Hai sogni strani e vividi? I ricercatori del sonno dicono che sei tutt’altro che solo

Visualizzazioni: 3
0 0
Tempo per leggere:8 Minuto, 9 Secondo

Non sei tu. O almeno non lo è appena tu.

In tutto il mondo, dove si studiano gli schemi del sonno e dei sogni, ci sono storie di persone che fanno sogni che percepiscono come più vividi e più memorabili del solito.

E potrebbero esserci spiegazioni ragionevoli per questo, secondo i ricercatori.

Jeff Huang della Brown University di Providence, RI, dati raccolti da 100.000 utenti di app per dormire in tutto il mondo. Oltre a vedere i modelli di insonnia e ansia che stanno mantenendo le persone in movimento e trasformandosi in profondità nella notte, il team ha trovato qualcos’altro. Più persone hanno dormito più a lungo e, soprattutto, più tardi durante la pandemia.

Ciò è stato particolarmente vero nei primi mesi di presa globale di COVID-19. Le variazioni nei modelli di sonno dipendevano dagli stati di blocco in ciascuna nazione. In Nord America, le persone dormivano in media 45 minuti dopo. In Svezia erano solo 15 minuti. In Russia è stato un enorme 90 minuti dopo.

Il cambiamento nei modelli di sonno ha senso, considerando che molte persone in tutto il mondo hanno iniziato a sonnecchiare oltre il loro solito orario di sveglia quando i rituali mattutini di andare in palestra, spingere i bambini a scuola o andare al lavoro sono svaniti. Quindi il nostro cervello ha preso quel sonno mattutino in più e ha funzionato con esso.

I modelli di sonno influenzano i sogni

Elizaveta Solomonova, ricercatrice del sonno e borsista post-dottorato presso la McGill University di Montreal, afferma che la connessione tra sogni vividi e sonno mattutino è chiara.

“La maggior parte dei sogni emotivi spaziali e temporali si verificano al mattino”, ha detto.

GUARDA | I registi di Toronto Hanna Jovin e Adrian Morphy hanno illustrato alcuni degli strani sogni che i loro seguaci di Instragram hanno condiviso con loro durante la pandemia:

Hanna Jovin e Adrian Morphy dicono che molti, compresi loro stessi, hanno sperimentato sogni strani e vividi dall’inizio della pandemia e la coppia ha deciso di illustrarli e condividerli sui social media. 2:35

Solomonova ha condotto uno studio canadese chiamato Come stai affrontando? I problemi di sonno hanno avuto un ruolo preminente nelle risposte, così come i sogni.

Nei primi mesi della pandemia l’esperienza globale non aveva molte immagini visive forti ad essa associate. Ma molte persone erano confinate nelle loro case, quindi uno dei sogni più ripetuti riportati nello studio era di sentirsi in qualche modo bloccati o improduttivi, o provare a prendere un aereo o un autobus e semplicemente non farcela.

“Provare più e più volte a fare qualcosa senza riuscirci” era un tema comune, secondo Solomonova.

“In altre parole, le persone non sognavano così tanto della malattia reale, ciò che sognavano era di non essere in grado di fare ciò che volevano fare. Quindi questo era probabilmente un riflesso di un tipo più esistenziale di, sai, condizione ci siamo trovati tutti “.

Elizaveta Solomonova, una borsista post-dottorato presso la McGill University del dipartimento di Psichiatria specializzata nello studio del sonno, afferma che un tema comune dei sogni pandemici ha ripetutamente tentato e fallito di realizzare qualcosa. (Elizaveta Solomonova / McGill)

Solomonova è lungi dall’essere l’unica a raccogliere contributi da sogno. Il professore associato della Harvard Medical School Deirdre Barrett ha appena terminato un libro intitolato Sogni pandemici, basato su 9.000 contributi da sogno.

Barrett è stato a lungo affascinato dai sogni in tempi di crisi. Sostiene che questa crisi di salute è una caratteristica distintiva per la capacità delle persone di ricordare i sogni e per la loro lucidità.

Barrett è anche colpito dalle immagini nei sogni delle persone in questo momento. Dopo l’11 settembre, non sorprende che ci siano state molte segnalazioni di incidenti aerei o attacchi. Ma c’erano anche molti resoconti di disastri naturali, come terremoti e tsunami. Anche questa volta ha visto quel fenomeno ripetersi.

È uno schema che appare ogni volta che c’è qualcosa che fa paura alle persone, dice Barrett. Tuttavia, c’è una metafora nel mix con la pandemia che non ha mai incontrato prima: insetti.

Dal Nord America, all’Italia, alla Francia, gli intervistati hanno ripetutamente scritto di sciami che venivano dopo di loro nei loro sogni.

“E potrebbe essere qualsiasi tipo di insetto. La gente sognava sciami di api e calabroni che volavano contro di loro, eserciti di scarafaggi”, ha raccontato.

La psicologa e professoressa di Harvard Deirdre Barrett, a destra, discute dello studio dei sogni con un gruppo di studenti. Dice che molte persone hanno fatto sogni eccezionalmente vividi negli ultimi mesi. (Kris Snibbe / Harvard University)

Bug come metafora di un virus non è un granché. E in molte delle proposte di sogno recensite da Barrett, i bug non erano semplicemente spaventosi: le persone riferivano la sensazione di qualcosa di sporco e impuro nell’intera esperienza.

Il National’s il team di social media ha chiesto contributi ai canadesi e, in linea con le tendenze osservate altrove, le persone hanno riferito di sogni pieni di ansia, sporcizia, insetti, maschere e paure legate al distacco sociale.

Kristen Lee, che vive nella regione di Durham, in Ontario, ha inviato un video che descrive un sogno inquietante che ha verificato molte di queste scatole:

Kristen Lee della regione di Durham descrive una parte di uno dei suoi sogni angosciati e influenzati da COVID. 0:44

Mary Boutelier di Toronto ha inviato la descrizione di un incubo che potrebbe farti accapponare la pelle. E sì, c’erano insetti dappertutto:

Durante la pandemia COVID-19, molti sondaggi hanno segnalato sogni che coinvolgono sciami di insetti. Qui, Mary Boutilier di Toronto descrive uno dei suoi raccapriccianti incubi legati alla pandemia. 0:28

“Sono entrato in casa e mi sono tolto la maschera, e l’interno della mia bocca era coperto di mosche domestiche morte appiccicose. Ho dovuto grattarle via con il dito”, ha raccontato Boutilier nel suo video. Alla fine, ne erano rimasti due da cui non riusciva proprio a scendere.

Barrett ascolta questa storia e annuisce come se l’avesse già sentita, perché in effetti l’ha fatto. È un tipo di incubo che sarebbe familiare a molti che hanno studiato il fenomeno dei sogni pandemici.

“Sarebbe lì, qualsiasi cosa, dagli insetti ti ucciderà, a solo gli insetti sono sporchi e disgustosi ed è più come se questo ti farà star male.”

Sia Barrett che Solomonova riferiscono che una volta che le maschere sono diventate fondamentali per le nostre vite, la ricerca mostra che sono diventate anche una parte importante dei nostri sogni. I messaggi di salute pubblica sulla necessità di evitare che il virus arrivassero nel nostro mondo dei sogni, così come quei messaggi sulle maschere sono importanti.

Quello che era il tipico sogno d’ansia, presentarsi a un esame e non essere preparati, è stato effettivamente sostituito. Un comune sogno di ansia pandemica ora sembra rendersi conto di essere in una stanza affollata e nessuno indossa maschere, e sai che devi scappare.

Rosie Grant di Edmonton dice di aver notato che i suoi sogni sulle ansie sociali e l’imbarazzo ora incorporano immagini e temi legati a COVID, incluso questo sulle maschere e sulla scuola:

Rosie Grant di Edmonton descrive come le ansie per COVID-19 si siano infiltrate nei suoi sogni. 0:40

La mancanza di maschere ha giocato anche in uno dei memorabili sogni COVID dell’autrice Margaret Atwood, come racconta Il National’s Adrienne Arsenault in questo video – solo la festa senza maschera nel suo sogno era quella organizzata da Atwood:

L’autrice Margaret Atwood racconta ad Adrienne Arsenault di The National di un sogno legato a una pandemia che aveva coinvolto le maschere. 0:24

Quello che stiamo imparando su noi stessi

C’è qualcosa di rassicurante nelle conversazioni che le persone hanno sui loro sogni. Sapere che non sei solo aiuta, ma gli psicologi suggeriscono che c’è anche altro da considerare su questi sogni.

Il ricercatore post-laurea dell’Università di Toronto Noor Abbas, insieme ai suoi colleghi Leela McKinnon ed Erica Kilius, hanno condotto un piccolo studio di studenti provenienti da 22 paesi diversi per testare una teoria secondo cui i nostri sogni sono essi stessi un test. Abbas è curioso di sapere se è in gioco una funzione evolutiva.

“Il sogno potrebbe essersi evoluto per specializzarsi nel provare eventi rischiosi in una sfera alternativa, cioè in stati di sogno”, ha suggerito. “E ovviamente il vantaggio aggiunto qui sarebbe che elimina il rischio o il danno … perché avresti l’idea che avresti praticato quell’abilità rilevante mentre eri nei sogni.”

Noor Abbas è uno studente laureato presso l’Università di Toronto che studia come l’evoluzione influenza il comportamento del sonno umano e dei primati. La pandemia ha fornito ad Abbas e ai suoi colleghi interessanti dati sui sogni per la loro ricerca. (Università di Toronto)

Questo per dire che il nostro cervello sta reagendo allo stress e alla minaccia per la salute della pandemia usando i sogni per trovare modi per stare al sicuro.

Abbas e il suo piccolo team presso il laboratorio dell’antropologo David Samson dell’Università di Toronto sono lontani dal capire se sia davvero il caso che proviamo ciò che temiamo e come sfuggirgli nel sonno. Ma più a lungo la pandemia ci affligge, più sogni ci sono da esaminare e più questo involontario esperimento globale può rivelare.

Barrett suggerisce alle persone di prestare attenzione alle sfumature dei loro sogni. Considera, dice, che “alcune persone non sono così consapevoli che la solitudine è anche peggiore della paura di contrarre il virus, finché non sognano di essere in isolamento”.

Prestare attenzione a questi sogni, suggerisce, significa forse essere un po ‘più compassionevoli con noi stessi su come stiamo affrontando tutto. L’assurdità dei nostri giorni di pandemia viene spesso enunciata veramente solo quando le luci si spengono.


Guarda gli episodi completi di The National su CBC Gem, il servizio di streaming della CBC.

#Hai #sogni #strani #vividi #ricercatori #del #sonno #dicono #che #sei #tuttaltro #che #solo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *