Ha vinto un Emmy per la sua performance COVID. Ora le critiche sono fuori per il governatore di New York

Visualizzazioni: 15
0 0
Tempo per leggere:7 Minuto, 47 Secondo

Per i newyorkesi ansiosi che hanno sopportato il periodo più buio della pandemia della scorsa primavera, i briefing quotidiani del governatore Andrew Cuomo sono stati un momento di calma, offrendo stabilità in un tempo tumultuoso e incerto.

Le sessioni chiare, autorevoli e informative sono diventate la visualizzazione degli appuntamenti e hanno rafforzato il profilo nazionale di Cuomo. Il suo stile sicuro, mescolato a più diapositive PowerPoint e battute di papà, era in netto contrasto con le informazioni confuse e contraddittorie che uscivano dalla Casa Bianca.

Ma ora, quasi un anno dopo, l’immagine di Cuomo come una stella della pandemia è crollata sulla terra. È travolto da uno scandalo per la sua gestione delle case di cura. Le qualità di “comunicazione chiara e risolutezza assoluta” che gli hanno fatto elogiare durante la pandemia ora, dicono i critici, si sono dimostrati più simili allo stile di governo prepotente che ha segnato la sua carriera politica.

In gran parte è stato molto performativo “, ha detto a CBC News in un’intervista il membro dell’Assemblea dello Stato di New York Ron Kim, un critico vocale.” È molto microgestito e si tratta di lui che sta nel mezzo “.

Cuomo, chi ha scritto un libro sul suo successo nella gestione della pandemia, e ha vinto un Emmy per i suoi briefing con i media, ora deve affrontare una raffica quotidiana di domande difficili e dove una volta si parlava di un possibile concorrente presidenziale democratico, ora viene parodiato Saturday Night Live.

I suoi sforzi per il controllo dei danni hanno scatenato accuse di comportamento abusivo all’interno del suo stesso partito, seguito da un’accusa di molestie sessuali e comportamento inappropriato da parte di un ex assistente anziano.

Ad aprile, i tecnici medici di emergenza portano un uomo fuori dal Cobble Hill Health Center di New York. Un rapporto del procuratore generale dello Stato di New York afferma che il governo statale ha sottostimato le morti nelle case di cura fino al 50%. (Lucas Jackson / Reuters)

“Uno stile manageriale forte è un modo per dirlo. Essere un tipo duro in … il modo più tossico è un altro modo per metterlo”, ha detto Casey Seiler, redattore capo del quotidiano Albany Times Union, che ha coperto il New York capitale dello stato dal 2008 al 2017.

Scandalo della casa di cura

Per mesi, Cuomo aveva affrontato domande su una decisione presa all’inizio della pandemia di costringere le case di cura a lungo termine ad accettare pazienti positivi per COVID dagli ospedali. Il pensiero, nel marzo 2020, era che gli ospedali potessero essere invasi, quindi era necessario ogni letto.

Cuomo ha difeso la mossa in quanto coerente con le linee guida dei Centers for Disease Control e ha respinto le critiche in quanto motivate politicamente. A quel tempo, il presidente Donald Trump ha spesso citato le case di cura nei suoi attacchi contro Cuomo.

La questione è esplosa il mese scorso quando il procuratore generale dello Stato di New York Letitia James ha pubblicato un rapporto in cui si afferma che l’amministrazione Cuomo ha notevolmente sottostimato il numero di decessi nelle case di cura a lungo termine, fino al 50%.

I pazienti trasferiti dalle case di cura all’ospedale e successivamente deceduti non sono stati conteggiati nel totale della casa di cura. Sono stati ancora conteggiati nei totali complessivi, ma i critici dicono che espone la scarsa gestione e supervisione di Cuomo delle case di cura durante la pandemia. L’FBI e i procuratori federali stanno ora indagando.

Il rapporto del procuratore generale si è anche aggiunto a un’altra controversia sull’accesso a quei numeri. Per mesi, quando i legislatori statali e i gruppi politici hanno cercato dettagli sulle morti nelle case di cura, l’ufficio del governatore si è trattenuto. Un assistente anziano che ha ammesso di recente di temere che i numeri sarebbero stati politicizzati contro di loro.

“Sfortunatamente, parla davvero della mania del governatore per il controllo delle informazioni, soprattutto quando si tratta di qualcosa che potrebbe riflettere negativamente sulla sua performance passata”, ha detto Seiler.

Accuse di abuso

Kim, un membro dell’assemblea dello stato democratico, è stato apertamente critico nei confronti di Cuomo, e recentemente è diventato pubblico sostenendo che Cuomo lo ha chiamato a casa e ha minacciato di “distruggerlo” politicamente.

“È estremamente offensivo ed è un’indicazione di qualcuno che è abituato ad abusare dei suoi poteri”, ha detto Kim.

Kim è stata anche critica nei confronti di una mossa di Cuomo lo scorso anno per fornire l’immunità legale alle strutture di assistenza a lungo termine a scopo di lucro durante l’apice della pandemia.

Il membro dell’Assemblea di New York Ron Kim, mostrato durante un briefing con i media ad Albany, NY, afferma che Cuomo ha promesso di “distruggerlo” durante una telefonata privata per aver criticato la sua gestione dei focolai di COVID-19 nelle case di cura. (Hans Pennink / The Associated Press)

Cuomo “ha scelto di proteggere i profitti aziendali sulla vita delle persone e ora il mondo intero sta prestando attenzione a quella decisione e deve essere ritenuto responsabile per questo”, ha detto Kim.

‘Chi se ne frega … sono morti’

Cuomo, il figlio del sostenitore del Partito Democratico ed ex governatore di New York Mario Cuomo, guida lo stato dal 2011. Ha vinto facilmente la rielezione due volte e sta scontando il suo terzo mandato.

Seiler ha detto che la sua reputazione per i gomiti aguzzi e gli intrighi per distruggere i nemici risale ai suoi giorni come segretario per l’edilizia abitativa e lo sviluppo urbano nell’amministrazione Bill Clinton.

Alla luce di numerose domande sulle case di cura, domande non estranee ai premier canadesi che affrontano questioni simili, Cuomo ha risposto alle accuse mettendo da parte le critiche.

“Ma chi se ne frega … sono morti”, ha detto Cuomo durante un briefing con i media del 29 gennaio, dicendo che non importava dove si fossero verificate le morti, il conteggio complessivo era corretto.

Sieler ha affermato che a Cuomo piace proiettare un’immagine di forza e azione in tempi di crisi e non gestisce bene le critiche.

“È un micromanager ed è anche qualcuno che è solo patologicamente incapace di chiedere scusa per qualsiasi cosa. Il suo modo di rispondere alle critiche è attaccare qualsiasi critico”.

Kim ha detto che il governatore in mostra ora è più vicino alla realtà di quello che ha raccolto i titoli dei giornali per i suoi attacchi a Trump.

“Tutto quello che ho vissuto, anche prima di questa pandemia, riguarda il controllo e la rappresentazione di un’immagine di autorità”, ha detto Kim

Cuomo, che a fine gennaio ha detto di non fidarsi degli esperti, ha visto un esodo di funzionari sanitari dalla sua amministrazione negli ultimi mesi.

Superficie delle accuse di molestie

Questa settimana, Lindsay Boylan, ex funzionario statale e successivamente consigliere speciale di Cuomo, ha accusato il governatore di averla baciata nel suo ufficio nel 2018 e altri comportamenti molesti. Ha detto che Cuomo avrebbe spesso tenuto traccia di dove si trovava e una volta l’ha invitata a giocare a strip poker durante un volo governativo.

Cuomo ha negato le accuse e giovedì un collaboratore di lunga data ha tenuto una teleconferenza con i giornalisti per difendere il governatore.

“La sua condotta è sempre stata in mia presenza con i membri di altro personale appropriato, non che sia sempre divertente e piacevole, ma è sempre appropriato”, ha detto Steven Cohen, ex consigliere senior di Cuomo.

Sulle questioni degli abusi verbali e delle tattiche di bullismo, Cohen ha detto che non è un segreto che Cuomo possa essere duro.

“Non ha mai evitato di dare a coloro che lo circondano un feedback accurato e schietto”, ha detto Cohen ai giornalisti.

Ricaduta politica?

Repubblicani e media conservatori hanno colto i passi falsi di Cuomo, dicendo che sono un segno che i media di sinistra hanno scelto di sorvolare sugli errori dei politici democratici concentrandosi esclusivamente su Trump.

È in corso uno sforzo tra i legislatori statali per privare Cuomo dei poteri di emergenza che gli sono stati concessi durante la pandemia, e ci sono richieste per il suo impeachment.

Un recente sondaggio ha rilevato che il 54% dei newyorkesi sostiene la gestione della pandemia da parte del governatore, in calo rispetto al 72% di luglio. Ha anche rilevato che il 60% degli intervistati afferma che Cuomo aveva torto nel modo in cui ha gestito la situazione della casa di cura, ma la maggior parte non pensava che avesse fatto nulla di illegale.

Cuomo parla durante una conferenza stampa in un sito di vaccinazione nel distretto di Brooklyn di New York il 22 febbraio. I critici dicono che a Cuomo piace proiettare forza in tempi di crisi, ma controlla troppo le informazioni. (Seth Wenig / AFP tramite Getty Images)

Sieler ha detto che è troppo presto per valutare le conseguenze dell’accusa di molestie sessuali in quanto è ancora relativamente recente.

Ha notato che Cuomo non è candidato alla rielezione fino al prossimo anno e che è al suo terzo mandato, lo stesso punto in cui suo padre Mario ha perso il lavoro a causa di un repubblicano relativamente sconosciuto.

“Il terzo mandato è quando il mondo si ribella a te, almeno nel governo dello stato di New York. Il terzo termine è quando le persone si ammalano di te, quando gli scandali, le controversie, i rancori del passato iniziano a diventare una massa critica. “

#vinto #Emmy #sua #performance #COVID #Ora #critiche #sono #fuori #governatore #York

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *