I musicisti Utah Jazz temevano per la vita durante l’atterraggio di emergenza

Visualizzazioni: 18
0 0
Tempo per leggere:1 Minuto, 56 Secondo

I giocatori di Utah Jazz temevano di essere uccisi quando il loro aereo charter ha colpito uno stormo di uccelli ed è stato costretto a un atterraggio di emergenza martedì, ha detto il playmaker Mike Conley.

L’aereo che trasportava la squadra a Memphis ha subito un “guasto al motore” in seguito alla collisione subito dopo il decollo, ma è tornato sano e salvo all’aeroporto di Salt Lake.

Il Jazz si è imbarcato su un altro volo poche ore dopo ed è atterrato a Memphis martedì notte.

“All’improvviso sembrava che ci fosse un’esplosione. Questo è quello che sembrava per la maggior parte delle persone sull’aereo”, ha detto Conley dopo la vittoria per 111-107 di mercoledì sui Memphis Grizzlies.

“Per 10 o 15 minuti, tutti noi su quel volo ci siamo chiesti se saremmo stati qui.

“L’aereo ha iniziato a rimbalzare e poi si è inclinato a sinistra, le persone nella parte posteriore hanno detto di aver visto le fiamme. L’altitudine ha iniziato a diminuire, abbiamo iniziato a guardare in basso chiedendoci cosa fosse successo.

“Questo è quanto fosse serio. Non posso parlare per tutti, ma so che i ragazzi cercavano di mandare un messaggio alla famiglia per ogni evenienza. Era quel tipo di situazione.”

GUARDA | In che modo la scadenza commerciale ha influenzato i giocatori NBA canadesi:

Nell’ultimo episodio di North Courts, Vivek, Jevohn e Meghan discutono dei canadesi nell’NBA, di come la scadenza commerciale li riguarda e della prima trasmissione NBA tutta al femminile. 16:07

La guardia All-Star Donovan Mitchell, che ha paura di volare, non ha accompagnato i suoi compagni di squadra sul secondo aereo e, poco dopo il decollo, il Jazz ha detto che non era con la squadra per “motivi personali”.

Il sesto uomo Jordan Clarkson ha detto di “comprendere appieno” il motivo per cui Mitchell ha scelto di non viaggiare.

“Siamo arrivati ​​a quel punto in cui eravamo tutti sull’aereo come, ‘Questa potrebbe essere la fine'”, ha detto Clarkson. “È stato pazzesco.”

Clarkson ha detto che un annuncio dei piloti che sarebbero tornati all’aeroporto di Salt Lake ha aiutato a calmare la situazione.

“Questo è stato confortante, ma stavamo tutti guardando fuori dalla finestra come, ‘amico … basta atterrare ovunque”, ha aggiunto. “Per favore, metti a terra questo aereo, lasciaci vivere e superalo.”

#musicisti #Utah #Jazz #temevano #vita #durante #latterraggio #emergenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *