Come questa attività sta aiutando i canadesi a curare la loro rabbia COVID, un’oscillazione alla volta

Visualizzazioni: 18
0 0
Tempo per leggere:5 Minuto, 7 Secondo

In una tranquilla mezzaluna nella periferia di Ottawa, Grace Roswell vede il rosso.

Piede di porco in mano, Grace festeggia il suo dodicesimo compleanno all’interno del Vengeance Van rivestito di cremisi, una stanza della rabbia su ruote che infrange la calma del quartiere con esplosioni di vetro e bassi rimbombanti.

“Non vuole rompersi,” dice Grace, fissando un angelo di porcellana che si rifiuta ostinatamente di morire.

“Potresti aver bisogno di una mazza”, dice Bren Walker, il proprietario di Vengeance Van.

Uno swing trionfante e il serafino alato cade, decapitato. Grace si concede un sorriso imbarazzato, i suoi stress da casa-scuola già svaniscono.

Il “furgone della vendetta”

In un anno di blocchi periodici e frustrazioni represse, il Vengeance Van è decollato come un nuovo servizio ricreativo in mezzo alla pandemia COVID-19, offrendo uno sbocco ad alta energia per sfogare un po ‘di vapore distruttivo.

Walker, 33 anni, ha fondato la “gabbia della rabbia” mobile dopo che la sua attività di sette anni che ospitava battaglie Nerf a luci nere per bambini e team aziendali è stata chiusa tra restrizioni di blocco e requisiti di distanza fisica. È chiuso per il prossimo futuro.

“Stavo per perdere la maglia”, ha detto.

Walker falciava prati e costruiva ponti risparmiando verso un furgone da 24 piedi. Ha trasformato l’interno con pannelli di particelle di legno rosso, armato con “armi” come mazze da golf e tubi di piombo, quindi ha aggiunto altoparlanti e equipaggiamento protettivo.

Lanciato la scorsa estate, il Vengeance Van sembra riempire un vuoto a forma di pandemia nel mercato della rabbia: Walker sta ricevendo da 20 a 30 chiamate a settimana.

“È stato semplicemente implacabile”, ha detto, notando che le prenotazioni sono aumentate dopo la chiusura dell’Ontario a fine novembre.

“Abbiamo iniziato come un esperimento, e si è semplicemente sviluppato e sviluppato … Le persone sono molto arrabbiate, sono frustrate.”

Alcuni vogliono solo un po ‘di divertimento fisico. Altri bramano un rinnovato senso di controllo – persino il dominio – in mezzo alla sensazione di impotenza claustrale imposta dalla pandemia.

“Riceviamo molte richieste di materiale da costruzione.” Il mio ex lavora nell’edilizia … quindi voglio rompere trapani e muri a secco “, ha detto Walker.

La domanda è in forte espansione

La domanda è così alta che sta progettando una nave gemella: un tiro con l’arco mobile e un camion da lancio di asce – “Bow ‘n Throw On the Go”.

Gli smashables, strappati dalle vendite immobiliari o dai fornitori che altrimenti trasporterebbero gli articoli alla discarica, vanno dalla ceramica ai tavoli, ai televisori e allo strano orologio a cucù.

“Mi è piaciuto rompere lo specchio, perché mi è piaciuto come è esploso”, dice Grace.

“La mia preferita era la bottiglia contro il muro”, interviene sua madre, Danielle.

Un videoregistratore e una sedia imbottita dimostrano i nemici più resistenti, con Grace e sua sorella Emma, ​​13 anni, che indietreggiano leggermente mentre il padre, Darren, rotea le gambe dei mobili con un martello.

I testi di Ice Cube emettono dagli altoparlanti: “Puoi farlo, mettici le spalle”.

Per la famiglia Roswell, si trattava tanto del rilascio quanto della novità.

Ottawa mattina5:24Vengeance Van

Ne hai già abbastanza della pandemia? Siamo partiti con la sala smash mobile. 5:24

“È passato un anno ormai e ci sono stati stress extra e cose del genere. Quindi, essere in grado di uscire e ottenere un po ‘di stress e cose devastanti, è stato fantastico”, dice Danielle.

Gli spiriti sembrano alti e le precauzioni di sicurezza proteggono le sorelle mentre lanciano un piatto da pranzo e un piattino da tè contro il muro butterato in stile Frisbee, i loro occhi protetti da un copricapo con visiera.

“Abbiamo avuto piccoli tagli e lividi qua e là, ma nessuno è mai stato mutilato”, dice Walker.

La rastrelliera delle armi – dall’accetta alla mazza da baseball Easton – viene disinfettata dopo ogni sessione. Vengono fornite retine per capelli e guanti usa e getta per coloro che non portano i propri.

The Vengeance Van è nato dopo che il suo creatore di 7 anni, attività che ospita battaglie Nerf a luci nere per bambini e team aziendali, è stato chiuso tra restrizioni di blocco e requisiti di distanza fisica. (Patrick Doyle / Canadian Press)

Le prenotazioni costano $ 100 per 30 minuti e $ 175 per un’ora, con il numero di articoli a disposizione dei clienti che va da 35 a 55. L’assicurazione è la spesa principale, così come il gas; un supplemento per le visite fuori dall’area di Ottawa.

Se la catarsi aiuta con la salute mentale è tutt’altro che certo.

Uno sbocco sano

Patrick Keelan, uno psicologo con sede a Calgary in uno studio privato, dubita che la violenza contro oggetti inanimati fornisca un sano sfogo emotivo.

“La nozione di catarsi con comportamento aggressivo” non è supportata dalla ricerca, ha detto, avvertendo del potenziale di “effetti dannosi”.

Ha detto che gli studi suggeriscono che l’attività aggressiva ne genera di più, instillando abitudini di ostilità piuttosto che rilasciarla come una valvola.

Keelan ha citato il concetto di un “iceberg della rabbia”, in cui l’acrimonia superficiale nasconde cause più profonde che dovrebbero essere affrontate frontalmente, come le frustrazioni al lavoro oa casa. Ha suggerito modi più produttivi per sfogarsi includono attività fisica come arti marziali, calcio e altri sport.

“Se è una cosa una tantum che è molto divertente, non ho problemi”, si è qualificato.

Anche Kevin Bennett, professore di psicologia alla Penn State University e borsista presso il Center for Urban Design and Mental Health di Londra scoraggia l’idea delle stanze della rabbia – fisse o mobili – come prescrizione terapeutica.

“Non conosco nessun consulente che direbbe al loro paziente: ‘Stai provando ansia e frustrazione, voglio che tu esca e rompa bottiglie di vino e tavoli di vetro e ti sentirai meglio a lungo termine”, Bennett ha detto.

“La buona notizia è che, per la maggior parte delle persone, è un modo ragionevole per trascorrere una serata. Probabilmente è divertente”, ha aggiunto.

“Mi piacerebbe provarlo, ad essere onesto.”

A Ottawa, Grace sente che il suo desiderio di compleanno ne è valsa la pena.

“Sono stata meno attiva a causa delle restrizioni COVID”, dice. “Ma questo ha davvero aiutato.”

#questa #attività #sta #aiutando #canadesi #curare #loro #rabbia #COVID #unoscillazione #alla #volta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *