Il PMO a conoscenza dell’accusa di cattiva condotta del difensore civico contro Vance nel 2018, ma non i dettagli: Trudeau

Visualizzazioni: 28
0 0
Tempo per leggere:3 Minuto, 56 Secondo

Il primo ministro Justin Trudeau ha ammesso mercoledì che il suo ufficio è stato informato tre anni fa di accuse di cattiva condotta nei confronti dell’ex comandante militare del paese sollevate dall’allora difensore civico Gary Walbourne.

Trudeau ha anche detto alla Camera dei Comuni che non ne era personalmente a conoscenza fino a quando non sono stati sollevati dai media il mese scorso.

La tempesta di polemiche su ciò che sapeva il governo liberale e sulla vita personale del generale Jonathan Vance ha dominato l’agenda politica da quando Walbourne – che afferma di essere stato cacciato dall’incarico per vendetta politica – ha detto a un comitato dei Comuni di aver avvertito il ministro della Difesa Harjit Sajjan in una riunione privata nel marzo 2018 su una possibile cattiva condotta che coinvolge Vance.

“Dopo che il difensore civico ha ricevuto una denuncia, il ministro lo ha indirizzato a funzionari indipendenti che potevano indagare”, ha detto Trudeau. “Il mio ufficio era a conoscenza della direzione del ministro nei confronti del difensore civico. Quei funzionari non hanno mai ricevuto ulteriori informazioni e quindi non hanno potuto portare avanti un’indagine”.

Il leader conservatore Erin O’Toole ha accusato Trudeau di chiudere un occhio, dicendo che dopo aver condannato le molestie sessuali nell’esercito prima di entrare al governo nel 2015, il primo ministro le ha ignorate quando le accuse sono emerse tre anni dopo.

“Questo semplicemente non è vero”, rispose Trudeau.

GUARDA: O’Toole fa pressioni su Trudeau sulle accuse di Vance

Erin O’Toole ha iniziato il periodo delle interrogazioni mercoledì suggerendo al primo ministro Justin Trudeau di essere a conoscenza delle accuse che coinvolgono il generale Jonathan Vance prima che fossero pubblicate nei resoconti dei media all’inizio di quest’anno 2:58

In un segno che il governo potrebbe sentire il calore politico, Trudeau ha tentato oggi di trasferire la colpa all’ex governo conservatore, che aveva indagato Vance per possibili violazioni del codice di disciplina del servizio nel 2015 prima di nominarlo capo della difesa.

“Il precedente governo conservatore sapeva che c’erano alcune accuse, hanno seguito e hanno deciso di sceglierlo comunque”, ha detto Trudeau in francese durante un’intervista a una stazione radio privata di Montreal, FM 98.5.

Sebbene abbia citato in precedenza le azioni dell’ex governo conservatore in relazione allo scandalo, i commenti di oggi sono stati i suoi più forti.

Trudeau ha detto di non sapere cosa sapesse di Vance il governo dell’ex primo ministro Stephen Harper, ma ritiene che sia necessaria un’indagine completa.

CBC News ha riferito il 4 febbraio 2021 che l’ex governo conservatore ha condotto un’indagine del Servizio investigativo nazionale sulle preoccupazioni che il massimo generale avesse una relazione inappropriata con un ufficiale americano donna mentre era di stanza in Italia, un subordinato che in seguito divenne sua moglie.

Le preoccupazioni furono indagate all’epoca sia dalle forze armate canadesi che da quelle statunitensi. Fonti hanno riferito a CBC News che l’esercito canadese ha cancellato il rapporto. Non ci sono indicazioni su quale posizione abbia preso il Pentagono.

In un articolo di follow-up del 12 febbraio 2021, CBC News ha riferito che l’indagine su Vance è durata quasi sei mesi e si è formalmente conclusa solo pochi giorni prima che assumesse il comando più alto.

L’indagine è stata avviata durante il processo di selezione di un nuovo capo della difesa nell’inverno del 2015 e l’ex governo ne è stato sufficientemente rassicurato da annunciare la nomina di Vance nella primavera di quell’anno.

Un successivo denunciante anonimo ha costretto i conservatori e gli alti funzionari pubblici a tornare indietro e esaminare nuovamente la questione appena prima del cambio di comando del 2015, quando un rapporto scritto di indagine è stato presentato al governo.

Una dichiarazione del Dipartimento della Difesa Nazionale ha confermato che l’indagine “non ha soddisfatto gli elementi di un reato per la denuncia ai sensi del Codice di disciplina del servizio o del codice penale del Canada”.

Intanto il viceministro della Difesa oggi ha dato un’indicazione di quanto la serie di indagini bomba stia pesando sul dipartimento.

“Chi siamo, cosa siamo e cosa facciamo è influenzato da tutto questo”, ha detto Jody Thomas al forum annuale annuale della Conference of Defense Associations Institute.

Ha detto che non avrebbe discusso le accuse o le indagini di cattiva condotta in corso sia di Vance che del suo successore, l’ammiraglio Art McDonald.

“La cultura, gli atteggiamenti e i comportamenti hanno il cambiamento, o falliamo. E non possiamo permetterci di fallire. E abbiamo membri falliti, membri individuali di questa istituzione e abbiamo fallito questa istituzione nel suo complesso”, ha detto.

Thomas ha detto in precedenza di non essere a conoscenza delle accuse contro Vance, che Walbourne aveva presentato al ministro tre anni fa.

#PMO #conoscenza #dellaccusa #cattiva #condotta #del #difensore #civico #contro #Vance #nel #dettagli #Trudeau

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *