La Cina si muove per rafforzare il controllo sul sistema elettorale di Hong Kong

Visualizzazioni: 15
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 11 Secondo

La legislatura cerimoniale cinese giovedì ha approvato l’ultima mossa del Partito Comunista per rafforzare il controllo su Hong Kong riducendo il ruolo del suo pubblico nella scelta dei leader della regione.

La misura si aggiunge a un giro di vite contro le proteste a Hong Kong dal 2019 che chiedono una maggiore democrazia. Ciò ha portato a lamentele che Pechino stia erodendo l’autonomia promessa quando Hong Kong tornerà in Cina nel 1997, danneggiando il suo status di centro finanziario globale.

Il Congresso nazionale del popolo ha votato 2.895-0, con un’astensione, per sostenere i cambiamenti che darebbero a un comitato pro-Pechino il potere di nominare più legislatori di Hong Kong, riducendo il numero eletto dal pubblico. I delegati sostengono regolarmente i piani del partito con voto unanime o maggioranza schiacciante.

Il presidente Xi Jinping e altri leader del partito si sono seduti sul palco di fronte ai delegati mentre votavano elettronicamente. L’NPC non ha poteri reali, ma il partito usa il suo breve incontro annuale, l’evento politico di più alto profilo dell’anno, per mostrare le principali iniziative.

I cambiamenti ad Hong Kong darebbero a un comitato pro-Pechino il potere di nominare più legislatori, riducendo il numero di eletti dal pubblico. I dettagli devono ancora essere annunciati, ma le notizie di Hong Kong dicono che la commissione potrebbe scegliere un terzo dei legislatori.

I sostenitori di 47 attivisti pro-democrazia accusati di cospirazione per commettere luci di telefoni cellulari con onde di sovversione fuori da un tribunale di Hong Kong il 5 marzo. Quattro dei 47 attivisti sono stati rilasciati su cauzione quel giorno. (Vincent Yu / The Associated Press)

Il governo continentale ha respinto le denunce che sta erodendo l’autonomia di Hong Kong e afferma che i cambiamenti sono necessari per proteggere la stabilità della regione.

Sempre giovedì, l’NPC ha approvato l’ultimo progetto di sviluppo quinquennale del partito al governo. Chiede di intensificare gli sforzi per trasformare la Cina in un creatore di tecnologia più autosufficiente, una mossa che minaccia di peggiorare le tensioni con Washington e l’Europa sul commercio e l’accesso al mercato.

L’anno scorso, il partito ha utilizzato la sessione dell’NPC per imporre una legge sulla sicurezza nazionale a Hong Kong in risposta alle proteste iniziate nel 2019. In base a tale legge, 47 ex legislatori e altre figure pro-democrazia sono stati arrestati con accuse di sovversione che comportano un possibile pena massima dell’ergastolo.

Domenica, il ministro degli Esteri Wang Yi ha difeso i cambiamenti a Hong Kong necessari per proteggere la sua autonomia e difendere la sua “transizione dal caos alla governance”.

#Cina #muove #rafforzare #controllo #sul #sistema #elettorale #Hong #Kong

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *