I fratelli Kielburger dicono che non testimonieranno davanti al comitato “partigiano” dei Comuni

Visualizzazioni: 31
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 51 Secondo

I co-fondatori di WE Charity Craig e Marc Kielburger rifiutano le richieste di testimoniare davanti a due comitati della Camera dei Comuni.

In una dichiarazione mercoledì, l’ente di beneficenza ha notato che il deputato neo-democratico Charlie Angus ha richiesto che l’RCMP e l’Agenzia delle Entrate canadesi indagassero sulle operazioni di WE.

L’ente di beneficenza ha detto che sarebbe ingiusto sottoporlo a un’indagine di commissione “di parte” allo stesso tempo.

“Mentre WE Charity accoglierebbe e collaborerebbe con qualsiasi potenziale indagine condotta da queste agenzie (RCMP e CRA), nessuna organizzazione dovrebbe essere soggetta a un’indagine sugli stessi argomenti da parte di una commissione parlamentare partigiana che desidera svolgere il proprio sostituto investigazione “, ha detto l’ente di beneficenza.

Sia il comitato etico dei Comuni che il comitato per le procedure e gli affari della Camera hanno invitato i fratelli Kielburger a testimoniare come parte del loro esame in corso di un accordo federale per far sì che NOI gestisca un programma di sovvenzioni per i servizi agli studenti ora annullato, nonostante gli stretti legami dell’organizzazione con il Primo Ministro Justin Trudeau e la sua famiglia.

Il commissario per l’etica Mario Dion sta indagando sul coinvolgimento di Trudeau e dell’ex ministro delle finanze Bill Morneau, che ha anche legami familiari con WE, nell’aggiudicazione del contratto da 43,5 milioni di dollari. Entrambi si sono scusati per non essersi ritirati dalla decisione.

Il parlamentare NDP chiede indagini

Angus ha richiesto le indagini RCMP e CRA la scorsa settimana dopo che un ex donatore, il giornalista televisivo statunitense Reed Cowan, ha affermato che la targa su una scuola che aveva finanziato in Kenya era stata sostituita con una targa a nome di un altro donatore. Abbiamo detto che l’incidente è stato uno sfortunato errore; Angus l’ha definita la prova di un “modello di rapporti ambigui con i donatori”.

Cowan ha fatto le accuse durante la testimonianza al comitato etico dei Commons, che ha invitato i fratelli Kielburger a testimoniare lunedì. I fratelli hanno testimoniato per quattro ore davanti al comitato delle finanze dei Comuni l’estate scorsa, dopo che è scoppiata la controversia sul programma di borse di studio.

Nella sua dichiarazione di mercoledì, WE Charity osserva che cinque membri dell’organizzazione hanno testimoniato davanti a vari comitati “altamente partigiani” negli ultimi nove mesi e rifiuterà ulteriori inviti a farlo di nuovo. Dice che continuerà a collaborare con le indagini del commissario per l’etica.

L’ente di beneficenza afferma anche che il suo consiglio di amministrazione sta istituendo un comitato permanente sulla trasparenza dei donatori per esaminare “qualsiasi preoccupazione specifica che possa essere sollevata da qualsiasi donatore passato, presente o futuro”. La sua prima priorità sarà esaminare le accuse di Cowan, afferma l’ente di beneficenza.

Quando i donatori contribuiscono a progetti come la costruzione di una scuola, dice l’ente di beneficenza, “questi fondi vengono spesso raccolti per aiutare i villaggi, come è comune con altre importanti organizzazioni di sviluppo internazionale”.

Afferma di aver cercato di essere chiaro su questo approccio attraverso i suoi siti web e altri materiali e aggiunge che “ogni centesimo donato a WE Charity è stato utilizzato per aiutare i bambini”.



#fratelli #Kielburger #dicono #che #testimonieranno #davanti #comitato #partigiano #dei #Comuni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *