La Banca del Canada probabilmente taglierà gli acquisti di obbligazioni il mese prossimo

Visualizzazioni: 6
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 43 Secondo

È probabile che la Bank of Canada riduca i suoi acquisti di obbligazioni già il prossimo mese, affermano gli strateghi, il che fornirebbe il segnale più chiaro ancora che l’economia canadese ha bisogno di meno aiuto per uscire dalla crisi del coronavirus.

Una tale mossa metterebbe la Banca del Canada in contrasto con alcune altre importanti banche centrali, come la Federal Reserve statunitense e la Banca centrale europea, che hanno affermato che manterranno o addirittura aumenteranno il ritmo dell’acquisto di obbligazioni. La Fed dovrebbe prendere una decisione sui tassi di interesse mercoledì.

Una riduzione degli acquisti da parte della Bank of Canada potrebbe essere di supporto al dollaro canadese, che è stata la valuta del G10 più performante quest’anno, con un guadagno di circa il 2% rispetto al dollaro USA. La banca centrale ha dichiarato questo mese che la valuta è stata relativamente stabile rispetto al dollaro USA.

Potrebbe anche attenuare la preoccupazione che la banca centrale stia prendendo una fetta troppo grande del mercato obbligazionario canadese. La sua quota è di circa il 40%, mentre la Fed possiede meno del 30% di note e obbligazioni del Tesoro USA.

Gli strateghi delle sei maggiori banche canadesi si aspettano che la Bank of Canada tagli in aprile la quantità di obbligazioni che acquista ogni settimana a $ 3 miliardi da $ 4 miliardi, con aspettative di un taglio che riceverà una spinta dal rapporto sul lavoro di successo di venerdì.

“Ci aspettiamo che la riduzione degli acquisti di asset ad aprile coinciderà con una minore emissione di nuove emissioni da parte del governo”, ha affermato Josh Nye, economista senior presso la Royal Bank of Canada.

Previsioni aggiornate per il 1 ° trimestre

Si prevede che il governo federale emetterà meno obbligazioni nel prossimo anno fiscale rispetto al 2020-2021, quando gestì un disavanzo di bilancio storicamente ampio, stimato al 17,5% del PIL, per sostenere l’economia. Una riduzione dell’offerta tende a ridurre la pressione al rialzo sui costi di finanziamento.

La Banca del Canada ha dichiarato di non avere commenti. Mercoledì scorso, ha aggiornato le sue previsioni per il primo trimestre, affermando che l’economia si stava dimostrando più resistente a una seconda ondata di infezioni da COVID-19 del previsto e ha segnalato che ridurrà i suoi acquisti mentre continua a guadagnare fiducia nella forza della ripresa.

La campagna di vaccinazione del Canada è rimasta indietro rispetto ad altri paesi, ma il prezzo del petrolio e alcune delle altre materie prime prodotte dal Canada hanno beneficiato di migliori prospettive di crescita globale.

La Bank of Canada ha già ridotto il ritmo degli acquisti una volta – dai 5 miliardi di dollari dello scorso ottobre, quando ha anche modificato la composizione dei suoi acquisti per puntare a obbligazioni più a lungo termine, mantenendo almeno lo stesso stimolo di prima.

La maggioranza dei sei strateghi prevede un ulteriore allungamento delle scadenze delle obbligazioni acquistate, che potrebbe appoggiarsi al recente aumento dei tassi a lungo termine.

“La Bank of Canada avrebbe dovuto cogliere l’opportunità di ridurre gli acquisti di obbligazioni lo scorso mercoledì, ma avrà bisogno di argomenti molto forti se deciderà di passare di nuovo in aprile”, ha detto Derek Holt, vicepresidente dell’economia dei mercati dei capitali di Scotiabank in una nota.

#Banca #del #Canada #probabilmente #taglierà #gli #acquisti #obbligazioni #mese #prossimo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *