Juan Martin del Potro, rovinato da infortuni a lungo termine, spera ancora di giocare a Tokyo

Visualizzazioni: 19
0 0
Tempo per leggere:1 Minuto, 30 Secondo

L’ex campione degli US Open Juan Martin del Potro subirà un’altra operazione al ginocchio destro questa settimana, ma ha detto lunedì che spera ancora di giocare alle Olimpiadi di Tokyo.

L’argentino è stato messo da parte da quando si è fatto male al ginocchio al primo turno al Queen’s Club nel giugno 2019 e ha già subito tre interventi chirurgici sull’infortunio. Ha pubblicato un messaggio su Instagram dicendo che sarà nuovamente operato martedì a Chicago.

“Abbiamo provato la terapia conservativa, ma il dolore è ancora lì”, ha scritto Del Potro. “[The doctor] sa che voglio giocare di nuovo a tennis e poter giocare alle Olimpiadi, quindi abbiamo deciso che l’intervento chirurgico dovrebbe essere fatto il prima possibile “.

Il 32enne Del Potro ha battuto Roger Federer nella finale degli US Open 2009 per il suo unico titolo del Grande Slam, ma da allora la sua carriera è stata rovinata da una serie di infortuni a lungo termine. Questa è la quarta volta che viene messo da parte per almeno otto mesi.

Del Potro ha detto di aver contemplato il ritiro dopo la morte di suo padre a gennaio, ma che vuole tornare in campo.

“Certo, queste ultime settimane non sono state facili per me. È tutto così difficile da quando è morto mio padre”, ha detto. “Ma sento anche la forza che mi manda dall’alto. Ho avuto questa giornata in cui mi sono svegliata e ho chiamato il dottore. Sapevo che dovevo riprovare. Spero di poter superare questa dolorosa situazione. Non mi fermerò provando.”

Il torneo di tennis alle Olimpiadi di Tokyo inizierà il 24 luglio.

Del Potro ha vinto il bronzo alle Olimpiadi di Londra 2012 e poi l’argento a Rio de Janeiro nel 2016, perdendo la finale contro Andy Murray.

#Juan #Martin #del #Potro #rovinato #infortuni #lungo #termine #spera #ancora #giocare #Tokyo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *