I prossimi Stati Uniti dovrebbero fornire vaccini in Canada e Messico, esorta il legislatore statunitense

Visualizzazioni: 12
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 15 Secondo

Gli Stati Uniti devono rendere prioritario spedire i vaccini attraverso il confine con il Canada e il Messico una volta che gli americani sono stati vaccinati contro il COVID-19, afferma un legislatore statunitense.

Vicente Gonzalez dice che non vede l’ora che gli Stati Uniti possano allentare il divieto di esportazione che ha impedito le spedizioni straniere di dosi prodotte nel paese.

L’amministrazione del presidente degli Stati Uniti Joe Biden, come prima l’amministrazione Trump, l’ha fatto bloccato esportazioni e richieste respinte dal Canada e dal Messico per le forniture.

“Le frontiere sono chiuse nel mio distretto. Cittadini messicani con visto che normalmente viaggiano qui o possiedono seconde case [or] venire a fare affari qui, non sono ammessi oltre il confine in questo momento “, il legislatore democratico, di cui il Texas quartiere si trova lungo una parte del confine messicano, ha detto lunedì alla CNN.

“Quindi dobbiamo assolutamente immunizzare i nostri amici oltre confine prima o poi, una volta che avremo finito di farlo qui nel nostro paese”.

Gonzalez ha detto che gli Stati Uniti si riprenderanno veramente dalla pandemia solo quando anche i loro vicini saranno al sicuro.

Vicente Gonzalez, visto qui in una conferenza stampa dell’agosto 2020, serve una comunità di confine tra Texas e Messico alla Camera dei rappresentanti e afferma che la vaccinazione di canadesi e messicani deve essere una priorità futura. (Joel Martinez / The Monitor tramite AP)

“Penso che abbiamo cinque vaccini per ogni americano, quindi abbiamo sicuramente alcuni vaccini extra che potremmo condividere con altri paesi, specialmente qualcuno come il Messico o il Canada con cui abbiamo molti affari … dove scorre molto commercio e turismo regolarmente “, ha detto Gonzalez nell’intervista.

“Quindi non viviamo in questo mondo, isolati. È una comunità globale, e certamente il Nord America è una comunità molto unita. Abbiamo parenti su entrambi i lati del confine, facciamo affari su entrambi i lati del confine, che si tratti del Canada o del Messico “.

Qual è il prossimo

I commenti di Gonzalez puntano a una domanda che si intensificherà solo nei prossimi mesi, su cosa accadrà alla massiccia capacità di produzione negli Stati Uniti una volta tolti i divieti di esportazione su impianti come Pfizer nel Michigan e Moderna nel New England.

Gli Stati Uniti hanno vaccinato i residenti a quadruplicare il tasso di Canada e Biden dice dovrebbero esserci abbastanza vaccini per tutti gli americani entro la fine di luglio.

Ciò probabilmente pone il programma degli Stati Uniti mesi avanti rispetto al Canada.

I vaccini Pfizer prodotti negli Stati Uniti, come quello visto qui tenuto da un’infermiera di New York City il 25 febbraio, attualmente non possono essere spediti a livello internazionale. (Jeenah Moon / Reuters)

#prossimi #Stati #Uniti #dovrebbero #fornire #vaccini #Canada #Messico #esorta #legislatore #statunitense

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *