I Toronto Six hanno un’altra possibilità di conquistare il primo titolo NWHL in assoluto dopo la pausa di COVID-19

Visualizzazioni: 9
0 0
Tempo per leggere:3 Minuto, 35 Secondo

I Toronto Six avranno un’altra possibilità per issare la Isobel Cup.

La National Women’s Hockey League prevede di completare i playoff dal 26 al 27 marzo a Brighton, Massachusetts, dopo che la bolla COVID-19 è scoppiata a Lake Placid, NY, il mese scorso.

L’espansione Six ha superato la classifica per 4-1-1 il 3 febbraio, quando la NWHL ha sospeso la stagione alla vigilia delle semifinali a causa dei test positivi per il virus.

I Six affrontano il Boston Pride ei Minnesota Whitecaps affrontano la Connecticut Whale nelle semifinali riprogrammate il 26 marzo, seguite dalla partita di campionato il giorno successivo.

I tre giochi saranno trasmessi in televisione su NBCSN e trasmessi in streaming sulle piattaforme digitali di NBC Sports. I giochi verranno trasmessi in streaming su Twitch in Canada.

La NWHL, che paga stipendi annuali fino a 15.000 dollari USA, non ha incoronato un campione del 2020 nella sua quinta stagione a causa della pandemia.

I playoff della Isobel Cup 2021 si terranno senza fan alla Warrior Ice Arena, che è la struttura di allenamento dei Boston Bruins della NHL e del ghiaccio di casa del Pride.

“Siamo solo grati a tutti coloro che credono nei nostri atleti e hanno davvero sostenuto questa ricerca per finire la Coppa”, ha detto a The Canadian Press il commissario ad interim della NWHL Tyler Tumminia.

“Siamo grati per tutti gli atleti. Hanno dovuto sostenere prima. Sicuramente non volevano due anni senza che la Coppa fosse alzata”.

Serie di 4 vittorie consecutive

Le restrizioni pandemiche in Ontario hanno limitato i sei a una mezza dozzina di allenamenti come squadra prima del loro debutto nella NWHL.

Toronto ha aperto con due sconfitte. Nella seconda sconfitta, i Sei erano su 5-1 sui Minnesota Whitecaps dal secondo periodo, ma hanno perso 6-5 in una sparatoria.

I Sei si sono quindi scrollati di dosso il loro status di perdente, snocciolando vittorie consecutive su Pride, Buffalo Beauts, Whitecaps e Whale per ottenere un posto in semifinale.

“Non solo apparteneva, ma penso che la gente ci temesse a causa di quello che abbiamo portato”, ha detto l’allenatore Digit Murphy.

“Il nostro marchio di divertimento, veloce e furioso, lo viviamo sul ghiaccio. Penso che sarà difficile duplicarlo. Verremo con un piano di gioco diverso, ma ci apparteniamo. Siamo qui per restare”.

Il COVID-19 ha devastato la stagione abbreviata di sei squadre della NWHL operando in un “ambiente ad accesso limitato”.

Il piano era di tenere 24 partite in 14 giorni senza spettatori all’Herb Brooks Arena, ma la stagione è stata interrotta dopo 15 partite.

La maggior parte dei nostri atleti si è attenuta al piano. Abbiamo perso tutti questa possibilità con la storia. Non è una bella sensazione.– Il commissario ad interim della NWHL Tyler Tumminia

Il ritiro di Metropolitan Riveters e Whale entro il 10 ° giorno – i Riveters che citano diversi casi di virus – hanno costretto la lega a rinnovare al volo il formato prima di sospendere la stagione.

Tumminia ritiene che la delusione motiverà i giocatori a rispettare le regole in vigore per prevenire la diffusione del virus.

“Non era necessariamente un problema con i nostri protocolli. Era una questione di applicazione, candidamente”, ha detto Tumminia. “La maggior parte dei nostri atleti si è attenuta al piano.

“Abbiamo perso tutti questa possibilità nella storia. Non è una bella sensazione.

“Ora che ti verrà data una seconda possibilità di salire su quel ghiaccio, voglio dire che non è qualcosa con cui vogliono scherzare. Nessuno di noi lo fa.”

I giocatori e lo staff di Toronto sono tornati in Canada per la quarantena obbligatoria di due settimane dopo il ritorno da Lake Placid. Dovranno farlo di nuovo dopo la Coppa Isobel.

Murphy dice che è probabile che tre o quattro dei suoi 20 giocatori rinunciano perché non possono prendersi altre due settimane di ferie dal loro lavoro.

“Alcuni dei nostri giocatori non potranno venire a causa della quarantena”, ha detto Murphy. “Questi ragazzi devono lavorare. Lo faremo con quello che abbiamo. Saremo il T6 e supereremo le avversità”.

Dato che i Sei viaggiano in autobus e non in aereo, non sono tenuti a scontare i primi tre giorni di isolamento in un hotel approvato dal governo al ritorno in Canada.

#Toronto #hanno #unaltra #possibilità #conquistare #primo #titolo #NWHL #assoluto #dopo #pausa #COVID19

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *