Gabriela DeBues-Stafford pronta a ‘riprendersi’ nei 1.500m alle qualificazioni del Texas

Visualizzazioni: 23
0 0
Tempo per leggere:6 Minuto, 40 Secondo

Gabriela DeBues-Stafford ammette che è stato “un po ‘strano” prepararsi a correre una gara all’aperto di 1.500 metri per la prima volta in 16 mesi.

Ma è in forma ed entusiasta di far parte di un campo femminile carico di talenti, che include la collega canadese Jenna Westaway, al Texas Qualifier di sabato dopo un campo di addestramento in altitudine di sei settimane e mezzo a Flagstaff, in Ariz.

“La posta in gioco è decisamente diversa [compared to] un campionato del mondo [race] ma tornare indietro sarà divertente “, ha detto DeBues-Stafford, che non ha gareggiato sulla distanza di 1.500 all’aperto da quando ha abbassato il suo record nazionale a 3: 56.12 ai mondiali 2019 di Doha, in Qatar.

“Non credo [Saturday’s race] sarà il miglior ritmo personale. Si tratta di raggiungere il picco in modo appropriato ed è ancora solo febbraio, quindi le persone non mi vedranno ancora in perfetta forma, ma lo faranno a luglio [at the Tokyo Olympics]. “

GUARDA | DeBues-Stafford corre 3: 56.12 PB ai mondiali 2019:

La canadese Gabriela DeBues-Stafford si piazza sesta con un tempo di 3: 56.12, Sifan Hassan si aggiudica l’oro. 7:02

Il nativo di Toronto, fresco di una stagione leader mondiale di 8: 38.51 PB nei 3.000, ha avuto “un paio” di sessioni di velocità in autunno, ma si è concentrato principalmente sulla forza e la resistenza prima di recarsi a Flagstaff.

“Ero pronto per quella spinta di trovarmi in un campo dopo aver fatto gli stessi giri [on the track] tutto il tempo. È bello aggiungere qualche novità al tuo allenamento con percorsi e scenari diversi “, ha detto DeBues-Stafford, la corridore numero 4 al mondo da 1.500 donne che si è trasferita in Oregon la scorsa estate per entrare a far parte del Bowerman Track Club con sede a Portland.

“Gli allenamenti sono diventati più intensi [in Flagstaff] e ho sentito di essere diventato più serio riguardo l’allenamento, il recupero e il mio [race] approccio mentre la caduta è più rilassata “.

Sfortunatamente, DeBues-Stafford è stata costretta ad accorciare le sue corse all’inizio del campo mentre gestiva una riacutizzazione del suo Achille destro combinato con fascite plantare, o dolore al tallone, causato dall’infiammazione del legamento che sostiene l’arco del piede. Ha curato l’infortunio con fisioterapia e massaggi.

Achille ‘si sente forte’

DeBues-Stafford ha affrontato per la prima volta la fascite plantare durante il suo primo anno all’Università di Toronto nel 2013, ha avuto problemi di Achille destro nel 2016, un problema di Achille sinistro due anni dopo e dolore d’Achille nel gennaio 2019.

“Si è evoluto in più dolore plantare durante la caduta ed è peggiorato significativamente [this past] caduta “, ha detto.” Quando l’Achille divampò, il plantare seguì e la radice del problema era simile, probabilmente debolezza generale del polpaccio “.

GUARDA | DeBues-Stafford parla del vaccino COVID-19 con Jacqueline Doorey di CBC Sports:

Jacqueline Doorey parla con la mezzofondista canadese Gabriela DeBues-Stafford per discutere del vaccino COVID-19, di come può influenzare le Olimpiadi e se gli atleti meritano di tagliare il traguardo. 5:51

DeBues-Stafford non è preoccupato di subire una potenziale battuta d’arresto questo fine settimana dopo aver superato indenne i recenti allenamenti ad alto volume mentre correva con scarpe chiodate in pista.

“Sono riuscita a tenerlo sotto controllo e mi sento forte, il meglio che ha in un anno”, ha detto. “La cosa più importante è stata concentrarmi sui miei esercizi di forza in palestra per rendere l’area più forte in modo che possa sopportare il carico di allenamento”.

Per Westaway, questo sarà il suo secondo 1.500 dell’anno dopo che il corridore di Calgary ha ottenuto un tempo di 4: 17.98 il 19 gennaio a Clermont, in Florida.

La medaglia d’argento canadese del 2019 ha stabilito record nazionali indoor negli 800 e 1.000 nel febbraio 2019, infrangendo il marchio di Melissa Bishop-Nriagu nel primo e diventando la prima donna canadese a passare sotto i due minuti in 1: 59.87.

Cavaliere fiducioso di raggiungere un altro PB

Sabato altri cinque canadesi gareggiano ad Austin: Justyn Knight (1.500 uomini), Ben Flanagan e Kieran Lumb (5.000 uomini), Rory Linkletter (10.000 uomini) e Lanni Marchant (10.000 donne).

Knight torna in pista alle 20:12 e crede che un PB nei 1.500 sia ottenibile due settimane dopo aver fatto segnare un 8: 13.92 leader mondiale nel 2021 nella gara di 2 miglia al New Balance Indoor Grand Prix a Staten Island, NY , il secondo più veloce di tutti i tempi tra gli uomini canadesi.

Justyn Knight, nativo di Toronto, crede di poter stabilire un miglior tempo personale nei 1.500 metri alle qualificazioni del Texas. Il ventiquattrenne ha ottenuto il miglior 3: 36.07 in carriera il 20 aprile 2018 in California. (Kirby Lee-USA TODAY Sports tramite Reuters)

“Il campo è forte e la gara dovrebbe essere abbastanza veloce. La cosa più importante è assicurarmi di stabilire una posizione solida”, ha detto il nativo di Toronto, che si classifica 11 ° nel mondo tra i 5.000. “Hai meno margini di errore nelle gare più brevi.”

Knight, 24 anni, ha ottenuto il miglior 3: 36.07 in carriera il 20 aprile 2018 in California, e il suo più recente 1.500 all’aperto è stato il 14 agosto 2019 a Cork City, in Irlanda.

Flanagan punta a 13:20 su 5.000

Flanagan, compagno di squadra di Knight con il Reebok Boston Track Club dall’autunno del 2018, sale a 5.000 dopo un paio di 3.000 gare all’inizio di questo mese.

Dopo aver corso 13:31 indoor e 13:38 outdoor nel 2020, il ventiseienne originario di Kitchener, Ontario, crede di essere in grado di segnare intorno alle 13:20 sabato. Lo standard olimpico è 13:13,50.

“Sento di aver migliorato la mia forza complessiva e mi ha permesso di mantenere un ritmo più veloce nei 5.000, ma non so cosa aspettarmi questo fine settimana”, ha detto l’ex star della pista dell’Università del Michigan, che vuole qualificarsi per Tokyo tra 5.000 e 10.000. “Il campo è pieno, la gara è preparata bene per correre veloce e sono entusiasta di farne parte”.

Kieran Lumb di Vancouver proverà a raggiungere lo standard olimpico 13: 13.50 sabato dopo aver corso in 13: 43.36 il 5 dicembre a Burnaby, BC (Inserito da Jeff Sargeant / UBC Athletics)

Ad unirsi a Flanagan nella gara delle 20:43 c’è Lumb, un 22enne nativo di Vancouver e uno dei Thunderbirds della University of British Columbia. Il maggiore di ingegneria elettrica ha corso in 13: 43.36 il 5 dicembre a Burnaby, BC, dopo aver segnato 13: 40.51 al Mt. 2019. Relè SAC a Torrance, in California

L’ex sciatore di fondo classificato a livello nazionale è stato quinto su 5.000 ai campionati canadesi del 2019.

Prime 10.000 gare dalle Olimpiadi del 2016

Linkletter e Marchant si sfideranno nelle rispettive 10.000 gare alle 21:29 e alle 22:07

Il Linkletter nato a Calgary farà il suo debutto nel 2021 due mesi dopo il 17 ° posto al The Marathon Project di Chandler, in Arizona. Nel gennaio 2020, il 24enne ha corso una mezza maratona PB 1:01:44 a Houston, solo 16 secondi dal record canadese di 1:01:28 di Jeff Schiebler.

Marchant, 36 anni, gareggerà con i suoi primi 10.000 dalle Olimpiadi del 2016 a Rio, dove si è classificata al 25 ° posto su 35 in 32: 04.21. Il suo PB è 31: 46.94, ambientato il 2 maggio 2015 a Palo Alto, in California.

Un mese fa, il nativo di Londra, Ontario, ha registrato 1:13:19 nella Las Vegas Gold Half Marathon, un miglioramento di 48 secondi rispetto alla Michigan Pro Half Marathon lo scorso 28 ottobre. La prima gara di 21,1 km di Marchant da marzo 2017 prima chirurgia dell’anca nel maggio 2018.

#Gabriela #DeBuesStafford #pronta #riprendersi #nei #1500m #alle #qualificazioni #del #Texas

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *