Coronavirus: cosa sta succedendo in Canada e nel mondo martedì

Visualizzazioni: 21
0 0
Tempo per leggere:8 Minuto, 35 Secondo

L’ultimo:

Il miglior medico della Columbia Britannica sta nuovamente invitando le persone a seguire le attuali linee guida e non riunirsi all’interno, indicando la maggiore trasmissibilità della variante B117 e dicendo che è “molto più facile diffonderla con un contatto anche minimo in ambienti interni”.

A partire da lunedì sera, a sito di monitoraggio gestito da funzionari federali ha mostrato 1.240 casi segnalati della variante B117 nel solo BC. In tutto il paese, ci sono stati 5.117 casi segnalati della variante, che è stata segnalata per la prima volta nel Regno Unito

La dottoressa Bonnie Henry ha detto che le riunioni al chiuso di “qualsiasi dimensione” rimangono un rischio e ha esortato le persone a seguire le linee guida di salute pubblica e riunirsi solo in piccoli gruppi di massimo 10 persone all’esterno.

“Le aree in cui sappiamo che si diffonde più rapidamente e più pericolosamente sono le stesse dello scorso anno, ma ora c’è ancora meno margine di errore”, ha detto lunedì Henry fornendo i dati COVID-19 aggiornati per il fine settimana.

“Questo è un momento in cui dobbiamo fare quei piccoli sacrifici – tutti noi – in modo da poter continuare a mantenere aperti quei luoghi di lavoro importanti, possiamo continuare a sostenere i nostri figli per essere a scuola e possiamo continuare a sostenere la nostra vaccinazione programmi in modo che possiamo essere tutti al sicuro molto presto. ”

In base alle attuali restrizioni in vigore in British Columbia, non sono consentite riunioni sociali di qualsiasi dimensione all’interno delle case con “chiunque non sia la tua famiglia o, se vivi da solo, la tua bolla principale”.

Henry ha detto che mentre sempre più persone ricevono i loro colpi ogni giorno, è importante che le persone capiscano che il rischio “per tutti noi rimane alto”.

La dottoressa Theresa Tam, responsabile della sanità pubblica canadese, ha dichiarato lunedì su Twitter che Alberta, Ontario, British Columbia e Quebec stanno segnalando il maggior numero di casi di COVID-19 che coinvolgono varianti più trasmissibili.

Le varianti di preoccupazione si stanno “muovendo rapidamente”, ha detto Henry. “Per contrastare ciò, continuiamo ad essere lenti e costanti ea trovare il nostro equilibrio, il nostro percorso per arrivare a quei giorni più luminosi – che non sono poi così lontani ora”.

A partire da lunedì, i ricoveri COVID-19 nella provincia erano 303, di cui 80 in terapia intensiva, ha detto Henry.

Adrian Dix, il ministro della salute della provincia, ha ribadito la chiamata di Henry e ha detto che le riunioni al chiuso rimangono un “grave problema” in BC

“Se stai pensando di uscire per una festa di compleanno o qualcuno ti invita a una festa di matrimonio da qualche parte, non andare adesso.”

-Da CBC News e The Canadian Press, ultimo aggiornamento alle 7 am ET.


Cosa sta succedendo in tutto il Canada

GUARDA | 3a ondata COVID-19 che colpisce più duramente i giovani canadesi:

Molti dei canadesi più vulnerabili al COVID-19 sono stati vaccinati, ma la maggior parte dei canadesi più giovani rimane non protetta e gli ospedali ne stanno vedendo le conseguenze. 2:05

A partire da martedì mattina presto, il Canada aveva segnalato 938.724 casi di COVID-19, con 35.844 casi considerati attivi. Un conteggio delle morti di CBC News era di 22.716.

In Canada Atlantico, i funzionari sanitari hanno segnalato 12 nuovi casi di COVID-19 lunedì – otto dentro New Brunswick e due in entrambi nuova Scozia e Terranova e Labrador. Non sono stati segnalati nuovi casi Isola del Principe Edoardo.

Nel Quebec, i funzionari sanitari hanno segnalato 712 nuovi casi di COVID-19 e 15 decessi aggiuntivi lunedì. I ricoveri in provincia sono stati 513, con 114 pazienti COVID-19 in terapia intensiva.

Ontario, nel frattempo, lunedì ha riportato 1.699 nuovi casi di COVID-19 e tre decessi aggiuntivi. Secondo i dati diffusi dalla provincia, c’erano 813 persone con COVID-19 in ospedale, di cui 298 in terapia intensiva.

Le persone di età pari o superiore a 75 anni in Ontario hanno iniziato a prenotare i loro appuntamenti per il vaccino attraverso un portale online provinciale e un call center, mentre le farmacie di tre unità di sanità pubblica hanno iniziato a somministrare gli iniezioni di AstraZeneca a persone di età pari o superiore a 60 anni.

Nelle province della prateria, Manitoba ha segnalato 66 nuovi casi e un decesso aggiuntivo lunedì.

GUARDA | I canadesi dovrebbero indossare maschere in stile N95?

Con le varianti COVID-19 più contagiose in aumento, alcuni esperti ritengono che il pubblico in generale in Canada dovrebbe indossare maschere in stile N95, soprattutto ora che i problemi di fornitura sono meno preoccupanti. 6:24

Nel frattempo a Saskatchewan, i funzionari sanitari hanno segnalato 205 nuovi casi di malattia causata dal nuovo coronavirus e nessun decesso aggiuntivo. Preoccupa un numero crescente di persone più contagiose COVID-19 casi nel Regina area hanno spinto alcune divisioni scolastiche a riavviare l’apprendimento online.

Nel Alberta, i funzionari sanitari lunedì hanno segnalato 456 nuovi casi e cinque decessi aggiuntivi. L’aggiornamento è arrivato come annunciato dal ministro della Salute Tyler Shandro alla provincia non passare alla fase successiva della sua riapertura, affermando che ciò avverrà solo quando i ricoveri saranno inferiori a 300 e su una “chiara traiettoria discendente”.

“Oggi, mentre i ricoveri sono effettivamente sotto i 300, sono aumentati negli ultimi giorni”, ha detto lunedì. “Il calo che abbiamo visto a gennaio e all’inizio di febbraio si è fermato. Alberta ora si trova a 280 ricoveri COVID, che è un aumento di 16 da una settimana fa”.

In tutto il Nord, lunedì non sono stati segnalati nuovi casi Nunavut, il Territori del Nordovest o Yukon.

-Da CBC News e The Canadian Press, ultimo aggiornamento alle 7:15 ET


Cosa sta succedendo nel mondo

I lavoratori elettorali israeliani vestiti con indumenti protettivi completi aspettano mentre un paziente COVID-19 vota allo Sheba Medical Center di Ramat Gan vicino a Tel Aviv, martedì durante la quarta elezione nazionale israeliana in due anni. (Yossi Zeliger / AFP / Getty Images)

A partire da martedì mattina presto, più di 123,7 milioni di casi di COVID-19 erano stati segnalati in tutto il mondo, secondo uno strumento di monitoraggio gestito dalla Johns Hopkins University. Il bilancio globale delle vittime è stato di oltre 2,7 milioni.

Nel Europa, un importante funzionario dell’Unione europea si è scagliato contro la società di vaccini AstraZeneca per la sua enorme carenza nella produzione di dosi per il blocco di 27 nazioni e ha minacciato che qualsiasi colpo prodotto da loro nell’UE potrebbe essere costretto a rimanere lì.

Sandra Galina, capo della divisione salute della Commissione europea, ha detto martedì ai legislatori che mentre i produttori di vaccini come Pfizer e Moderna hanno ampiamente rispettato i loro impegni, “il problema è stato AstraZeneca. Quindi è un contratto che abbiamo un problema serio”.

L’Unione Europea è stata criticata in patria e all’estero per la sua lenta diffusione della sua campagna di vaccini ai cittadini, attestandosi a circa un terzo dei colpi dati ai propri cittadini rispetto a nazioni come gli Stati Uniti e il Regno Unito.

Galina ha detto che la responsabilità schiacciante ricade sul vaccino AstraZeneca, che avrebbe dovuto essere il cavallo di battaglia della guida, perché è più economico e facile da trasportare e avrebbe dovuto essere consegnato in enormi quantità nella prima metà dell’anno.

“Non stiamo ricevendo nemmeno un quarto di tali consegne per quanto riguarda questo problema”, ha detto Galina, sottolineando che AstraZeneca potrebbe aspettarsi una risposta dall’UE. “Abbiamo intenzione, ovviamente, di agire perché, sai, questo è il problema che non può essere lasciato incustodito”.

L’UE ha già concluso un accordo di acquisto anticipato con la società anglo-svedese nell’agosto dello scorso anno per un massimo di 400 milioni di dosi.

Nel frattempo, la Germania sta estendendo il suo blocco fino al 18 aprile e chiede ai cittadini di rimanere a casa durante le vacanze di Pasqua per cercare di spezzare una terza ondata della pandemia, ha detto il cancelliere Angela Merkel, mentre il paese si affretta a vaccinare la sua popolazione.

Nel Asia-Pacifico regione, il presidente sudcoreano Moon Jae-in ha ricevuto la sua prima dose del vaccino di AstraZeneca mentre intende partecipare alle riunioni del Gruppo dei Sette di giugno in Gran Bretagna.

Martedì Moon ha ricevuto il suo colpo in un ufficio della sanità pubblica nel centro di Seoul insieme a sua moglie e altri funzionari presidenziali che intendono accompagnarlo durante gli incontri dell’11 e 13 giugno.

L’ufficio di Moon ha detto che si sentiva “a suo agio” dopo aver ricevuto l’iniezione e si è complimentato con le capacità di un’infermiera che, secondo lui, gli ha iniettato senza causare dolore. L’ufficio ha detto che Moon riceverà probabilmente la sua seconda dose intorno a metà maggio.

Il presidente sudcoreano Moon Jae-in riceve una dose del vaccino AstraZeneca COVID-19 presso un centro sanitario a Seoul martedì. (Lee Jin-wook / Yonhap / The Associated Press)

La Corea del Sud ha lanciato il suo programma di immunizzazione di massa a febbraio e prevede di somministrare le prime dosi a 12 milioni di persone durante la prima metà dell’anno, inclusi anziani, operatori sanitari in prima linea e persone in strutture di assistenza a lungo termine.

I funzionari mirano a vaccinare oltre il 70% dei 51 milioni di abitanti del paese entro novembre, cosa che sperano possa rallentare significativamente il virus e ridurre i rischi dell’attività economica e sociale.

Nel Americhe, L’Uruguay ha confermato di aver rilevato la presenza di due varianti di coronavirus che hanno avuto origine nel vicino Brasile mentre la piccola nazione sudamericana affronta un picco di casi e morti.

Nel AfricaLa Nigeria ha sospeso la compagnia aerea Emirates dal volo in entrata o in uscita dal suo territorio la scorsa settimana dopo che il vettore ha imposto requisiti aggiuntivi per i test COVID-19 ai passeggeri del paese, ha detto il ministro dell’aviazione.

-Da Associated Press e Reuters, ultimo aggiornamento alle 7:35 ET



#Coronavirus #cosa #sta #succedendo #Canada #nel #mondo #martedì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *