In una stagione di incertezza, pattinatori Moore-Towers, Marinaro entusiasta di tornare sul ghiaccio

Visualizzazioni: 3
0 0
Tempo per leggere:4 Minuto, 44 Secondo

Da quando i campionati del mondo sono stati spazzati via un anno fa da COVID-19, è stata una stagione di cancellazioni e incertezze per i pattinatori canadesi.

Quanto è stato pazzo? I campionati del mondo della prossima settimana a Stoccolma saranno la prima competizione live per la squadra canadese in più di un anno.

“Questa è sicuramente la parte più difficile della stagione”, ha detto Kirsten Moore-Towers. “C’è molto da dire su quanta preparazione mentale – figuriamoci fisica – ma quanto stress mentale va in ogni evento, quindi è stato estremamente difficile continuare a prepararti mentalmente con le cose che continuano a essere cancellate”.

Il 28enne di St. Catharines, Ontario, e il compagno di coppia Michael Marinaro di Sarnia, Ontario, fanno parte della squadra canadese per i campionati del mondo, che inizieranno lunedì prossimo e dureranno fino al 28 marzo.

Stavano ottenendo un paio di medaglie d’argento da Gran Premio la scorsa stagione e avevano le loro speranze di raggiungere il podio ai mondiali quando l’evento di Montreal è stato annullato. L’ondata di cancellazioni ha attraversato questa stagione, cancellando sia lo Skate Canada International a Ottawa che i campionati canadesi a Vancouver.

In una stagione pre-olimpica cruciale, lo Skate Canada Challenge è la cosa più vicina a una competizione. Ed è stato un evento virtuale di programmi preregistrati completati sulle piste di casa dei pattinatori.

Fino a un paio di settimane fa, non c’erano garanzie che i mondi della prossima settimana a Stoccolma sarebbero accaduti. Moore-Towers e Marino a metà pensavano che la loro stagione fosse già finita.

Implicazioni olimpiche

“Comprendiamo le cancellazioni, ma questo non rende necessariamente le cose più facili per gli atleti che stanno cercando di farsi prendere dalla voglia di andare a questi eventi”, ha detto Moore-Towers.

“E non credevamo che i mondi avrebbero avuto luogo. Non ci aspettavamo di avere un’altra competizione”.

GUARDA | Moore-Towers, Marinaro vincono alla Virtual Skate Canada Challenge:

Kirsten Moore-Towers e Michael Marinaro finiscono primi nell’evento virtuale a coppie Skate Canada Challenge con un punteggio totale di 206.22. 7:13

Moore-Towers ha detto che si sono preparati come se ci fossero mondi, ma è stato solo quando l’International Skating Union ha annunciato che Stoccolma sarebbe stata ancora un evento chiave di qualificazione olimpica che hanno deciso che dovevano essere lì.

Il numero di iscrizioni che un paese ha alle Olimpiadi di Pechino è determinato dai piazzamenti a Stoccolma. Se il Canada ha due atleti o squadre con risultati che si sommano fino a 13 o meno, quindi un sesto e un settimo posto, ad esempio, può iscriverne tre in quell’evento a Pechino. Due posti sono riservati ai paesi i cui risultati dei pattinatori raggiungono 28 o meno.

Moore-Towers ha detto che lei e Marinaro devono il loro posto nella squadra olimpica di Pyeongchang a questa regola, e le squadre canadesi che si sono classificate sesto e settimo ai mondiali 2017 di Helsinki.

“Una volta che sapevamo che si trattava di una qualificazione olimpica, sapevamo per certo che l’avremmo fatto”, ha detto Moore-Towers. “Ora che sono in una posizione in cui ho la possibilità di aiutare una squadra canadese a guadagnare un posto [for Beijing], Voglio farlo.

“Siamo ovviamente molto grati per quelli al [2017] mondi perché ci ha permesso di fare la nostra esperienza olimpica. Quindi, è un’opportunità per pagare in avanti “.

La pandemia globale ha colpito duramente anche la squadra delle coppie. La nonna di Marinaro, Charlotte Jones, è morta di COVID-19 durante un’epidemia nella sua casa di cura a lungo termine a Sarnia lo scorso aprile. Aveva 88 anni.

Pattinare “un po ‘come un lavoro” prima della pandemia

A pochi giorni dall’imbarco su un volo per la Svezia, i due si sono detti entusiasti di tornare finalmente sul ghiaccio competitivo.

“Sono super entusiasta di uscire di nuovo sul ghiaccio da competizione, è stata una lunga pausa da quei nervosismi da competizione che non vedo l’ora di fare”, ha detto Marinaro, 29 anni.

“Prima della pandemia, il pattinaggio era diventato un po ‘un lavoro per noi ed era diventato un po’ monotono e avere quel licenziamento e quell’allontanamento dalla competizione ha semplicemente riacceso l’amore per lo sport”.

Moore-Towers ha detto di essere stato “piacevolmente sorpreso” da quanto siano entusiasti di competere.

“E, naturalmente, c’è un po ‘di ansia per l’ignoto”, ha detto Moore-Towers. “Ovviamente, ci sono molti paesi che si uniscono. Ma sappiamo che faremo tutto ciò che è in nostro potere per essere al sicuro”.

La Svezia ha scelto di non attuare restrizioni rigide come la chiusura di ristoranti e scuole durante la pandemia, nonostante i casi siano di nuovo in forte aumento dall’autunno.

Moore-Towers ha detto che saranno testati quattro volte prima di gareggiare. Ma i critici avevano chiesto la quarantena e una bolla più stretta per l’evento, una petizione in tal senso ha poco meno di 3.000 firme.

I due dovranno mettere in quarantena per 14 giorni al ritorno in linea con le restrizioni di viaggio del Canada. Non stanno discutendo.

“Nell’ultimo anno con tutte le chiusure della palestra, la palestra di casa è stata aggiunta e sembra piuttosto dolce”, ha detto Marinaro con una risata. “Quindi, abbiamo tutti gli strumenti e tutto ciò di cui abbiamo bisogno per rimanere attivi durante quei giorni”.

Moore-Towers ha detto che non vedrà l’ora che arrivi il tempo di inattività forzato.

“Potremmo aver sottovalutato quanto saremo stanchi … ci siamo allenati così, così duramente”, ha detto. “Un paio di settimane fa, ci siamo guardati l’un l’altro alla fine del weekend e abbiamo detto che questa è la settimana di allenamento più difficile della nostra carriera”.

#una #stagione #incertezza #pattinatori #MooreTowers #Marinaro #entusiasta #tornare #sul #ghiaccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *