Il governo canadese dovrebbe accorciare la quarantena per i giocatori di NHL prima della scadenza commerciale

Visualizzazioni: 14
0 0
Tempo per leggere:1 Minuto, 11 Secondo

Il governo canadese è pronto ad approvare una quarantena ridotta di sette giorni con test extra per i giocatori NHL scambiati da squadre americane a squadre canadesi prima della scadenza commerciale del 12 aprile, secondo una fonte del governo federale.

La fonte dice che tutte le province con squadre NHL hanno approvato le misure.

Il mandato di sette giorni taglia della metà l’attuale requisito di quarantena di 14 giorni, riducendo un impedimento alle squadre che scambiano giocatori attraverso il confine tra Canada e Stati Uniti. Le sette squadre canadesi hanno giocato esclusivamente tra di loro in questa stagione per prevenire problemi transfrontalieri a causa della pandemia COVID-19.

Dei sei scambi effettuati da quando il campionato ha iniziato una stagione abbreviata di 56 partite il 13 gennaio, quattro sono stati tra squadre canadesi e statunitensi e tre di quelle coinvolte leghe minori o potenziali clienti che non hanno influenzato la formazione della squadra NHL.

Il trade più significativo della stagione ha visto i Winnipeg Jets acquisire Pierre-Luc Dubois dalle Columbus Blue Jackets il 23 gennaio per Patrik Laine. Dubois ha saltato sette partite di Winnipeg mentre era in quarantena per 14 giorni. Laine ha dovuto restare in quarantena per sole 48 ore prima di recarsi negli Stati Uniti, anche se il suo arrivo a Columbus è stato ritardato in attesa di un visto di lavoro.

#governo #canadese #dovrebbe #accorciare #quarantena #giocatori #NHL #prima #della #scadenza #commerciale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *