Gli archeologi trovano un carro cerimoniale intatto vicino a Pompei

Visualizzazioni: 12
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 13 Secondo

Scorcio di un carro, con i suoi elementi in ferro, decorazioni in bronzo e resti lignei mineralizzati, rinvenuto a Civita Giuliana, a nord di Pompei. (Parco Archeologico di Pompei/The Associated Press)

I funzionari del sito archeologico di Pompei in Italia hanno annunciato sabato il ritrovamento di un carro cerimoniale intatto, una delle numerose scoperte importanti fatte nella stessa area fuori dal parco vicino a Napoli a seguito di un’indagine su uno scavo illegale.

Il carro, con i suoi elementi in ferro, decorazioni in bronzo e resti lignei mineralizzati, è stato ritrovato tra i ruderi di un insediamento a nord di Pompei, oltre le mura della città antica, parcheggiato nel portico di una stalla dove precedentemente si trovavano i resti di tre cavalli scoperto.

Una “scoperta eccezionale”

Il Parco Archeologico di Pompei ha definito il carro “una scoperta eccezionale” e ha detto che “rappresenta un ritrovamento unico – che finora non ha paralleli in Italia – in ottimo stato di conservazione”.

L’eruzione del Vesuvio nel 79 d.C. distrusse Pompei. Il carro è stato risparmiato quando le pareti e il tetto della struttura in cui si trovava sono crollati, ed è anche sopravvissuto al saccheggio dei ladri di antichità moderni, che avevano scavato tunnel fino al sito, pascolando ma non danneggiando il carro a quattro ruote, secondo il parco funzionari.

Il carro è stato ritrovato sul terreno di quella che è una delle ville antiche più significative dell’area intorno al Vesuvio, con vista panoramica sul Mar Mediterraneo. alla periferia dell’antica città romana.

Un dettaglio della decorazione del carro rinvenuto a nord di Pompei. (Parco Archeologico di Pompei/The Associated Press)

L’anno scorso gli archeologi hanno trovato nella stessa zona alla periferia di Pompei, Civita Giulian, i resti scheletrici di quello che si crede fosse un uomo ricco e il suo schiavo maschio, tentando di sfuggire alla morte.

Emerso da materiale vulcanico

Il primo elemento in ferro del carro è emerso il 7 gennaio dalla coltre di materiale vulcanico che riempiva il portico a due piani. Gli archeologi ritengono che il carro fosse usato per feste e sfilate, forse anche per portare le spose nelle loro nuove case.

Mentre a Pompei sono stati precedentemente trovati carri per la vita quotidiana o il trasporto di prodotti agricoli, i funzionari hanno affermato che il nuovo ritrovamento è il primo carro cerimoniale portato alla luce nella sua interezza.

La villa è stata scoperta dopo che la polizia ha attraversato i tunnel illegali nel 2017, hanno detto i funzionari. Due persone che vivono nelle case in cima al sito sono attualmente sotto processo per aver presumibilmente scavato più di 80 metri di tunnel nel sito.

#Gli #archeologi #trovano #carro #cerimoniale #intatto #vicino #Pompei

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *