha detto.

I Canadiens tornano in campo giovedì con la prima delle due gare casalinghe contro i Winnipeg Jets.

#Canadiens #dice #che #motivo #preoccupante #rete #portato #licenziamento #dellallenatore #dei #portieri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *