I fan ciechi e in parte ciechi di Blue Jays sono sconvolti dalla chiamata a sostituire le trasmissioni radio con il simulcast televisivo

Visualizzazioni: 20
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 20 Secondo

Un certo numero di fan ciechi e parzialmente ciechi dei Toronto Blue Jays sono sconvolti dalla recente decisione di abbandonare le trasmissioni radiofoniche dedicate delle partite della squadra a favore della trasmissione in simulcast della trasmissione TV nella prossima stagione.

A partire dal giorno di apertura, il 1 ° aprile, gli ascoltatori radiofonici ascolteranno il feed TV del gioco di Sportsnet invece di una trasmissione radiofonica tradizionale più descrittiva con annunciatori dedicati e host play-by-play.

È una mossa che non sta bene ad alcuni fan ciechi e parzialmente ciechi che dicono che influenzerà notevolmente il loro piacere di ascolto.

“Stai deludendo un gruppo di fan che hanno fatto affidamento sulla radio per molto tempo”, ha detto Peter Field, un fan dei Blue Jays di Vancouver che è cieco da quando era un adolescente.

Field, 59 anni, afferma che gli ascoltatori ciechi richiedono descrizioni più dettagliate dell’azione sul campo, che le trasmissioni radiofoniche hanno fornito e che un simulcast televisivo non può.

“È una specie di soluzione alternativa … dire che soddisferà tutti i fan”, ha detto riguardo alla decisione resa pubblica da Sportsnet Media alla fine del mese scorso. “Non succederà. È completamente diverso.”

Sportsnet, di proprietà di Rogers Sports and Media, ha affermato che la decisione è stata un modo per ridurre al minimo i viaggi per il suo personale durante la pandemia e per snellire la produzione.

In una dichiarazione inviata via e-mail a CBC News lunedì, Sportsnet ha ribadito la sua decisione.

“La salute e la sicurezza del nostro equipaggio e dei commentatori rimane la nostra priorità numero uno”, ha scritto Jason Jackson, responsabile delle comunicazioni di Sportsnet.

Field, che ha perso la vista a causa del glaucoma, spera che Sportsnet riconsideri la mossa.

“O rivedi la radio per le persone che apprezzano il gioco in questo modo, o chiama il simulcast in modo diverso in modo da poter coinvolgere quel pubblico”, ha detto.

Il fan dei Blue Jays Dean Steacey di Gatineau, Que., Anch’egli cieco, afferma che le organizzazioni dovrebbero ridurre le barriere per i fan non vedenti, non crearne di nuove.

“Questa mossa è in contrasto con l’Accessible Canada Act e avrà un impatto sproporzionatamente negativo sui fan non vedenti”, ha detto Steacey.

Secondo l’Alliance for Equality of Blind Canadians, circa 1,5 milioni di persone si identificano come una perdita della vista in Canada. Il presidente del gruppo afferma che la decisione di trasmettere i giochi in simultanea infastidirà tutti i fan, sia che si sintonizzino sul gioco alla radio o alla TV.

“Noi canadesi ciechi perderemo alcuni dei contenuti unici della ‘radio’, e gli spettatori vedenti della TV dovranno sopportare più spiegazioni di gioco di cui non hanno bisogno”, ha detto Marcia Yale.

#fan #ciechi #parte #ciechi #Blue #Jays #sono #sconvolti #dalla #chiamata #sostituire #trasmissioni #radio #con #simulcast #televisivo

One Reply to “I fan ciechi e in parte ciechi di Blue Jays sono sconvolti dalla chiamata a sostituire le trasmissioni radio con il simulcast televisivo”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *