La star del pugilato Claressa Shields è tornata per una carta storica e sta combattendo un canadese

Visualizzazioni: 27
0 0
Tempo per leggere:6 Minuto, 18 Secondo

Questo è un estratto da The Buzzer, la newsletter quotidiana di CBC Sports. Rimani aggiornato su ciò che sta accadendo nello sport iscrivendoti qui.

Un canadese sta combattendo uno dei migliori pugili del mondo

L’americana Claressa Shields è diventata famosa alle Olimpiadi del 2012, dove ha vinto l’oro dei pesi medi all’età di 17 anni. Si è ripetuta come campionessa olimpica nel 2016 e ha anche vinto un paio di titoli dei pesi medi ai campionati mondiali di boxe durante la sua carriera amatoriale stellare.

Da quando è diventata professionista alla fine del 2016, Shields ha vinto tutti e 10 i suoi combattimenti e conquistato titoli in tre diverse classi di peso. Oltre ad essere l’attuale campionessa indiscussa dei pesi medi (160 libbre), la 25enne detiene anche le cinture dei pesi medi leggeri (154 libbre) delle donne WBC e WBO. ESPN e L’anello entrambi la classificano come la seconda miglior boxer femminile al mondo.

Venerdì sera nella sua città natale di Flint, Michigan, Shields salirà sul ring per la prima volta in 14 mesi. La sua avversaria è una canadese Marie-Eve Dicaire di 34 anni, che è 17-0 da professionista e attualmente detiene il titolo IBF dei pesi medi leggeri. L’incontro unificherà le varie cinture dei pesi medi leggeri dei due combattenti, e il vacante WBA e L’anello anche i titoli sono in palio.

Anche la Shields si sta mettendo in gioco. Lei e il suo manager hanno messo insieme personalmente la carta di venerdì sera, che viene pubblicizzata come il primo evento di boxe pay-per-view tutto al femminile. L’evento principale di Shields-Dicaire è il primo incontro femminile a essere protagonista di un pay-per-view di boxe da quando Laila Ali (figlia di Muhammad Ali) ha combattuto Jacqui Frazier-Lyde (figlia di Joe Frazier) nel 2001.

Come questa storia di Michael Rothstein di ESPN spiega, Shields ha deciso di intraprendere la strada del fai da te dopo essere diventata sempre più frustrata con il suo partner di trasmissione Showtime. Sentiva che la rete via cavo non le offriva le stesse opportunità di alcuni dei suoi famosi pugili maschi.

Allo stesso tempo, ha notato che le arti marziali miste fanno un lavoro migliore nel mettere in mostra le sue stelle femminili (esempio calzante: l’evento co-principale sulla carta UFC 259 di questo sabato è un incontro per il titolo dei pesi piuma femminile tra la campionessa Amanda Nunes e la sfidante Megan Anderson). Quindi Shields sta diventando un atleta a due sport. Recentemente ha firmato un accordo con la Professional Fighters League che la vedrà fare due attacchi di MMA quest’anno, e ha anche in programma di combattere due volte sul ring. L’incontro che tutti vorrebbero vedere è Shields vs.Irlanda Katie Taylor, la campionessa indiscussa in carica dei pesi leggeri e il pugile femminile numero 1 libbra per libbra di consenso nel mondo. È un po ‘complicato, però, perché Shields dovrebbe abbassarsi un po’ di peso per combattere.

Per quanto riguarda le possibilità di Dicaire di rovinare la grande serata di Shields con un turbamento, beh, non sembrano grandiose. Il canadese è un buon combattente (L’anello la classifica al secondo posto al mondo dietro Shields nella divisione dei pesi medi leggeri) e il suo record di 17-0 sembra impressionante. Ma non ha mai combattuto al di fuori della sua provincia natale, il Quebec, e ora sta andando dritta nel cortile di un avversario che è di nove anni più giovane e più talentuoso.

In qualità di esperto di lotta residente di CBC Sports Cole Shelton (seguilo su Twitter qui) notato quando abbiamo parlato di questo matchup, outpoints Shields oltre 10 round è un compito arduo per Dicaire. Quindi un knockout a sorpresa è probabilmente la strada migliore per la vittoria per il canadese. Sfortunatamente, non sembra avere quel tipo di potere di arresto. Tutti i 17 dei suoi combattimenti professionisti sono andati lontano. Di conseguenza, le attuali probabilità di scommessa implicano che Dicaire abbia solo il 13% circa di possibilità di battere Shields. Ma vincere, perdere o pareggiare, avere semplicemente l’opportunità di combattere nell’evento principale di questa storica carta – e farlo contro uno dei migliori al mondo – è un grosso problema per Dicaire e per la boxe canadese.

La canadese Marie-Eve Dicaire è classificata come peso medio leggero delle donne n. 2 al mondo. (Mathieu Belanger / Getty Images)

Velocemente…

I Raptors saranno molto shorthanded stasera. Cinque giocatori di Toronto: i titolari Fred VanVleet, Pascal Siakam e OG Anunoby; riserve Patrick McCaw e Malachi Flynn – più l’allenatore Nick Nurse e cinque dei suoi assistenti salteranno la partita di stasera contro Detroit come parte dei protocolli di salute e sicurezza della NBA. Questo è solo l’ultimo dei problemi relativi al coronavirus dei Raptors, iniziato la scorsa settimana quando Siakam, Nurse e cinque assistenti allenatori hanno saltato la partita di venerdì contro Houston. La partita di domenica contro Chicago è stata rinviata, e la partita di martedì contro Detroit è stata rinviata a stasera a causa di ciò che la lega ha dichiarato essere “risultati dei test positivi e tracciamento dei contatti in corso all’interno dell’organizzazione Raptors”. Per fortuna, la partita di domani sera a Boston è l’ultima di Toronto prima della pausa delle stelle, che dura un’intera settimana. Leggi di più sui problemi dei Raptors qui.

E infine…

Domanda curiosa: quale squadra NHL detiene il record per il maggior numero di gol segnati in una partita?

Devo essere una delle squadre degli Oilers degli anni ’80, giusto? Forse i pinguini dei primi anni ’90 di Lemieux? O il leggendario Habs del ’76 -77?

No, in realtà sono i Canadiens del 1919-20, che in questa data 101 anni fa hanno battuto i Quebec Bulldogs 16-3 per stabilire un record di gol in partita singola che non è mai stato eguagliato Bollettino mattutino di CBC News per quel fattoide). L’attaccante Newsy Lalonde e il difensore Harry Cameron hanno segnato quattro volte ciascuno, e anche gli attaccanti Odie Cleghorn e Didier Pitre hanno avuto triplette. Il leggendario Georges Vezina era in rete per i Canadiens quella notte. La stella del Quebec Joe Malone, che circa un mese prima aveva segnato sette gol in una partita per stabilire un record NHL che è ancora valido, è stato tenuto a un solo gol.

Potrebbe sorprenderti sapere che 1919-20 è stata la stagione con il punteggio più alto nella storia della NHL in termini di gol medi a partita. Montreal ha anche segnato 14 e 12 gol in gare separate quell’anno, e le squadre hanno segnato una media di 4,79 gol a partita (per confronto, la scorsa stagione era di 3,02). Potrebbe anche sorprenderti sapere che, fino ad oggi, le quattro stagioni con il punteggio più alto nella storia della NHL lo sono ancora i primi quattro – dal 1917-18 al 1920-21.

Proveniente da CBC Sports

Snowboard cross: Guarda il primo dei due set di gare di Coppa del Mondo maschile e femminile in Georgia giovedì dalle 2-3: 30 ET su CBCSports.ca e sull’app CBC Sports. Il secondo set va venerdì alla stessa ora. Il canadese Eliot Grondin è secondo nella classifica della stagione maschile con una sola sosta in Coppa del Mondo rimasta dopo questa.

Campionati mondiali di sci nordico: Guarda la staffetta di sci di fondo femminile 4×5 km giovedì alle 7:15 ET su CBCSports.ca e l’app CBC Sports.

Sei al passo. Ottieni The Buzzer nella tua casella di posta ogni giorno della settimana iscrivendoti di seguito.



#star #del #pugilato #Claressa #Shields #tornata #una #carta #storica #sta #combattendo #canadese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *