Cosa ha detto Trudeau sui vaccini, l’Arabia Saudita e Keystone XL su Meet the Press della NBC

Visualizzazioni: 19
0 0
Tempo per leggere:4 Minuto, 32 Secondo

Il primo ministro Justin Trudeau ha elogiato il presidente degli Stati Uniti Joe Biden per aver convinto gli Stati Uniti a impegnarsi nuovamente con i loro alleati durante un’intervista ad ampio raggio su Meet the Press della NBC di domenica che ha toccato tutto, dai vaccini COVID-19, Arabia Saudita e Keystone XL tubatura.

“Penso che certamente ci fossero cose che erano più impegnative sotto la precedente amministrazione in termini di spostare il quadrante nella giusta direzione sulla scena internazionale”,

Ecco alcuni degli altri momenti chiave di Trudeau Incontra la stampa aspetto.

Il lancio del vaccino non è l’ideale

Trudeau ha ammesso che il lancio del vaccino COVID-19 in Canada è stato lento. “Vogliamo tutti che questa pandemia finisca ieri e vacciniamo tutti il ​​più rapidamente possibile”, ha detto Trudeau a Todd.

Gli Stati Uniti, al contrario, stanno superando il loro vicino settentrionale in termini di somministrazione di vaccini – ma ci sono state anche delle sfide.

“Ma siamo fiduciosi che nelle prossime settimane, centinaia di migliaia di vaccini ogni settimana, milioni nei prossimi mesi”, ha detto Trudeau. “Avremo tutti vaccinati probabilmente entro la fine dell’estate. E questo è qualcosa di cui siamo molto positivi ed entusiasti”.

GUARDA | Trudeau ammette che lo sforzo di vaccinazione del Canada è rimasto indietro:

Il primo ministro Justin Trudeau ha ammesso su Meet the Press della NBC che la risposta al vaccino del Canada è stata lenta. Ma ha anche detto che con l’approvazione dei nuovi vaccini, “faremo vaccinare tutti probabilmente entro la fine dell’estate”. 3:50

Trudeau definisce l’Arabia Saudita un partner commerciale, non un alleato

Todd ha parlato dell’omicidio del 2018 del giornalista statunitense Jamal Khashoggi dopo che un rapporto dell’intelligence statunitense recentemente declassificato pubblicato venerdì ha detto che il principe ereditario dell’Arabia Saudita probabilmente ha approvato l’omicidio all’interno del consolato saudita a Istanbul.

L’accusa pubblica del principe ereditario Mohammed bin Salman rischia di dare il tono al rapporto della nuova amministrazione con un paese che Biden ha criticato, ma che la Casa Bianca considera anche in alcuni contesti un partner strategico.

Alla domanda se l’Arabia Saudita fosse un alleato del Canada, Trudeau ha risposto di no. Ha detto che è, tuttavia, “un paese con cui facciamo affari”.

“Sono un paese che sosteniamo continuamente per una maggiore trasparenza, una maggiore protezione dei diritti umani delle donne e degli attivisti. Ci sono molte sfide”.

GUARDA | Il principe ereditario saudita ha approvato l’omicidio Khashoggi, secondo il rapporto dell’intelligence americana:

Rami Khouri, professore di giornalismo presso l’Università di Beirut, afferma che è importante che le richieste di un’inchiesta sull’assassinio del giornalista Jamal Khashoggi continuino e che Khashoggi rimanga un simbolo delle continue preoccupazioni sulle violazioni dei diritti umani da parte del governo saudita. 8:00

Mentre il Canada ha congelato le vendite di armi all’Arabia Saudita dopo l’uccisione di Khashoggi, il leader dell’NDP Jagmeet Singh ha invitato il governo federale a smettere di vendere veicoli blindati leggeri all’Arabia Saudita all’inizio di questo mese.

“Andare avanti” dopo la decisione di Keystone XL

Una delle prime mosse di Biden dopo essere entrato in carica il 20 gennaio è stata quella di revocare il permesso per l’oleodotto Keystone XL di TC Energy con sede a Calgary. Il premier dell’Alberta Jason Kenney ha definito la decisione “un pugno nello stomaco per le economie canadese e dell’Alberta”.

In un lettera inviata a TrudeauKenney ha anche accusato il primo ministro di non aver sostenuto abbastanza duramente il progetto. CBC News ha contattato l’ufficio di Kenney domenica per un commento sulle osservazioni di Trudeau Incontra la stampa.

“Penso che sia abbastanza chiaro che l’amministrazione degli Stati Uniti ha preso la sua decisione in merito, e siamo molto più interessati a garantire che stiamo andando avanti in modi che siano positivi per entrambi i nostri paesi”, ha detto Trudeau, anche se ha anche ha definito la decisione una delusione.

“Ma quando parli di energia pulita ed elettricità idroelettrica dal Canada, quando parliamo di cosa possiamo fare per reti più intelligenti, cosa possiamo fare per i veicoli elettrici e i trasporti. Ci sono così tante cose di cui abbiamo parlato all’inizio di questa settimana e così tanto continueremo a fare insieme “, ha detto, riferendosi al suo incontro bilaterale con Biden il 22 febbraio.

Lavorare con gli Stati Uniti per liberare i canadesi detenuti in Cina

I due leader sono emersi anche dal loro incontro con un rinnovato impegno a liberare due canadesi attualmente detenuti in Cina.

Trudeau ha detto a Todd che l’attuale rapporto del Canada con la Cina è “profondamente colorato” dalle detenzioni arbitrarie di Michael Kovrig e Michael Spavor.

Ha accusato la Cina di trattenere Kovrig e Spavor per fare pressione sul governo canadese affinché rilasci il dirigente Huawei Meng Wanzhou, che è stato arrestato a Vancouver in linea con un trattato di estradizione con gli Stati Uniti.

GUARDA | La Cina ha bisogno di rilasciare i canadesi detenuti “immediatamente”, afferma un alto diplomatico statunitense:

Il segretario di Stato americano Antony Blinken ha dichiarato in un’intervista esclusiva alla corrispondente politica della CBC Rosemary Barton che gli Stati Uniti continueranno a stare con il Canada fino a quando la Cina non libererà Michael Kovrig e Michael Spavor dalla detenzione arbitraria. 7:45

“La conversazione che ho avuto con il presidente Biden all’inizio di questa settimana è stata molto positiva in quanto abbiamo lavorato insieme per cercare di risolvere questa situazione e chiedere alla Cina di renderne conto”, ha detto Trudeau.

#Cosa #detto #Trudeau #sui #vaccini #lArabia #Saudita #Keystone #Meet #Press #della #NBC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *