Di fronte a una pandemia mortale, le case di cura a lungo termine dell’Ontario continuano a infrangere le regole di sicurezza del COVID-19

Visualizzazioni: 16
0 0
Tempo per leggere:7 Minuto, 11 Secondo

Dieci mesi dopo la pandemia COVID-19, gli ispettori stavano ancora catturando le case di cura a lungo termine dell’Ontario che violavano le misure cruciali di prevenzione e controllo delle infezioni.

Un’indagine sui dati di CBC News ha rilevato che 1 su 12 strutture di assistenza a lungo termine nella provincia è stata sorpresa a infrangere le direttive governative specifiche di COVID tra giugno 2020 e gennaio 2021. Molte infrazioni si sono verificate durante o dopo le epidemie.

“Per avere gravi infrazioni in termini di mancato rispetto delle procedure operative standard per cose come la prevenzione e il controllo delle infezioni, questi operatori devono essere tenuti in considerazione”, ha affermato il dottor Nathan Stall, geriatra presso il Mount Sinai Hospital di Toronto.

Il bilancio delle vittime del COVID-19 nelle case di cura a lungo termine dell’Ontario era di 3.743 residenti al 26 febbraio 2021, secondo la provincia. Di questi decessi, 1.848 si sono verificati prima del 31 agosto 2020, il che significa che il secondo picco nelle case di cura a lungo termine è stato ancora più mortale del primo.

Lo screening improprio era un problema frequente nelle case. Molti sono stati citati per non aver chiesto ai membri del personale o ai visitatori domande o per aver rilevato la loro temperatura e per non essersi assicurati di indossare maschere quando sono entrati o usciti dai locali.

Alcuni dei rapporti degli ispettori provinciali dettagliano anche lunghi elenchi di problemi di controllo delle infezioni. Mentre altre società si riflettono nei dati, il numero di case di proprietà di Caressant Care con violazioni dell’ispezione delle direttive COVID-19 è elevato rispetto al numero di case di proprietà dell’azienda.

GUARDA | Diverse case di cura dell’Ontario hanno infranto le regole intese a prevenire le epidemie di COVID-19:

Un’indagine CBC News ha rivelato che più case di cura a lungo termine dell’Ontario non hanno seguito le regole di prevenzione delle infezioni intese a prevenire focolai di COVID-19 con alcune infrazioni alle regole durante o dopo un’epidemia. 2:50

Alla Caressant Care Listowel Nursing Home a ovest di Toronto, dove un’epidemia ha infettato quasi tutti i residenti della casa a gennaio, un ispettore ha riscontrato 12 gravi violazioni del controllo delle infezioni durante l’epidemia.

“Questo probabilmente spiega un bel po ‘come [COVID-19] è passato così in fretta “, ha detto Alycia Houchen, il cui nonno, Edwin Rutherford, era uno dei 13 residenti che sono morti nella casa, che può ospitare 45 persone.

In tutto, 43 residenti e 26 dipendenti sono stati infettati durante l’epidemia invernale a casa.

Le violazioni includevano il personale che non era a conoscenza del corretto equipaggiamento protettivo personale da indossare e non si lavava le mani dopo essersi preso cura dei residenti; personale che lavora con residenti sia positivi che negativi COVID-19; e il disinfettante per le mani non è disponibile in tutte le aree della casa.

Houchen, lei stessa un assistente personale in un’altra casa di riposo, dice che i risultati del rapporto di ispezione sono “inquietanti e disgustosi”.

“Hanno avuto un sacco di tempo per prepararsi e per fare tutto ciò che dovevano fare, e ovviamente non l’hanno fatto”.

Caressant Care possiede 15 case in Ontario. Quattro di queste strutture sono state sorprese a infrangere le direttive di sicurezza COVID-19 durante le ispezioni. Come la sede di Listowel, altri due sono stati trovati in violazione delle regole di controllo delle infezioni durante le epidemie di dicembre o gennaio.

L’azienda ha rifiutato di commentare questa storia.

Il grande operatore rappresenta oltre il 20% delle violazioni

Extendicare, uno dei più grandi operatori di assistenza a lungo termine dell’Ontario, che possiede o gestisce 69 strutture nella provincia, è stato citato per la maggior parte delle violazioni delle direttive di prevenzione e controllo delle infezioni.

Le case di proprietà dell’azienda hanno rappresentato il 13 per cento del totale provinciale di 60 violazioni. Quando si includono le case gestite dall’azienda, si arriva al 22% delle violazioni.

Altre grandi catene come Sienna Senior Living e Revera rappresentavano rispettivamente il tre e il cinque per cento.

Le citazioni di ispezione contro le case di cura a lungo termine dell’Ontario non hanno quasi mai conseguenze. Alle case viene chiesto di risolvere il problema, ma anche se un ispettore ritorna e trova lo stesso problema, non ci sono multe o sanzioni. In casi molto rari, alle case è vietato accettare nuovi residenti.

Extendicare afferma che gli ispettori hanno visitato le sue case di proprietà e gestite quasi 200 volte negli ultimi sei mesi.

“Mentre alcune ispezioni riportano problemi relativi alle direttive COVID che richiedono attenzione, queste rappresentano una piccola minoranza delle visite”, ha detto Extendicare in una dichiarazione a CBC News. “Sebbene il nostro obiettivo sia quello di non avere problemi, è importante notare che nel 93% delle ispezioni non ci sono stati problemi di conformità relativi a COVID”.

Le case di cura a lungo termine a scopo di lucro hanno ricevuto il 70% delle citazioni di violazione nonostante rappresentassero il 56% delle case nella provincia. Un ulteriore otto per cento delle violazioni è stato riscontrato in case senza scopo di lucro gestite da società a scopo di lucro.

Tamara Daly, direttrice del Center for Aging Research and Education della York University, afferma che la ricerca suggerisce che le condizioni sono migliori nelle strutture di assistenza senza scopo di lucro. (Inserito da Tamara Daly)

Il fatto che gli operatori a scopo di lucro siano sovrarappresentati nei risultati non sorprende Tamara Daly, direttrice del Center for Aging Research and Education della York University. Da anni studia le differenze tra assistenza a scopo di lucro e assistenza no-profit.

“Penso che, alla fine della giornata, le condizioni di lavoro e di assistenza si siano dimostrate peggiori nelle strutture a scopo di lucro e i dati della ricerca lo confermano, sia prima che durante la pandemia”, ha detto.

CBC News ha inviato al Ministero dell’Ontario per l’assistenza a lungo termine i risultati dei rapporti di ispezione. Ha risposto con una dichiarazione secondo la quale gli ispettori monitorano la salute, la sicurezza e la qualità dell’assistenza ai residenti.

“Il mancato rispetto ripetuto è una seria preoccupazione e può portare a misure e sanzioni inasprite da parte del ministero”, afferma la dichiarazione.

Tuttavia, precedenti indagini CBC News hanno scoperto che molte case sono state citate per ripetuti problemi senza alcuna conseguenza.

Gli ispettori individuano problemi di controllo delle infezioni durante le epidemie

Delle violazioni del controllo e della prevenzione delle infezioni, il 52% si è verificato nelle case durante o dopo un’epidemia.

Il fatto che gli ispettori abbiano riscontrato ripetute violazioni nella stessa casa, o violazioni dopo un’epidemia, è molto preoccupante, ha detto Daly.

“Per ottenere quei rapporti che indicano che c’è ancora un uso improprio dei DPI dopo un incidente, ciò mi preoccupa molto, perché dov’è l’apprendimento?”

Dieci case sono state citate per aver negato l’ingresso a operatori sanitari essenziali. La carenza di personale nelle case è stata ben documentata e limitare l’accesso alle famiglie significa che i residenti spesso non ricevono le cure di cui hanno bisogno, ha detto Daly.

È anche un problema di qualità della vita, ha detto.

“Essere in assistenza a lungo termine è molto diverso dall’essere in un letto d’ospedale”, ha detto. “Sei lì per vivere. E penso che quello che abbiamo fatto essenzialmente è stato rimuovere quella parte delle loro cure, la parte vivente, la parte che rende la vita degna di essere vissuta.”

Controllo delle infezioni importante dopo le vaccinazioni

Anche se i residenti nelle case di cura dell’Ontario vengono vaccinati, il numero di violazioni del controllo delle infezioni è ancora preoccupante, ha detto Stall, il geriatra del Mount Sinai Hospital.

“L’euforia del vaccino è una buona cosa. Dovremmo essere tutti entusiasti di questo”, ha detto.

Tuttavia, ha detto, non sappiamo in modo definitivo che i vaccini impediscano la trasmissione.

Il dottor Nathan Stall è un geriatra presso il Mount Sinai Hospital di Toronto. Dice che gli operatori che non seguono le regole devono essere tenuti in considerazione. (David Common / CBC News)

La scorta di vaccini non è arrivata in tempo per aiutare a Caressant Care Listowel.

Per Houchen, la tragedia era difficile da guardare dall’esterno.

Non è riuscita a salutare suo nonno e, come collaboratrice del supporto personale, non essere stata in grado di aiutarlo nei suoi ultimi giorni ha peggiorato le cose, ha detto.

“L’ho seguito con il cuore spezzato”, ha detto. “Ogni volta [the deaths] sono salito, il mio cuore si è spezzato di più perché non c’è niente che puoi fare, non c’è niente che puoi fare per aiutare “.

#fronte #una #pandemia #mortale #case #cura #lungo #termine #dellOntario #continuano #infrangere #regole #sicurezza #del #COVID19

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *