Come questo volontario dell’Isola Occidentale di Montreal sta continuando un’eredità di donazioni

Visualizzazioni: 11
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 38 Secondo

CBC Quebec sta mettendo in evidenza le persone delle comunità nere della provincia che stanno restituendo, ispirando gli altri e aiutando a plasmare il nostro futuro. Questi sono i Black Changemakers.

Una delle prime cose che la madre di Joan Lee le ha mandato dopo essersi trasferita in Canada è stata un set dell’Enciclopedia mondiale del libro.

Lee all’epoca viveva con sua nonna in Giamaica, ed erano le uniche persone nel suo quartiere ad avere copie dell’enciclopedia.

“Era come avere una biblioteca proprio nel tuo soggiorno”, ha detto Lee.

Sua nonna, che chiamava mamma, aveva una politica della porta aperta quando si trattava di libri: tutti i bambini della zona potevano passare e usarli per cercare qualcosa, ai tempi di Google. “

“Era il mio mentore”, ha detto Lee di sua madre.

“Ci ha insegnato … a dare qualcosa alla tua comunità e ad essere una brava persona.”

Quelle lezioni sono rimaste con lei. Lee fa parte del consiglio di amministrazione e fa volontariato come tesoriera e coordinatrice delle borse di studio presso la West Island Black Community Association (WIBCA), dove organizza riunioni del municipio, programmi per anziani e giovani ed eventi di raccolta fondi, tra le altre cose.

È anche mentore con Big Brothers Big Sisters di West Island e ha ricevuto un certificato di apprezzamento a dicembre da West Island Community Shares per il suo lavoro nell’aiutare la comunità durante la pandemia COVID-19.

Lee è arrivata in Canada quando aveva sette anni e vive nell’isola occidentale da 25 anni. Lavora in un’azienda che produce valvole e componenti nucleari e industriali.

È stata coinvolta con Big Brothers Big Sisters dopo che il gruppo ha tenuto una presentazione ai rappresentanti della WIBCA. È rimasta così colpita che si è offerta volontaria come mentore e ha detto che è una delle cose migliori che abbia mai fatto.

Finora, Lee ha fatto da mentore a due bambini e chiede sempre che siano ragazze di colore, perché sente di poter entrare in contatto con loro e dare loro più intuizioni. Fare da mentore in una pandemia è stato un po ‘imbarazzante all’inizio, ma lei e il suo attuale allievo si sono adattati. Fanno attività come giocare a dama e cuocere cupcakes durante la chat video.

L’esperienza è stata fantastica e genitori e figli sono così grati e riconoscenti, ha detto Lee.

“So che molte persone pensano che nell’Isola Occidentale non siano necessari mentori e che tutti stiano bene, ma non è così”.

Lee ha detto che trae ispirazione dalle donne che sono venute prima di lei: sua nonna; Norma Husbands e Margaret Jolly, che hanno fondato WIBCA nel 1982; ed Eileen White, un’altra impegnata collaboratrice comunitaria.

“Queste donne fenomenali, hanno gettato le basi e avviato l’eredità. E spetta a noi, la prossima generazione, continuare quella eredità”.

The Black Changemakers è una serie speciale che riconosce le persone che, indipendentemente dal background o dall’industria, sono spinte a creare un impatto positivo nella loro comunità. Dall’affrontare i problemi al mostrare piccoli gesti di gentilezza su base giornaliera, questi creatori di cambiamenti stanno facendo la differenza e ispirando gli altri. Incontra tutti i cambiavalute qui.

#questo #volontario #dellIsola #Occidentale #Montreal #sta #continuando #uneredità #donazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *