Il principe Filippo è stato trasferito in un altro ospedale londinese per il trattamento delle infezioni

Visualizzazioni: 14
0 0
Tempo per leggere:1 Minuto, 27 Secondo

Il principe Filippo britannico, il marito di 99 anni della regina Elisabetta, è stato trasferito lunedì in un altro ospedale nel centro di Londra per sottoporsi a esami per una condizione cardiaca preesistente, nonché per ricevere cure per un’infezione.

Philip, il Duca di Edimburgo, è stato ricoverato all’ospedale privato King Edward VII di Londra due settimane fa per il trattamento di un’infezione non specificata che non è correlata a COVID-19.

Lunedì, Buckingham Palace ha detto di essere stato trasferito al St. Bartholomew’s Hospital, che è un centro di eccellenza per le cure cardiache, per ulteriori cure e osservazioni.

“Il Duca rimane a suo agio e sta rispondendo alle cure, ma dovrebbe rimanere in ospedale almeno fino alla fine della settimana”, ha detto il palazzo in una nota.

I fotografi e le troupe televisive dell’ospedale King Edward avevano visto in precedenza un paziente spostato in un’ambulanza, protetto dalla visione dei media all’esterno dal personale con ombrelli e polizia, sebbene non vi fosse alcuna conferma che si trattasse del principe.

Nel frattempo, la regina di 94 anni è rimasta nella sua casa del Castello di Windsor, a ovest di Londra, dove la coppia ha soggiornato durante il blocco del coronavirus, e la scorsa settimana ha continuato a svolgere i suoi doveri ufficiali, anche se tramite video.

Entrambi hanno ricevuto la loro prima dose del vaccino COVID e la malattia del Duca non è correlata al virus.

Philip ha avuto bisogno di cure ospedaliere diverse volte negli ultimi dieci anni per una recidiva di un’infezione alla vescica e intorno al Natale 2011, ha subito un’operazione per liberare un’arteria bloccata nel suo cuore dopo essere stato ricoverato in ospedale per dolori al petto.

#principe #Filippo #stato #trasferito #altro #ospedale #londinese #trattamento #delle #infezioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *