Il Canada raccomanderà il vaccino AstraZeneca-Oxford per gli over 65, mostrano i documenti

Visualizzazioni: 9
0 0
Tempo per leggere:6 Minuto, 47 Secondo

Il Canada modificherà le sue linee guida sul vaccino AstraZeneca-Oxford COVID-19 e raccomanderà che venga somministrato a coloro che hanno più di 65 anni, secondo i documenti ottenuti da CBC News e fonti con conoscenza diretta delle linee guida.

Il Comitato consultivo nazionale per l’immunizzazione (NACI) precedentemente raccomandato I canadesi over 65 non ricevono un colpo AstraZeneca-Oxford all’inizio di questo mese, nonostante l’emergere di prove da tutto il mondo che dimostrano la sua capacità di prevenire il COVID-19 grave negli anziani.

Ma le raccomandazioni della NACI si basavano in gran parte sui dati degli studi clinici di AstraZeneca-Oxford e non hanno esaminato le prove del mondo reale oltre il 7 dicembre, mesi prima che l’efficacia del vaccino fosse pienamente realizzata in altri paesi per i gruppi di età più avanzata.

Queste raccomandazioni hanno portato le province a riorganizzare i loro piani di vaccinazione per gli anziani e significava che quelli di età compresa tra 60 e 64 anni potevano ricevere i colpi prima dei gruppi di età più avanzata, che sono a maggior rischio di ricovero e morte per COVID-19.

Fonti con conoscenza di prima mano delle nuove raccomandazioni hanno confermato a CBC News che la NACI prevede di aggiornare le sue linee guida sul vaccino martedì.

I documenti ottenuti da CBC News – contrassegnati come “definitivi” e datati martedì, ma che possono essere soggetti a modifiche – mostrano che la decisione si basa su dati emergenti del mondo reale di altri paesi. Le raccomandazioni affermano anche che i vaccini a mRNA, come quelli di Pfizer-BioNTech e Moderna, saranno ancora “prioritari” per i gruppi di età più avanzata.

“A seguito di questa attenta revisione, NACI ha deciso di espandere le raccomandazioni per l’uso del vaccino AstraZeneca-Oxford per includere i 65 anni di età e oltre”, si legge nei documenti.

Domenica, il farmacista Abraam Rafael somministra un vaccino COVID-19 a Maureen Doyle nella sua farmacia a Toronto. (Cole Burston / The Canadian Press)

I documenti riportano dati reali sull’efficacia del vaccino – per gli over 65 che hanno ricevuto una dose di AstraZeneca – hanno visto una “riduzione del rischio di malattia sintomatica e ospedalizzazione” che sembrava raggiungere un “livello paragonabile” a quelli di età compresa tra 18 e 64 anni .

CBC News ha contattato i rappresentanti di NACI, Health Canada e la Public Health Agency del Canada per un commento, ma non ha ricevuto risposta entro il tempo di pubblicazione.

Nessuna prova

Altri paesi come Francia e Germania inizialmente consigliavano a chi ha 65 anni e più di non ricevere l’iniezione, ma ribaltato le loro decisioni all’inizio di questo mese, dopo che nuove prove hanno mostrato che il vaccino ha ridotto significativamente i ricoveri in quella fascia di età.

Ma la Germania ha seguito altri paesi europei come Danimarca e Norvegia lunedì e sospeso l’uso del tiro AstraZeneca-Oxford su segnalazioni di coaguli di sangue in alcuni destinatari del vaccino. L’Italia e la Francia hanno fatto lo stesso.

GUARDA | I benefici superano i rischi con il vaccino AstraZeneca, dicono gli esperti:

Nonostante alcuni paesi europei interrompano temporaneamente l’uso del vaccino AstraZeneca-Oxford dopo 30 casi di coaguli di sangue, gli esperti sostengono che sia ancora sicuro da usare in Canada. 2:01

AstraZeneca-Oxford ha detto domenica che una “attenta revisione” di tutti i dati di sicurezza disponibili per oltre 17 milioni di persone vaccinate nell’Unione europea e nel Regno Unito non ha mostrato “alcuna prova di un aumento del rischio” di coaguli di sangue.

Non è chiaro se le linee guida della NACI per il vaccino cambieranno ulteriormente alla luce dei rapporti sulla coagulazione del sangue, ma i documenti non ne fanno menzione e non ci sono prove che suggeriscano che il Canada seguirà l’esempio sospendendo l’uso del colpo.

Il primo ministro Justin Trudeau ha detto lunedì che il vaccino AstraZeneca-Oxford è sicuro e che i canadesi non dovrebbero preoccuparsi di riceverlo.

Già titubante

Non è chiaro come la modifica delle raccomandazioni influenzerà i piani di lancio dei vaccini provinciali e territoriali, dato che quelli di età compresa tra 60 e 64 anni hanno già iniziato a ricevere i colpi e continuano a essere prenotati per gli appuntamenti.

Il Quebec è l’unica provincia finora ad ignorare le raccomandazioni nazionali. I funzionari hanno detto la scorsa settimana somministrerebbero il vaccino AstraZeneca-Oxford agli anziani.

Il dottor Zain Chagla, un medico di malattie infettive e direttore medico del controllo delle infezioni presso il St.Joseph’s Healthcare Hamilton, ha affermato che il vaccino ha già sollevato preoccupazioni dal pubblico perché gli studi clinici hanno sottovalutato la sua efficacia, non hanno arruolato un numero sufficiente di persone con più di 65 anni e mancava la chiave. dati perché pochi partecipanti sono stati effettivamente infettati da COVID-19.

“Le persone sono già titubanti intorno a questo vaccino da quello”, ha detto. “E anche se ottieni dati migliori per supportarne l’uso, ora devi ancora lottare contro questi tre diversi flussi di negatività nei confronti di questo vaccino”.

Il dottor Nathan Stall, geriatra presso il Mount Sinai Hospital di Toronto, ha affermato che i problemi con i dati dalla Scozia, per quanto riguarda l’efficacia del vaccino nei gruppi di età più avanzata, potrebbero aver preso in considerazione la decisione iniziale della NACI.

“Nel complesso, quello che è successo con il vaccino AstraZeneca è stato molto, molto sfortunato fin dall’inizio”, ha detto Stall, che è un membro della NACI ma non parla a nome del comitato. “Tante cose, purtroppo, sono andate storte lungo la strada.”

Stall ha detto che la coagulazione del sangue segnalata ha anche “sollevato la sua brutta testa” in un momento estremamente sfortunato.

“Allora, naturalmente, le persone vedono un prodotto che penso percepiscano come inferiore”, ha detto. “In secondo luogo, [the initial shipment] scade il 2 aprile, quindi le persone si sentono come se fosse una specie di prodotto di seconda categoria che sta per scadere e il governo sta cercando di sbarazzarsi “.

Stall ha detto che tutti questi fattori combinati hanno portato a una “percezione molto, molto comprensibile ma sfortunata” che AstraZeneca-Oxford sia in qualche modo un “cattivo vaccino” – il che semplicemente non è vero.

GUARDA | Coaguli di sangue probabilmente non correlati al vaccino, dice l’epidemiologo:

Le persone che hanno avuto coaguli di sangue dopo aver assunto il vaccino AstraZeneca-Oxford COVID-19 probabilmente li avrebbero avuti comunque, afferma l’epidemiologo e cardiologo Dr. Christopher Labos. Dice che i coaguli di sangue sono un disturbo comune tra le persone che sono attualmente al centro di molti programmi di vaccinazione. 4:01

“Credo che probabilmente, quando tutto sarà stato detto e fatto, che il vaccino AstraZeneca mostrerà un’efficacia simile nel mondo reale in termini di prevenzione degli esiti a cui teniamo di più, i ricoveri e i decessi, in modo molto comparabile ai vaccini con mRNA”, egli disse.

Matthew Miller, professore associato di malattie infettive e immunologia presso la McMaster University di Hamilton, ha affermato che l’emergere di dati del mondo reale consente ai funzionari di valutare continuamente l’efficacia del vaccino a livello globale.

“Quei dati ora suggeriscono fortemente che il vaccino sta funzionando in quegli individui più anziani ed è particolarmente efficace nel prevenire infezioni gravi e ospedalizzazione, che sono in definitiva i risultati più importanti”, ha detto Miller, che lavora anche con NACI.

“Quello che non vogliamo che accada è che questi individui, in particolare quelli che appartengono a dati demografici vulnerabili, si ammalino gravemente, ricoverati in ospedale e muoiano. Queste sono le cose che allungano la capacità di terapia intensiva e quindi questi sono i risultati di maggiore preoccupazione”.

Chagla afferma che è necessaria una comunicazione chiara e trasparente da parte di politici e funzionari della sanità pubblica per spiegare ai canadesi perché è stato effettuato il cambiamento.

“Non era il fatto che fosse inefficace, era il fatto che semplicemente non c’erano dati – ma ora ci sono”, ha detto.

“Ci sarà uno stigma causato da questo, ma almeno se le persone hanno le informazioni giuste per prendere una decisione istruita e sentono che i loro funzionari della sanità pubblica sono aperti e trasparenti con loro, almeno incoraggia le persone a prendere la decisione che ne hanno bisogno. “

#Canada #raccomanderà #vaccino #AstraZenecaOxford #gli #mostrano #documenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *