Dopo la protesta del settore, Ottawa accetta di chiarire le regole di viaggio per i lavoratori automobilistici

Visualizzazioni: 5
0 0
Tempo per leggere:3 Minuto, 0 Secondo

Il governo federale prevede di chiarire le sue regole di viaggio pandemiche per i lavoratori automobilistici dopo una protesta da parte dell’industria, che afferma di essere ferita dall’ambiguità al confine.

Il problema è il modo in cui gli agenti di frontiera trattano con i lavoratori automobilistici che si spostano tra le strutture in Canada e i funzionari dell’industria degli Stati Uniti hanno espresso frustrazione per il fatto che le guardie canadesi non sembrano avere istruzioni chiare, costringendo alcuni lavoratori a mettere in quarantena quando rientrano in Canada ma non altri, e che rischia di fare danni economici.

Martedì, il ministro della Pubblica Sicurezza Bill Blair si è impegnato a eseguire una rapida revisione della politica durante un incontro virtuale con i rappresentanti del settore automobilistico, ha detto un partecipante alla riunione, Flavio Volpe.

Questo sviluppo è avvenuto dopo che CBC News e altri media ne avevano parlato fastidio crescente nel settore, con i rappresentanti dell’industria che si arrabbiavano per aver tentato e fallito di raggiungere Blair per mesi.

Volpe, a capo dell’Associazione canadese dei produttori di componenti automobilistici, ha detto che il ministro ha aperto la riunione di martedì esprimendo il desiderio di lavorare con il settore per chiarire le regole.

Ha detto che le parti hanno creato un gruppo per lavorare sui cambiamenti e che hanno pianificato di farlo rapidamente.

“Ci aspettiamo di vedere alcuni chiarimenti sostanziali tra pochi giorni, e questo è molto utile”, ha detto Volpe in un’intervista martedì pomeriggio.

“Mi aspetto un chiarimento specifico che renderà più facile per le persone essenziali del settore automobilistico svolgere il proprio lavoro. E abbiamo questo impegno dal ministro Blair e dal [Canada Border Services Agency]…. Penso che abbiamo superato qui. “

Momento critico nel settore automobilistico

Ciò che le aziende si sono lamentate è stata la presunta mancanza di chiarezza su come i lavoratori tecnici ei dirigenti del settore dovrebbero essere trattati durante il rientro in Canada dopo aver lavorato presso le strutture statunitensi.

Hanno affermato che le regole vengono applicate in modo incoerente, anche lo stesso giorno allo stesso valico di frontiera, il che ha portato i dipendenti dell’azienda a essere costretti alla quarantena.

Hanno detto che questo sta mettendo le case automobilistiche canadesi in una posizione di svantaggio competitivo rispetto ai rivali americani in un momento critico per il settore.

Il ministro della Pubblica Sicurezza Bill Blair ha incontrato martedì i rappresentanti dell’industria automobilistica canadese (Sean Kilpatrick / The Canadian Press)

Le aziende sono ora in competizione per un’ondata di contratti relativi a un paio di sviluppi: l’emergere in corso di veicoli elettrici e le nuove catene di fornitura stabilite nell’ambito del NAFTA aggiornato.

Volpe ha detto che all’inizio della riunione, il ministro ha detto che il viaggio essenziale per i dipendenti e i dirigenti di ricambi auto non è un nuovo rischio significativo per la salute pubblica e che voleva trovare una soluzione.

Volpe ha detto che il settore non sta spingendo per una completa riapertura del confine. “Stiamo parlando di un chiarimento per i viaggi d’affari essenziali”, ha detto.

Una portavoce di Blair, Mary-Liz Power, ha detto che il governo continuerà a far rispettare i protocolli di sanità pubblica al confine, ma è aperto a fare aggiustamenti.

“Il governo sta ascoltando tutti i settori dell’economia mentre sviluppa ulteriori protocolli per identificare e applicare restrizioni per i viaggiatori essenziali, compresi i tecnici del settore automobilistico”, ha detto in una e-mail.

“Siamo stati chiari sul fatto che la nostra risposta alla pandemia COVID-19 si adatterà rapidamente a questa minaccia per la salute pubblica in rapida evoluzione”.

#Dopo #protesta #del #settore #Ottawa #accetta #chiarire #regole #viaggio #lavoratori #automobilistici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *