I leader dell’Irlanda del Nord invitano alla calma dopo una notte di violenze

Visualizzazioni: 2
0 0
Tempo per leggere:3 Minuto, 6 Secondo

I giovani hanno incendiato un autobus dirottato e lanciato bombe a benzina contro la polizia di Belfast almeno nella quarta notte di gravi violenze in una settimana nell’Irlanda del Nord, dove l’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea ha sconvolto un equilibrio politico instabile.

Mercoledì notte la gente ha anche lanciato mattoni, fuochi d’artificio e bombe a benzina in entrambe le direzioni su un “muro di pace” di cemento che separa i quartieri protestanti, lealisti britannici e cattolici, nazionalisti irlandesi.

Jonathan Roberts, assistente capo della polizia del servizio di polizia dell’Irlanda del Nord, ha detto che diverse centinaia di persone si sono radunate su entrambi i lati di un cancello nel muro, dove “la folla … stava commettendo gravi reati, sia attaccando la polizia che attaccandosi a vicenda”.

Ha detto che un totale di 55 agenti di polizia sono rimasti feriti in diverse notti di disordini.

La recente violenza, in gran parte nelle aree lealiste e protestanti, è divampata tra le crescenti tensioni sulle regole commerciali post-Brexit per l’Irlanda del Nord e il peggioramento delle relazioni tra le parti nel governo di Belfast di condivisione del potere cattolico-protestante. La divisione economica della Gran Bretagna dall’UE lo scorso anno ha disturbato l’equilibrio politico nell’Irlanda del Nord, dove alcune persone si identificano come britanniche e vogliono rimanere parte del Regno Unito, mentre altre si considerano irlandesi e cercano l’unità con la vicina Repubblica d’Irlanda, che è un membro dell’UE.

Giovedì un uomo passa davanti all’autobus bruciato. (Peter Morrison / The Associated Press)

Il primo ministro britannico Boris Johnson ha condannato i disordini e il governo dell’Irlanda del Nord con sede a Belfast ha tenuto una riunione di emergenza giovedì sulla violenza.

Johnson ha fatto appello alla calma, dicendo: “Il modo per risolvere le differenze è attraverso il dialogo, non la violenza o la criminalità”.

Il primo ministro dell’Irlanda del Nord Arlene Foster, del partito unionista democratico filo-britannico, e il vice primo ministro Michelle O’Neill, del partito nazionalista irlandese Sinn Fein, hanno entrambi condannato il disordine e gli attacchi alla polizia.

Violenza pasquale

Gli ultimi disordini sono seguiti ai disordini durante il lungo fine settimana di Pasqua nelle aree unioniste filo-britanniche a Belfast e Londonderry e dintorni, note anche come Derry, che hanno visto auto incendiate e proiettili e bombe a benzina lanciate contro gli agenti di polizia.

Le autorità hanno accusato gruppi paramilitari fuorilegge di incitare i giovani a provocare caos.

“Abbiamo visto giovani partecipare a gravi disordini e commettere gravi reati penali, e sono stati supportati e incoraggiati, e le azioni sono state orchestrate da adulti in determinati momenti”, ha detto Roberts, alto ufficiale di polizia.

Implicazioni sulle frontiere dell’accordo commerciale

Un nuovo accordo commerciale Regno Unito-UE ha imposto controlli doganali e di frontiera su alcune merci che si spostano tra l’Irlanda del Nord e il resto del Regno Unito.L’accordo è stato progettato per evitare i controlli tra l’Irlanda del Nord e l’Irlanda perché un confine irlandese aperto ha contribuito a sostenere il processo di pace costruito sull’accordo del Venerdì Santo del 1998.

Quell’accordo pose fine a decenni di violenze che coinvolgevano repubblicani irlandesi, lealisti britannici e forze armate britanniche in cui morirono più di 3000 persone. Ma gli unionisti affermano che i nuovi assegni equivalgono a un nuovo confine nel Mare d’Irlanda tra l’Irlanda del Nord e il resto del Regno Unito Temono che mina la posizione della regione nel Regno Unito e potrebbe rafforzare i legami con la Repubblica irlandese, rafforzando le richieste di un’Irlanda unita .

Sia la Gran Bretagna che l’UE hanno espresso preoccupazioni su come funziona l’accordo e il Democratic Unionist Party, che è a capo del governo dell’Irlanda del Nord, ha chiesto che venga demolito.

#leader #dellIrlanda #del #Nord #invitano #alla #calma #dopo #una #notte #violenze

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *