Imperial Oil riporta un calo di un miliardo di barili nelle riserve di bitume alla fine del 2020

Visualizzazioni: 16
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 10 Secondo

Imperial Oil Ltd. sta tagliando un miliardo di barili dal suo inventario di bitume di sabbie bituminose dopo un anno caratterizzato da bassi prezzi del petrolio e tagli di bilancio in mezzo alla pandemia COVID-19 e una guerra globale dei prezzi tra i principali produttori di petrolio.

In una dichiarazione regolamentare di mercoledì, la società con sede a Calgary afferma che le sue riserve provate e probabili di bitume sono scese a 4,46 miliardi di barili al 31 dicembre 2020, da 5,45 miliardi di barili dell’ultimo giorno del 2019, con la maggior parte del cambiamento dovuto a “revisioni tecniche”.

Le sue riserve di greggio sintetico aggiornato dalle sabbie bituminose sono scese a 583 milioni di barili da 623 milioni dopo aver prodotto circa 25 milioni di barili nel 2020.

Nel rapporto si afferma che i prezzi, il tasso di cambio e le ipotesi di inflazione utilizzate per valutare le riserve si basano sulla media dei valori forniti da due valutatori di riserve di terze parti, aggiungendo che quei numeri fluttueranno e “non sono rilevanti per le decisioni di investimento della società”.

Il rapporto sulle riserve è stato presentato lo stesso giorno in cui il proprietario del 69,6% di Imperial, il gigante statunitense Exxon Mobil Corp., ha riferito che le sue riserve mondiali di petrolio e gas sviluppate e sottosviluppate sono scese da 22,4 miliardi di barili equivalenti di petrolio alla fine del 2019 a 15,2 miliardi a partire da alla fine del 2020.

La maggior parte della revisione è stata attribuita al suo inventario di bitume, dove le riserve sono state quasi eliminate, passando da 3,86 miliardi di barili a soli 81 milioni di barili.

Exxon ha spiegato nella sua dichiarazione che i tagli alle riserve sono il risultato di prezzi molto bassi durante il 2020 e riduzioni della spesa in conto capitale, aggiungendo che ha rimosso 3,1 miliardi di barili di riserve provate di bitume dell’Alberta relative alla miniera di Kearl oilands, in cui detiene una quota del 29% e altri 600 milioni di barili dal suo patrimonio di Cold Lake, Alta.

“Tra i fattori che potrebbero comportare il riconoscimento di parti di questi importi di nuovo come riserve certe in futuro ci sono un recupero della base dei prezzi SEC (Securities and Exchange Commission), riduzioni dei costi, efficienze operative e aumenti della spesa in conto capitale pianificata ,” ha detto.

I prezzi di riferimento del petrolio negli Stati Uniti sono aumentati di circa il 30% dalla fine del 2020 a 48,52 dollari al barile.

#Imperial #Oil #riporta #calo #miliardo #barili #nelle #riserve #bitume #alla #fine #del

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *