Il regolatore sanitario dell’UE approva 3 nuovi siti di produzione di vaccini

Visualizzazioni: 17
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 45 Secondo

Venerdì il regolatore dei medicinali dell’Unione europea ha dichiarato di aver approvato nuovi siti di produzione per i vaccini contro il coronavirus realizzati da Pfizer-BioNTech, Moderna e AstraZeneca-Oxford, in una mossa che potrebbe aumentare in modo significativo la fornitura europea di iniezioni e accelerare gli sforzi di vaccinazione in tutto il continente.

L’Agenzia europea per i medicinali ha dichiarato in una dichiarazione di aver approvato siti nei Paesi Bassi, in Germania e in Svizzera per i vaccini COVID-19 prodotti dalle società.

Le nuove approvazioni arrivano in mezzo alle lotte del blocco di 27 nazioni per aumentare la vaccinazione COVID-19 e ripetuti ritardi nelle consegne e problemi di produzione.

L’EMA ha dichiarato di aver approvato una fabbrica a Leida, nei Paesi Bassi, per produrre il principio attivo per il vaccino di AstraZeneca, portando il numero di tali siti autorizzati a quattro.

Il regolatore dell’UE ha affermato che sta anche dando il via libera a un sito a Marburg, in Germania, per produrre sia il principio attivo che il vaccino completato sviluppati da BioNTech e Pfizer.

Inoltre, l’EMA ha affermato che stava concedendo “condizioni di conservazione più flessibili” al vaccino Pfizer-BioNTech, che è stato autorizzato in quanto necessitava di temperature ultra fredde per la conservazione e la consegna.

BioNTech ha dichiarato in un comunicato che prevede che i primi lotti di vaccini prodotti nel sito di Marburg verranno consegnati nella seconda metà di aprile.

“Attualmente, 400 dipendenti BioNTech lavorano a Marburg, 200 dei quali in turni 24 ore su 24, 7 giorni su 7, al fine di massimizzare la produzione”, ha detto la società.

L’approvvigionamento e la distribuzione restano questioni fastidiose

L’approvazione “dovrebbe facilitare il rapido lancio e la distribuzione del vaccino nell’UE riducendo la necessità di condizioni di conservazione a temperature estremamente basse lungo tutta la catena di approvvigionamento”, ha detto il regolatore.

La scorsa settimana, un comitato di esperti dell’EMA ha raccomandato nuove linee di produzione in una struttura a Visp, in Svizzera, per il vaccino Moderna Inc.

GUARDA | Ottawa osserva attentamente la situazione dell’UE sui vaccini:

Il governo federale afferma di essere “preoccupato”, ma non si aspetta che la fornitura di vaccini COVID-19 del Canada sia influenzata da una proposta di restrizione all’esportazione da parte dell’Unione europea. È meno chiaro se ci sarebbe un impatto da una pausa temporanea sulle esportazioni del vaccino AstraZeneca dal Serum Institute of India. 2:41

Questi cambiamenti sono “intesi per aumentare la capacità di produzione e aumentare l’offerta del vaccino per il mercato dell’UE”, ha detto il regolatore.

Tutti i vaccini COVID-19 destinati all’uso nell’UE devono avere i loro siti di produzione approvati dall’EMA dopo una valutazione normativa.

Giovedì, i leader dell’UE non sono riusciti a risolvere una controversia sulla distribuzione di iniezioni di COVID-19 tra gli Stati membri, ma si sono impegnati a rafforzare i controlli sulle esportazioni di vaccini e la produzione sul suolo dell’UE a causa della carenza di dosi e picchi nei nuovi casi.

Alla fine del vertice, le 27 nazioni del blocco erano ancora bloccate in una disputa su come assegnare un imminente lotto di 10 milioni di dosi per ridurre il divario vaccinale tra gli Stati membri, ei leader hanno deciso di spingere i colloqui a un incontro futuro. dei loro ambasciatori.

#regolatore #sanitario #dellUE #approva #nuovi #siti #produzione #vaccini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *