È un momento emozionante per l’hockey femminile

Visualizzazioni: 35
0 0
Tempo per leggere:7 Minuto, 51 Secondo

Questo è un estratto da The Buzzer, la newsletter quotidiana di CBC Sports. Rimani aggiornato su ciò che sta accadendo nello sport iscrivendoti qui.

L’hockey femminile sta tornando in piedi

Dopo un lungo periodo di inattività causato dalla pandemia, molti dei migliori giocatori del mondo stanno gareggiando di nuovo o si stanno preparando a farlo. Ecco un aggiornamento su cosa sta succedendo nei tre principali teatri dell’hockey femminile:

Gioco internazionale

La nazionale canadese ha aperto il suo campo di allenamento per il campionato del mondo 2021 all’inizio di questa settimana ad Halifax. Sono stati invitati trentacinque giocatori, tra cui il capitano Marie-Philip Poulin e gli attaccanti Natalie Spooner e Sarah Nurse.

Quando i giocatori sono tornati al campo, i mondi erano ancora ufficialmente programmati per il 7-17 aprile ad Halifax e Truro, NS, che avrebbero dovuto ospitare lo scorso anno fino all’arrivo della pandemia. Ma la Federazione internazionale di hockey su ghiaccio ha detto che stava cercando di rimandare il torneo di un mese, e oggi è così ha ufficializzato la mossa. Le nuove date sono dal 6 al 16 maggio.

L’IIHF ha affermato che tutte e 10 le squadre coinvolte si sono impegnate a giocare, ma il torneo non è stato ancora approvato dalle autorità sanitarie federali o provinciali. I funzionari di Hockey Canada e il comitato organizzatore locale stanno lavorando con i governi canadese e della Nuova Scozia su un piano, secondo l’IIHF, che prevede anche che un “numero limitato di fan” possa assistere alle partite. Supponendo che il torneo vada avanti, sarà il primo campionato del mondo femminile in due anni e l’ultimo prima delle Olimpiadi invernali del 2022.

Dream Gap Tour

Questa serie di barnstorming ha debuttato nell’autunno del 2019 come alternativa per i circa 125 giocatori – comprese fondamentalmente l’intera squadra nazionale canadese e statunitense – che si sono rifiutati di giocare nella National Women’s Hockey League dopo la fine della Canadian Women’s Hockey League in precedenza. anno. Il gruppo ha formato la Professional Women’s Hockey Players ‘Association, che chiede la creazione di una lega di hockey pro femminile “unica e sostenibile”, preferibilmente sostenuta dalla NHL.

Il Dream Gap Tour 2019-20 consisteva in sei tappe: due a Toronto, quattro negli Stati Uniti. In questa stagione, le restrizioni sanitarie e di viaggio lo hanno ridotto a due. Il primo, che si è svolto lo scorso fine settimana, è stato sponsorizzato dai New York Rangers e includeva una partita della domenica sera trasmessa dalla televisione nazionale al Madison Square Garden. La tappa di questo fine settimana a Chicago è sponsorizzata anche dal team NHL della città e viene trasmessa dalle principali emittenti su entrambi i lati del confine. NBC Sports Network trasmetterà la partita di sabato allo United Center, mentre la partita di domenica sarà trasmessa in diretta in Canada da CBC Sports, che ha trasmesso anche la partita di sabato scorso. Puoi guardare in diretta alle 11:30 ET su CBC Gem, CBCSports.ca e l’app CBC Sports.

A causa delle limitazioni di viaggio, solo i giocatori PWHPA americani partecipano agli eventi di New York e Chicago. Ma anche i Toronto Maple Leafs hanno firmato come partner PWHPA e il piano è quello di organizzare un evento Dream Gap a Toronto una volta che i regolamenti lo consentiranno.

Hockey League femminile nazionale

Il PWHPA ha tutto lo slancio in questo momento, ma un paio di mesi fa apparteneva alla NWHL. Il campionato a sei squadre stava accogliendo una squadra di espansione di Toronto e aveva organizzato l’intera stagione regolare e i playoff che si sarebbero svolti nell’arco di due settimane a Lake Placid, NY NBC Sports Network aveva accettato di trasmettere le semifinali e la finale della Isobel Cup, segnando la prima volta L’hockey professionista femminile sarebbe stato trasmesso in diretta su un importante canale via cavo degli Stati Uniti.

Ma tutto è andato in pezzi. Due squadre si sono ritirate prima della fine della regular season a causa di infezioni da coronavirus, e poi test più positivi hanno fatto sì che il campionato staccasse tutto il giorno prima delle semifinali. Al momento, la NWHL ha dichiarato di aver “sospeso” il resto della stagione, ma non sono stati annunciati piani per completarla.

La NWHL e la PWHPA potrebbero non essere esattamente concorrenti, ma a volte sembra una rivalità. Quest’ultimo ha taciuto notevolmente sul ritorno della NWHL a gennaio, il che potrebbe sembrare freddo ma in realtà ha senso data la dichiarazione di intenti del PWHPA. Se stai chiedendo una lega pro hockey femminile “sostenibile” con una retribuzione e benefici migliori, significa che non ti piace quella attuale. La formazione del tipo di campionato che il PWHPA richiede, se dovesse accadere, sarà il prossimo grande capitolo nella storia dell’hockey femminile.

Anastasia Bucsis della CBC parla con la consulente per le operazioni PWHPA Jayna Hefford per discutere la partnership del PHWPA con i Toronto Maple Leafs e le prospettive future del gioco femminile. 4:55

Velocemente…

L’adolescente canadese Eliot Grondin ha vinto la sua prima medaglia d’oro nella Coppa del Mondo di snowboard cross – e il titolo stagionale è a portata di mano. La vittoria odierna a Bakuriani, in Georgia, ha spostato il 19enne di Sainte-Marie, Que., A otto punti dall’austriaco Alessandro Haemmeler, leader della Coppa del Mondo, quarto. Questo è essenzialmente un pareggio con il sistema a punti della Coppa del Mondo, e ci sono solo due eventi rimasti: venerdì in Georgia e 20 marzo in Svizzera. Guarda la gara di domani, insieme a quella femminile, in diretta dalle 2-3:30 ET su CBCSports.ca e l’app CBC Sports. Leggi di più sulla vittoria di oggi di Grondin e guarda gli highlights qui.

Le Paralimpiadi invernali di Pechino iniziano esattamente un anno da oggi. Sembra molto lontano, soprattutto considerando che le Paralimpiadi estive sono il prossimo agosto a Tokyo. Abbiamo anche visto cosa può fare il coronavirus ai piani di eventi sportivi internazionali e diversi politici canadesi hanno chiesto il boicottaggio delle Olimpiadi invernali e delle Paralimpiadi del 2022 per protestare contro varie azioni della Cina. Ma lo chef di missione canadese Josh Dueck, ex campione paralimpico di sci, sta facendo del suo meglio per aiutare a superare queste sfide. Leggi di più su come si sta preparando per i Giochi del 2022 in questa storia di Myles Dichter di CBC Sports.

Cinque canadesi sono stati nominati per il gioco NBA Rising Stars. Quest’anno non si giocherà il classico del fine settimana con le stelle, ma due squadre sono state comunque nominate per riconoscere i migliori giocatori del primo e del secondo anno del campionato. Metà del roster della squadra mondiale è canadese: RJ Barrett (Knicks), Lu Dort (Thunder), Brandon Clarke (Grizzlies), Nickeil Alexander-Walker (Pelicans) e Mychal Mulder (Warriors), tutti alla loro seconda stagione NBA. Il roster della squadra degli Stati Uniti è caratterizzato dalle stelle del secondo anno Zion Williamson (Pelicans) e Ja Morant (Grizzlies). A causa della pandemia, l’NBA ha deciso di riunire tutti i suoi eventi all-star più allettanti in una notte. Le gare di schiacciata, da tre punti e di abilità e la partita stessa si svolgeranno tutte domenica ad Atlanta.

Domani torna il pattinaggio di velocità su pista corta. I campionati del mondo, che si svolgono dal venerdì alla domenica nei Paesi Bassi, sono la prima competizione da quando la pandemia ha colpito un anno fa. Ha causato la cancellazione dei campionati del mondo 2020 e l’intera stagione della Coppa del mondo 2020-21. Dieci canadesi stanno gareggiando – titolato dal tre volte medaglia d’oro olimpica Charles Hamelin, che è presente nei suoi 17 campionati mondiali e cercherà di aggiungere ai suoi 13 titoli mondiali. Kim Boutin, che ha guidato tutti gli short tracker canadesi con tre medaglie alle Olimpiadi del 2018, ha deciso di saltare i mondi. Sam Girard, che è stato l’unico medaglia d’oro canadese allo short track alle Olimpiadi del ’18, si è ritirato nel 2019 all’età di 22 anni. Ulteriori informazioni sulla squadra canadese Qui. Guarda tutte le gare in diretta a partire da venerdì alle 4:30 ET Qui.

Cose da tenere d’occhio su CBC Sports

Ero in rete per … l’errore di gioco 7 di Steve Smith: Nell’ultima edizione della serie di Rob Pizzo sui famosi gol di hockey dal punto di vista del portiere, Grant Fuhr condivide i suoi ricordi di una delle peggiori gaffe della storia della NHL. L’autogol di Smith sulla gamba di Fuhr costò agli Oilers di Wayne Gretzky non solo la loro serie di playoff del 1986 contro il rivale Calgary, ma forse anche la possibilità di vincere cinque Stanley Cup consecutive. Scopri di più su cosa è successo prima e dopo l’errore di Smith e su come l’hanno affrontato gli Oilers guardando il video qui.

North Courts: Nell’ultimo episodio del loro programma sul basket canadese, Vivek Jacob, Jevohn Shepherd e Meghan McPeak parlano con il commissario CEBL Mike Morreale di come il suo campionato può contribuire a plasmare il futuro dello sport in questo paese. Guardalo qui.

Sport olimpici in diretta: Oltre ai già citati campionati del mondo di short track e alla Coppa del mondo di snowboard cross, il menu in live streaming di venerdì include anche una Coppa del Mondo maschile di discesa libera e gli eventi di campionato del mondo di sci di fondo e salto con gli sci. Guarda il programma completo qui.

Sei al passo. Ottieni The Buzzer nella tua casella di posta ogni giorno della settimana iscrivendoti di seguito.

#momento #emozionante #lhockey #femminile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *