Il rivoluzionario evento CBC Sports U consente agli studenti di entrare in contatto con i leader del settore

Visualizzazioni: 30
0 0
Tempo per leggere:4 Minuto, 51 Secondo

Questo mese segna un anno dall’inizio della pandemia COVID-19, lasciando molte opportunità perse sulla sua scia, specialmente per gli studenti che cercano di fare rete e trovare la loro strada nel settore dei media sportivi.

Per aiutare la causa, CBC Sports ha tenuto il suo primo evento CBC Sports U con circa 1.000 iscritti, in cui quattro gruppi separati hanno discusso argomenti di rappresentanza, donne che sfidano il settore, intersezione tra musica e sport, nonché irruzione nel business.

Persone provenienti da ogni parte del mondo si sono sintonizzate per imparare da leader del settore come Monika Platek, senior producer di social media di CBC Sports.

“La bellezza e la magia di esso, la nostra portata era globale ma è stata creata in Canada”, ha detto Platek. “Lo vediamo come un successo perché era il nostro primo anno in assoluto. Speriamo che questo sia un evento ereditario che potremmo avere ogni anno a CBC Sports. Ho sentito da così tanti studenti che hanno imparato così tanto oggi e ha ispirato conversazioni davvero importanti sull’inclusione, la rappresentazione e le sfide che le persone affrontano nei media sportivi “.

“Volevamo davvero presentarlo come qualcosa che rimettesse il potere nelle mani degli studenti o degli spettatori, dove potessero effettivamente sentirsi come se fossero ascoltati e le loro domande ricevessero una risposta e penso che ci siamo riusciti. “

Il primo pannello, “If You See It, You Can Be It: Why Representation In Sports Matters”, era composto da Shireen Ahmed, Renee Hess, Fitriya Mohamed e Kayla Alexander.

Il panel ha scatenato conversazioni sull’empowerment delle donne e sulla comunità BIPOC. La discussione è consistita nel prodotto dello sport femminile, nella lotta per l’uguaglianza di genere e razziale e nell’investimento nello sport femminile.

“Il lavoro delle donne non è valutato”, ha detto Ahmed, un attivista sportivo con un focus sulle donne nello sport. “Vantiamo alcuni dei migliori atleti al mondo in questi sport, ma non abbiamo un campionato nazionale? C’è molto che deve accadere a vari livelli”.

Come le donne stanno sfidando l’industria dei media sportivi

Il secondo panel, “Under Pressure: How Women are Challenging the Sports Media Industry”, era composto da Tara Slone, Ellen Hyslop, Meghan Chayka e Kayla Grey.

Il gruppo ha trattato una moltitudine di argomenti, dal ritenere gli uomini responsabili nella loro posizione contro l’odio che le donne ricevono nello sport, l’odio che ricevono loro stesse sui social media e dove le cose potrebbero cambiare per migliorare la rappresentanza.

Gray, un conduttore televisivo per TSN, ha toccato la questione della mancanza di donne in posizioni primarie nell’industria e l’effetto che ha sulla struttura organizzativa.

“Una delle cose che continua a presentarmi come donna, ma anche come donna di colore, è il possesso – e semplicemente non ce l’abbiamo”, ha detto Gray. “Parli di essere performativo, la cosa più semplice da fare è mettere una donna in un pannello o mettere una donna in televisione.

“La cosa più difficile è … chi è seduto al tavolo quando si tratta di capire che tipo di programmazione stiamo guardando [and] chi prende le decisioni di assunzione? Non è per sminuire quello che facciamo, ma per quanto mi riguarda, so di non essere in grado di assumere nessuno. Per me, è così che sposti la conversazione da un punto di vista generazionale di “come appare effettivamente la pipeline?” “

Il terzo pannello, “Musica e sport: una combinazione vincente”, era composto da Adam Burchill, Eric Radford, Angela Gladue, Exmiranda ed Everton Lewis Jr.

Questo pannello ha analizzato la profonda connessione tra sport e musica, che si tratti di hip-hop e basket, l’aspetto di mettere insieme spettacoli per eventi sportivi e come sfruttare i social media in un modo che può favorirti come artista o creatore di contenuti.

Entrando nell’industria dello sport

Il quarto e ultimo panel, “Breaking Into The Sports Biz When You’re Stuck at Home”, era composto da Hailey Salvian, Kishan Mistry e William Lou.

Con una raccolta di giovani professionisti, questo pannello è sembrato mostrare efficacemente agli studenti quanto sono vicini a fare carriera con i media sportivi, ma ha anche fornito consigli utili su cose come sfondare un piccolo mercato, trovare lavoro prezioso in quei mercati e come farsi notare.

Salvian, che copre i Calgary Flames per The Athletic, ha parlato dell’importanza di produrre contenuti unici.

“Penso che uno dei modi migliori per distinguersi è semplicemente fare le cose in modo diverso”, ha detto Salvian. “Devi trovare un modo per produrre contenuti che ti distinguano e mostri alle persone perché dovrebbero rivolgersi a te invece di qualcun altro.

“Se stai cercando di ottenere più visibilità, a volte non si tratta di scrivere quanti più pezzi puoi, si tratta di trovare modi per fare pezzi che sono diversi che nessun altro ha”.

I replay dell’evento saranno disponibili nei prossimi giorni sul canale YouTube di CBC Sports.



#rivoluzionario #evento #CBC #Sports #consente #agli #studenti #entrare #contatto #con #leader #del #settore

One Reply to “Il rivoluzionario evento CBC Sports U consente agli studenti di entrare in contatto con i leader del settore”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *