I liberali rivendicano una maggioranza esigua a Terranova e Labrador, mentre gli elettori toccano Furey per guidare

Visualizzazioni: 12
0 0
Tempo per leggere:4 Minuto, 32 Secondo

Il Partito Liberale ha l’approvazione del popolo per formare il prossimo governo di Terranova e Labrador, conquistando 22 dei 40 seggi della legislatura dopo 10 settimane di tumulto elettorale.

I risultati attesi da tempo, pubblicati tutti in una volta dopo settimane di conteggio delle schede elettorali, restituiscono le redini al premier in carica Andrew Furey.

Entrambi i leader dell’opposizione non sono riusciti a rivendicare i loro seggi. Il leader conservatore progressista Ches Crosbie non è stato rieletto nel distretto di Windsor Lake, perdendo contro John Hogan dei liberali per più di 500 voti.

Il leader dell’NDP Alison Coffin ha perso il suo posto a St. John’s East-Quidi Vidi per poco più di 50 voti a favore di John Abbott dei Liberali.

I PG ora hanno 13 seggi, meno di due dei loro membri da quando la Camera dell’Assemblea si è sciolta a gennaio.

I Nuovi Democratici hanno due seggi e tre indipendenti sono stati rieletti.

CBC News sta trasmettendo uno speciale elettorale in diretta Qui.

Furey dei liberali, leader conservatore di sinistra Ches Crosbie e leader dell’NDP Alison Coffin si sono schierati nella gara del 2021. (Paul Daly / The Canadian Press)

I risultati arrivano 2 mesi e mezzo dopo che Furey ha convocato le elezioni.

A quel tempo, la provincia aveva cinque casi attivi di COVID-19 e calcolava la media di un nuovo caso ogni giorno circa. Furey stava cavalcando la cresta di un recente sondaggio che suggeriva i liberali avevano un vantaggio di 32 punti sui conservatori progressistie il 52% degli intervistati ritiene che Furey sia la scelta migliore per il premier, rispetto a solo il 19% per Crosbie.

Il governo che Furey ha ereditato dal predecessore Dwight Ball era un seggio timido di una minoranza. Esattamente la metà dei 40 distretti della provincia erano detenuti da liberali, con 15 appartenenti ai PC, tre al NDP e due a Indipendenti. Quei 20 posti sono diventati 19 quando Lake Melville MHA Perry Trimper si è dimesso dal caucus tra accuse di razzismo.

Quindi il 15 gennaio, con sondaggi brillanti e un pubblico votante in gran parte privo di coronavirus che offre l’opportunità di restituire i liberali a un governo di maggioranza, Furey ha annunciato che gli elettori sarebbero andati alle urne 29 giorni dopo, nelle prime elezioni di sabato nella storia della provincia. .

COVID-19 è rimasto in gran parte inattivo per le prime tre settimane della campagna, poiché i candidati hanno indossato maschere per bussare alle porte fisicamente a distanza e si interrompe la campagna mentre si avvicinava il giorno delle votazioni, il 13 febbraio.

Quindi, cinque giorni prima delle elezioni, il Dipartimento provinciale della Salute ha segnalato 11 nuovi casi – il totale più alto in un solo giorno in più di 10 mesi, risalente a quando la prima ondata di pandemia nella provincia era al culmine. Il giorno successivo ha visto 30 nuovi casi, poi 53 il successivo – all’epoca, un nuovo record di un solo giorno per NL

Crosbie, leader dei conservatori progressisti, risponde alle domande dei media dopo il dibattito televisivo al Confederation Building di St. John’s il 3 febbraio. (Paul Daly / The Canadian Press)

L’11 febbraio – due giorni prima dell’apertura delle urne provinciali – i funzionari della sanità pubblica hanno annunciato 100 nuovi casi in un solo giorno, un balzo impressionante in una provincia che aveva visto 500 casi in totale negli 11 mesi precedenti.

Con i casi in gran parte limitati a St.John’s e nell’area circostante, l’ufficiale capo elettorale Bruce Chaulk ha annunciato che il voto di persona nei 18 distretti più ampi della penisola di Avalon – quasi la metà dei 40 distretti totali della provincia – sarebbe stato rinviato, procedendo come al solito altrove.

Ma alla vigilia del voto, in una conferenza stampa chiamata frettolosamente, la dott.ssa Janice Fitzgerald, ufficiale sanitario capo provinciale, ha annunciato che i casi coinvolti nell’epidemia erano di Variante B117e stava spostando la provincia al Livello di Allerta 5, il più severo sistema di restrizioni pandemiche della provincia.

Furey era presente a quella conferenza stampa, ma ha riferito a Chaulk tutte le domande su cosa significasse il blocco per le elezioni.

Mentre la conferenza stampa di Furey e Fitzgerald era ancora in corso, Chaulk annunciò su CTV News Channel che il voto di persona sarebbe stato sospeso.

Coffin, leader del NDP, non è stato rieletto alla Camera dell’Assemblea. (Paul Daly / The Canadian Press)

Quella non era la fine dei grattacapi logistici per Elections NL. A causa delle preoccupazioni per il servizio postale tempestivo nel clima invernale e in mezzo a una pandemia, il termine per il voto per corrispondenza è stato modificato più volte ed è passato dall’essere la data entro cui avrebbe dovuto essere annullo il voto alla data in cui il voto doveva essere ricevuto entro Elezioni NL. C’erano preoccupazioni per le schede elettorali inviato con informazioni erratee su a mancanza di schede nelle lingue indigene.

E mentre Chaulk aveva suggerito che il risultato potrebbe non essere noto fino all’inizio di aprile, Elections NL ha annunciato nel tardo pomeriggio di martedì che i risultati sarebbero arrivati ​​nel fine settimana.

Il giorno successivo, la CBC ha rivelato che, nonostante l’insistenza di Chaulk all’inizio della campagna sul fatto che il voto per telefono non fosse consentito ai sensi della legislazione provinciale, Elections NL aveva ha permesso ad almeno quattro persone di votare per telefono.

Leggi di più da CBC Terranova e Labrador

#liberali #rivendicano #una #maggioranza #esigua #Terranova #Labrador #mentre #gli #elettori #toccano #Furey #guidare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *