I produttori di latte hanno consigliato di interrompere l’aggiunta di olio di palma per nutrirsi mentre la controversia sul burro si surriscalda

Visualizzazioni: 18
0 0
Tempo per leggere:4 Minuto, 29 Secondo

Dopo la copertura delle notizie sul burro che diventa più difficile da sciogliere, probabilmente a causa degli additivi dell’olio di palma nell’alimentazione del bestiame, l’associazione Dairy Farmers of Canada raccomanda ai produttori di interrompere la pratica per il momento.

Gordon MacBeath, un membro del consiglio del gruppo nazionale e presidente dei Dairy Farmers of PEI, ha detto che il gruppo sta rispondendo alle recenti preoccupazioni circa l’indurimento di alcuni tipi di burro canadese.

“È solo una precauzione [measure] per garantire che i consumatori mantengano la fiducia nei prodotti lattiero-caseari in tutto il Canada “, ha affermato MacBeath in un’intervista con CBC Prince Edward Island’s Isola Mattina.

Dairy Farmers of Canada ha anche annunciato il 19 febbraio che sta mettendo insieme un gruppo di lavoro per studiare la questione della “integrazione di grassi nel settore lattiero-caseario”.

Il gruppo includerà produttori, trasformatori, l’Associazione dei consumatori del Canada, nutrizionisti veterinari e scienziati animali.

GUARDA | Il burro non si scioglie? Alcuni hanno teorie sul motivo per cui:

I produttori lattiero-caseari canadesi sono sotto il fuoco dopo che i buongustai hanno affermato che il burro è diventato più duro e hanno attribuito la colpa all’olio di palma. Gli allevatori affermano che l’aggiunta di prodotti di palma all’alimentazione del bestiame è diventata comune, ma i critici affermano che viola un “contratto morale” sulla purezza del burro canadese. 1:52

“Vogliamo sbagliare dalla parte della cautela e consigliamo ai produttori di lasciarlo semplicemente cadere come ingrediente nella razione fino a quando il gruppo di lavoro non avrà l’opportunità di svolgere il proprio lavoro”, ha detto MacBeath.

Anche la Quebec Milk Producers Association sta esaminando l’uso del grasso di palma nei mangimi e afferma che seguirà le raccomandazioni del gruppo nazionale.

Grasso di palma un integratore approvato

Il grasso di palma non è una novità nelle diete dei bovini da latte, ha osservato MacBeath. È stato utilizzato per circa un decennio. Il supplemento viene utilizzato anche negli Stati Uniti, nel Regno Unito, in Australia e in Nuova Zelanda.

Il grasso è un integratore energetico, ha spiegato MacBeath.

“Lo paragonerei alla tua e alla mia dieta. Abbiamo bisogno di un equilibrio di energia e proteine, e la mucca non è diversa. Ha bisogno di un equilibrio di energia e proteine”, ha detto.

Le proprietà del burro sulla tua tavola potrebbero cambiare per molte ragioni di anno in anno, afferma Gordon MacBeath, presidente di Dairy Farmers of PEI (Randy McAndrew / CBC)

“Gli integratori di palma sono solo un’altra fonte di energia per la mucca”.

Una mucca necessita di circa 35 chilogrammi di mangime al giorno. Se il grasso di palma fa parte di quella dieta, entro quei 35 chilogrammi la mucca otterrebbe in genere dai 200 ai 250 grammi di grasso.

Nel decennio in cui il grasso di palma è stato utilizzato come integratore per l’alimentazione dei bovini da latte, MacBeath ha affermato che non sono stati rilevati problemi di salute per la mucca o modifiche al latte. Ha detto che gli allevatori si consultano regolarmente con i nutrizionisti veterinari per garantire che le loro mucche ricevano una dieta sana.

Il grasso di palma è approvato come integratore dalla Canadian Food Inspection Agency.

Almeno un ricercatore si sta chiedendo se questo sia anche un problema che deve essere affrontato.

Alejandro Marangoni, professore di scienze alimentari all’Università di Guelph, ha detto che mentre i componenti dell’olio di palma presenti nel grasso del latte possono influenzare il punto di fusione del burro, non ci sono dati a sostegno delle affermazioni “sensazionaliste” di un grande indurimento.

Molte le possibili ragioni per cambiare il burro

Ci sono molte cose che possono cambiare di stagione in stagione e di anno in anno che possono fare la differenza per i prodotti lattiero-caseari sulla tua tavola, ha detto MacBeath.

“Il latte è un prodotto così naturale. Dal momento in cui lascia la vacca, viene lavorato pochissimo e finisce nel consumatore [market] con pochissimi cambiamenti “, ha detto.

Le mucche hanno bisogno di varietà nella loro dieta, proprio come fanno le persone. (Benjamin Lecorps / UBC Animal Welfare Program tramite la stampa canadese)

Se c’è un cambiamento nel burro, ha detto che non è irragionevole presumere che sia a causa di qualcosa che le mucche hanno mangiato. Ma MacBeath ha detto che l’elenco delle potenziali cause è lungo.

“Per fare un esempio, quest’anno è stato molto secco, quindi la consistenza del foraggio e dell’erba che la mucca sta mangiando è diversa da quella dell’anno precedente”, ha detto.

“L’anno precedente abbiamo avuto l’uragano Dorian e questo ha cambiato la qualità del mais”.

Dairy Farmers of Canada osserva che l’alimentazione dei bovini da latte varia non solo di stagione in stagione e di anno in anno, ma anche da luogo a luogo, perché il tipo di mangime disponibile varia a seconda di ciò che gli agricoltori locali stanno coltivando.

“Mentre gli agricoltori coltivano la maggior parte dei raccolti con cui nutrono le loro mucche, una serie di alimenti comuni come il lino, la colza, il mais e altre piante sono stati utilizzati per decenni in modo mirato per garantire che le mucche soddisfino il loro fabbisogno energetico”, afferma una dichiarazione pubblicata sul sito del gruppo.

“Tutto il latte venduto in Canada è nutriente e sicuro da consumare ed è soggetto ai rigorosi standard di salute e sicurezza del Canada”.

Altro da CBC PEI

#produttori #latte #hanno #consigliato #interrompere #laggiunta #olio #palma #nutrirsi #mentre #controversia #sul #burro #surriscalda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *