Coronavirus: cosa sta succedendo lunedì in Canada e nel mondo

Visualizzazioni: 2
0 0
Tempo per leggere:9 Minuto, 8 Secondo

L’ultimo:

Lunedì, i funzionari sanitari del Quebec stanno bloccando altri cinque comuni nel tentativo di rallentare la diffusione del COVID-19.

Il governo provinciale ha detto che il coprifuoco si sposterà dalle 21:30 alle 20:00 ET lunedì sera nei comuni regionali di Beauce-Sartigan, Bellechasse, Les Etchemins, Nouvelle-Beauce e Robert-Cliche.

Le attività non essenziali dovranno chiudere a partire da lunedì sera, così come le sale dei ristoranti. Anche le scuole dovranno chiudere per l’apprendimento di persona. Le misure saranno in vigore almeno fino al 12 aprile, ha detto la provincia.

Il governo del Quebec ha imposto le stesse restrizioni ad altre tre città la scorsa settimana, tra cui Quebec City e Gatineau.

L’annuncio delle ulteriori restrizioni in Quebec è arrivato domenica, poiché la provincia ha segnalato 1.154 nuovi casi di COVID-19 e nove decessi aggiuntivi. I ricoveri erano 502, ha detto la provincia, con 128 pazienti COVID-19 segnalati di essere in unità di terapia intensiva.

Le restrizioni arrivano poiché molte province devono affrontare il crescente numero di casi COVID-19 e l’aumento dei ricoveri, suscitando preoccupazione per la tensione sui sistemi sanitari.

Ontario dovrebbe fornire i numeri COVID-19 per due giorni più tardi lunedì. Sabato, l’ultimo giorno i funzionari sanitari dell’Ontario hanno pubblicato le statistiche COVID-19 aggiornate, la provincia ha segnalato più di 3.000 nuovi casi e 16 decessi aggiuntivi. A partire da sabato, un cruscotto provinciale ha indicato il numero di ricoveri COVID-19 a 796, con 496 in terapia intensiva “a causa di malattie legate al COVID”.

-Da The Canadian Press e CBC News, ultimo aggiornamento alle 7 am ET


Cosa sta succedendo in tutto il Canada

Il Quebec ha segnalato domenica 1.154 nuovi casi di COVID-19 e nove decessi aggiuntivi. (Graham Hughes / The Canadian Press)

A partire dal lunedì mattina presto, il Canada aveva segnalato 1.003.994 casi confermati di COVID-19, con 58.402 considerati attivi. Un conteggio delle morti di CBC News era di 23.062.

Nel Canada Atlantico, un ospedale nel nord-ovest New Brunswick è avvicinandosi alla sua capacità per i pazienti acuti, secondo una dichiarazione rilasciata dal Vitalité Health Network nel fine settimana.

“L’evoluzione della variante e dei suoi comportamenti atipici stanno creando problemi che superano le proiezioni pessimistiche che erano state fatte per quella regione”, ha affermato il presidente e CEO dell’organizzazione, il dott. France Desrosiers. “L’Edmundston Regional Hospital raggiungerà presto la sua capacità massima in termini di pazienti che necessitano di cure acute”.

Desrosiers, che ha elogiato gli sforzi dei lavoratori in prima linea e del personale sanitario, ha osservato che il trasferimento dei pazienti in altre strutture “è imminente”.

Il New Brunswick ha segnalato domenica 11 nuovi casi di COVID-19, nove dei quali provenivano dalla regione di Edmundston. Ricoveri in provincia era a 15, hanno riferito i funzionari sanitari, con sette persone in terapia intensiva.

nuova Scozia hanno segnalato sette nuovi casi di COVID-19 domenica e non sono stati segnalati casi in nessuno dei due Isola del Principe Edoardo o Terranova e Labrador.

In tutto il Nord non sono stati segnalati nuovi casi Nunavut, il Territori del Nordovest o Yukon la domenica.

GUARDA | Il premier del Nunavut festeggia la svolta di un angolo COVID-19:

Arviat una volta ha ospitato la peggiore epidemia di COVID-19 del Nunavut. Ma con quasi un terzo della popolazione del territorio completamente immunizzata e le restrizioni di viaggio allentate, il premier Joe Savikataaq ha visitato la sua città natale per condividere il suo apprezzamento con coloro che hanno contribuito a svoltare l’angolo. 2:17

Nelle province della prateria, Manitoba domenica non ha fornito un aggiornamento su COVID-19.

In Saskatchewan, funzionari sanitari hanno segnalato 221 nuovi casi di COVID-19 e tre decessi aggiuntivi. I ricoveri erano 194, con 44 persone in terapia intensiva a causa di COVID-19, il dato più alto registrato nella provincia.

In Alberta, una stima preliminare dei nuovi numeri di casi segnalati domenica era di 950, ha detto in un tweet il medico più importante della provincia. La dottoressa Deena Hinshaw ha detto che i ricoveri sono rimasti stabili, notando che i funzionari sanitari avrebbero fornito un aggiornamento lunedì.

British Columbia fornirà i numeri di caso aggiornati più tardi lunedì. Le aziende che mettono a rischio il personale e gli avventori rimanendo aperte in barba alle regole del COVID-19 dovranno affrontare delle conseguenze, ha detto domenica il ministro della pubblica sicurezza della provincia mentre la provincia lavora per tenere sotto controllo le infezioni in aumento.

L’avvertimento di Mike Farnworth arriva dopo che un ristorante di Vancouver che ha infranto le restrizioni servendo i clienti all’interno è stato schiaffeggiato con un avviso di chiusura sabato, che il suo proprietario ha indicato che intende ignorare.

“Le molestie nei confronti dei funzionari incaricati dell’applicazione della legge non saranno tollerate e gli ordini di chiusura da parte della Vancouver Coastal Health o di qualsiasi altra autorità sanitaria devono essere rispettati”, ha detto Farnworth in una dichiarazione.

-Da CBC News e The Canadian Press, ultimo aggiornamento alle 7 am ET


Cosa sta succedendo nel mondo

Gli operatori sanitari riempiono una scatola con i dolci tradizionali pasquali della Colomba mentre si preparano a visitare il reparto COVID-19 dell’Ospedale GVM Maria Pia di Torino domenica. (Marco Bertorello / AFP / Getty Images)

A partire dal lunedì mattina presto, più di 131,3 milioni di casi di COVID-19 erano stati segnalati in tutto il mondo, secondo uno strumento di monitoraggio gestito dalla Johns Hopkins University. Il bilancio globale delle vittime è stato di oltre 2,8 milioni.

Nel Americhe, Johnson & Johnson si sta assumendo la “piena responsabilità” per l’impianto di Baltimora di un subappaltatore che produce la sostanza farmaceutica per il suo vaccino COVID-19 monodose dopo un imbarazzante scambio. La società ha affermato che sta aggiungendo leader nelle operazioni e nel controllo di qualità all’impianto Emergent BioSolutions per supervisionare il lavoro della sua linea di vaccini.

Viene dopo che una quantità sufficiente di sostanza farmaceutica per circa 15 milioni di dosi è stata contaminata dall’errore umano nell’impianto. La questione è stata segnalata ai regolatori federali, che devono ancora approvare eventuali dosi dallo stabilimento di Baltimora, la scorsa settimana.

J&J ha già consegnato circa 20 milioni di dosi da un altro impianto al governo federale e afferma che prevede di consegnarne circa 80 milioni in più entro la fine di maggio.

ASCOLTA | ‘Lo chiamo … un mercoledì senza fine’: Più di un anno dopo, il burnout pandemico è reale, dice l’autore:

Bruciatore anteriore21:48Il burnout pandemico è reale

Oggi su Front Burner, Anne Helen Petersen spiega le forze che stanno dietro il burnout e perché sempre più canadesi stanno lottando con esso da un anno in una pandemia globale che ha alterato il modo in cui molti di noi lavorano e vivono. 21:48

Nel Asia-Pacifico Nella regione, il governo filippino ha esteso un blocco di un’altra settimana lunedì dopo che un picco allarmante di infezioni da coronavirus ha continuato a crescere e ha iniziato a travolgere molti ospedali nella capitale e nelle regioni periferiche.

Il presidente Rodrigo Duterte ha posto la metropolitana di Manila e quattro province periferiche, una regione di oltre 25 milioni di persone, sotto blocco la scorsa settimana a causa delle 10.000 infezioni giornaliere. I leader cattolici romani hanno spostato online gli eventi della Settimana Santa e della Pasqua dopo che tutti gli incontri pubblici, inclusi i luoghi di culto, sono stati temporaneamente vietati.

Lunedì il Bangladesh ha iniziato a imporre un blocco nazionale di una settimana, chiudendo i centri commerciali e i trasporti mentre le autorità cercano di fermare un’ondata di infezioni e morti da coronavirus.

La decisione è arrivata dopo che le autorità sanitarie hanno dichiarato di dover affrontare una pressione schiacciante nelle unità di terapia intensiva nelle ultime settimane a causa di gravi infezioni. Questa è la seconda volta che la nazione dell’Asia meridionale impone un blocco dei virus dopo il primo lo scorso marzo.

L’India ha riportato il suo più grande picco in un solo giorno di casi confermati di coronavirus dall’inizio della pandemia, e i funzionari nello stato duramente colpito da Mumbai stanno tornando alla chiusura di alcune attività commerciali e luoghi di culto nel tentativo di rallentare la diffusione.

Un operatore sanitario ha somministrato domenica il vaccino Covishield per COVID-19 in una zona residenziale di Ahmedabad, in India. (Ajit Solanki / The Associated Press)

Lunedì il ministero della Salute ha segnalato 103.558 nuove infezioni da COVID-19 nelle ultime 24 ore, superando il precedente picco di 97.894 casi giornalieri registrati a fine settembre. Le vittime sono aumentate di 478, portando il bilancio delle vittime del paese a 165.101.

L’India ha ora una media mobile di sette giorni di oltre 73.000 casi al giorno e le infezioni nel paese vengono segnalate più velocemente che in qualsiasi altra parte del mondo.

Nel Medio Oriente, La capitale iraniana sta ancora una volta affrontando il più alto livello di restrizioni imposte per frenare la diffusione del coronavirus mentre il paese lotta con una nuova ondata di morti quotidiane. I media statali hanno affermato lunedì che la misura è la terza volta che Teheran ha affrontato un cosiddetto codice rosso dall’inizio della pandemia. Un codice rosso implica il divieto di qualsiasi viaggio con auto personali da e verso le città e limita l’orario di lavoro di molte aziende e uffici per prevenire la diffusione del virus.

Circa 50 città e paesi sono in codice rosso, con solo 23 in codice blu, o stato “sicuro”, su un totale di oltre 800 città e paesi del paese. Gli altri sono in arancione e giallo, che comportano meno restrizioni.

Il rapporto arriva quando il bilancio delle vittime giornaliere dell’Iran ha nuovamente raggiunto le tre cifre, dopo mesi in cui era sotto i 100. Domenica, sono stati segnalati 161 morti, portando il bilancio delle vittime registrato in Iran a oltre 63.000, il più alto del Medio Oriente. L’Iran ha segnalato circa 1,9 milioni di casi confermati di virus

Sempre lunedì, l’Iran ha dichiarato di aver ricevuto la prima spedizione di vaccini COVID-19 dai Paesi Bassi attraverso l’iniziativa globale COVAX.

In Africa, Il ministro della Salute sudafricano ha detto domenica che il numero di casi confermati nel paese – il più colpito nel continente – è stato di oltre 1,5 milioni, con quasi 53.000 morti registrate.

In Europa, Il Portogallo domenica ha esteso le restrizioni sui viaggi via terra e via mare verso la Spagna che avrebbero dovuto terminare questo fine settimana fino al 15 aprile.

Il governatore della Banca d’Italia Ignazio Visco ha dichiarato al quotidiano Financial Times che la più grande minaccia alla ripresa economica globale è il ritmo irregolare con cui i paesi vaccinano le loro popolazioni contro il COVID-19.

-Da Associated Press, Reuters e CBC News, ultimo aggiornamento alle 7:05 ET


Hai domande su questa storia? Stiamo rispondendo a quante più risposte possibile nei commenti.


#Coronavirus #cosa #sta #succedendo #lunedì #Canada #nel #mondo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *