La mancanza di concorrenza è il jolly nei campionati mondiali di pattinaggio di figura

Visualizzazioni: 17
0 0
Tempo per leggere:5 Minuto, 43 Secondo

Sono passati due anni da quando i pattinatori di figura hanno avuto un campionato del mondo e un anno senza competizioni internazionali.

Ma tutto cambia il 22 marzo con l’inizio dei campionati mondiali di pattinaggio di figura di quest’anno a Stoccolma, in Svezia.

L’evento sta andando avanti nonostante COVID-19 sia ancora un fattore importante in molti paesi partecipanti. E sebbene non sia richiesta una quarantena all’arrivo in Svezia, gli atleti saranno testati prima di partire, ancora una volta all’arrivo e saranno in una bolla mentre continueranno a essere testati durante i sei giorni di competizione.

I protocolli COVID-19 non sono l’unica cosa che rende unico questo campionato del mondo. Poiché ogni paese è stato colpito dalla pandemia in modo diverso, i pattinatori entrano in competizione con diversi livelli di preparazione. Ad esempio, la Russia ha visto meno restrizioni rispetto alla maggior parte dei paesi, quindi i pattinatori hanno gareggiato abbastanza regolarmente, anche se a livello nazionale, per tutta la stagione. Confronta questo con i pattinatori canadesi che hanno visto più blocchi e hanno affrontato diverse restrizioni in sospeso nella loro provincia, impedendo loro di allenarsi. I Canadian National sono stati cancellati e l’unica competizione dell’anno scorso si è svolta virtualmente.

Getta i titoli mondiali e i posti di qualificazione per le Olimpiadi di Pechino del prossimo anno nel mix ed è sicuro di dire che questo campionato del mondo è diverso da qualsiasi altro.

  • Lo spettacolo di pattinaggio di figura sarà trasmesso in diretta sul canale YouTube di CBC Sports subito dopo ogni breve programma # stockholm2021. Unisciti agli host Dylan & Asher e agli ospiti speciali mentre reagiscono, forniscono informazioni e versano il tè sui mondi

GUARDA | Anteprima dei campionati:

Jacqueline Doorey analizza i prossimi campionati mondiali di pattinaggio di figura con la star di “That Figure Skating Show”, Asher Hill. 5:27

Danza sul ghiaccio

Con i campioni del mondo in carica Gabriella Papadakis e Guillaume Cizeron dalla Francia che rinunciano a questa stagione per prepararsi alle Olimpiadi, la possibilità di un titolo mondiale non è mai stata migliore per i canadesi Piper Gilles e Paul Poirier. Il duo, che si allena a Toronto, ha visto un incredibile successo prima della chiusura sportiva con un oro a Skate America e un argento sia alla Rostelecom Cup che al Four Continents Championship. Inoltre, tornano con i loro programmi 2019-20: il loro freeskate da Joni Mitchell Adesso entrambi i lati essendo uno dei preferiti dai fan, quindi aspettati una performance ispirata, non importa cosa. Ma a seconda di quanto sia scivoloso il ghiaccio quel giorno, le squadre americana e russa potrebbero benissimo salire sul podio. Quindi aspettati una gara serrata.

Canadesi da guardare: La danza sul ghiaccio è il miglior evento del Canada e il paese invierà tre squadre, con il secondo posto che va a Laurence Fournier-Beaudry e Nikolaj Sorensen. La coppia di Montreal non si vede a livello internazionale da oltre un anno a causa di un infortunio al ginocchio che Sorensen ha subito nel 2019, che ovviamente è stato seguito dalla pausa pandemica. Saranno raggiunti da Marjorie Lajoie e Zachary Lagha, che si allenano anche a Montreal e sono alla loro seconda stagione senior e stanno vivendo il loro primo campionato mondiale senior.

La competizione maschile dovrebbe ancora scendere a una battaglia tra l’americano Nathan Chen, a destra, e il giapponese Yuzuru Hanyu, a sinistra. (Associated Press)

Uomini

È una battaglia tra giganti: il giapponese Yuzuru Hanyu contro l’americano Nathan Chen. Questi due sono i pattinatori maschi più dominanti al mondo, ognuno fantastico sia dal punto di vista artistico che tecnico di questo sport. Hanyu, 26 anni, è un pattinatore più anziano che è condizionato e l’asma a volte lo trattiene, ma l’anno libero potrebbe avergli dato gambe fresche. E dal momento che non ha gareggiato in questa stagione per evitare COVID-19, i mondi saranno il primo sguardo a lui in oltre un anno. D’altra parte Chen, 21 anni, è un giovane fenomeno che è stato campione del mondo nel 2018 e nel 2019, quindi senza dubbio sta cercando di renderlo un triplice.

Canadesi da guardare: Nonostante avesse più pattinatori di talento come Nam Nguyen e Roman Sadovsky che potevano essere competitivi ai mondi, il Canada aveva solo un posto di quota che andava a Keegan Messing. Il 29enne vive e si allena in Alaska e questo sarà il terzo campionato mondiale del veterano e senza dubbio spera di vincere la sua prima medaglia mondiale. Ma gli elementi tecnici stanno diventando più difficili e più comuni, quindi Messing dovrà atterrare tutti i suoi quad e triple per essere competitivo.

Donne

Sembra che la Russia possa conquistare il podio, anche con la campionessa della finale del Gran Premio 2020 Alena Kostornaia incapace di competere a causa di infortuni e malattie. Ma Anna Shcherbakova, Alexandra Trusova ed Elizaveta Tuktamysheva sono tutte sul ponte e hanno le capacità tecniche per spazzare via l’evento. Tuttavia, la giapponese Rika Kihira e la Corea del Sud Young You potrebbero intrufolarsi sul podio. Aspettatevi di vedere molti quad e tripli axel poiché l’evento femminile è più tecnico che mai.

Madeline Schizas di Milton, Ont., È una delle giovani pattinatrici che gareggiano nei loro primi mondi. (Nathan Denette / Canadian Press)

Canadesi da guardare: Il programma canadese di pattinaggio femminile è in fase di costruzione. Questo sarà il primo campionato mondiale senior di Madeline Schizas ed Emily Bausback. Schizas, che ha 18 anni e si allena a Milton, Ontario, ha vinto la recente Skate Canada Virtual Challenge e vuole pattinare due programmi di record personali in Svezia. Bausback, anche lei 18 anni, si allena a Burnaby, BC e cercherà di ricreare il fuoco che l’ha aiutata a diventare campionessa nazionale nel 2019. Quindi i mondi saranno uno sguardo al prossimo capitolo del pattinaggio femminile canadese.

Coppie

Una coppia canadese potrebbe ottenere la sua prima medaglia mondiale. Kirsten Moore-Towers (28) e Michael Marinaro (29) si allenano a Oakville, Ontario, e pattinano insieme dal 2014. Si dirigono verso i mondi con due programmi molto solidi ma dovranno pattinare al meglio per battere le squadre russe ei favoriti della medaglia d’oro Sui Wenjing e Han Cong dalla Cina. Sarà più facile a dirsi che a farsi considerando la loro mancanza di opportunità di competizione quest’anno, tuttavia, i due hanno affermato di non essersi mai allenati più duramente nella loro carriera e di sentirsi fiduciosi.

Canadesi da guardare: Evelyn Walsh (19) e Trennt Michaud (24) si uniranno a Moore-Towers e Marinao in rappresentanza del Canada. La coppia si allena a Brantford, Ontario, e questo è il loro primo mondo senior. Moore-Towers ha detto che le piacerebbe piazzarsi bene nei mondi per aiutare le possibilità del Canada in due posti per le quote per Pechino 2022, nella speranza che Marsh e Michaud avranno l’opportunità di andare ai loro primi Giochi il prossimo anno.

#mancanza #concorrenza #jolly #nei #campionati #mondiali #pattinaggio #figura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *