La staffetta della torcia di 121 giorni attraverso il Giappone inizia prima delle Olimpiadi di Tokyo in ritardo

Visualizzazioni: 19
0 0
Tempo per leggere:2 Minuto, 7 Secondo

La staffetta della torcia per le Olimpiadi di Tokyo posticipate ha iniziato giovedì il suo viaggio di 121 giorni attraverso il Giappone ed è diretta verso la cerimonia di apertura a Tokyo il 23 luglio.

La staffetta è iniziata nella prefettura nord-orientale di Fukushima, l’area devastata dal terremoto del 2011, dallo tsunami e dallo scioglimento di tre reattori nucleari. Circa 18.000 sono morti nella tragedia,

La prima runner con la torcia è stata Azusa Iwashimizu, una giocatrice della squadra giapponese che ha vinto la Coppa del Mondo femminile nel 2011.

La cerimonia di apertura per l’inizio della staffetta si è tenuta al J-Village, un sito di allenamento di calcio. La cerimonia è stata chiusa al pubblico per paura di diffondere COVID-19, ma è stata trasmessa dalla televisione nazionale.

Ai fan è stato detto di allontanarsi dai social lungo la strada al passaggio della torcia e devono astenersi dal tifare ad alta voce. Gli organizzatori hanno detto che interromperanno o cambieranno il percorso della staffetta se l’affollamento diventa un problema durante i quattro mesi della parata.

La staffetta è un grande banco di prova per le prossime Olimpiadi con il timore tra il pubblico che l’evento possa diffondere il virus nelle zone rurali e più isolate del paese. Le vaccinazioni non sono state ancora distribuite in Giappone al grande pubblico. Circa 9.000 morti nel paese sono state attribuite a COVID-19.

Si prevede che parteciperanno circa 10.000 corridori, con la staffetta che toccherà le 47 prefetture del Giappone.

La staffetta è un preludio alle difficoltà che le Olimpiadi e le Paralimpiadi presenteranno con 15.400 atleti che entreranno in Giappone, insieme a migliaia di altri funzionari, giudici, VIP, media e emittenti.

Gli organizzatori hanno annunciato pochi giorni fa che ai fan dall’estero sarà vietato partecipare alle Olimpiadi e alle Paralimpiadi. Anche la maggior parte dei volontari dall’estero è stata esclusa.

Gli organizzatori locali e il Comitato Olimpico Internazionale sperano che la staffetta trasformi l’opinione pubblica giapponese a favore delle Olimpiadi. I sentimenti espressi finora nei sondaggi in Giappone sono prevalentemente negativi con circa l’80% che suggerisce un altro ritardo o cancellazione.

Sia la staffetta che le Olimpiadi suscitano il timore che gli eventi possano diffondere il virus. C’è anche opposizione al costo vertiginoso dell’organizzazione delle Olimpiadi, ora ufficialmente fissato a 15,4 miliardi di dollari USA. Diversi audit suggeriscono che è il doppio e uno studio dell’Università di Oxford afferma che queste sono le Olimpiadi più costose mai registrate.

#staffetta #della #torcia #giorni #attraverso #Giappone #inizia #prima #delle #Olimpiadi #Tokyo #ritardo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *