L’accusatore del governatore di New York Andrew Cuomo parla con gli investigatori per 4 ore

Visualizzazioni: 7
0 0
Tempo per leggere:5 Minuto, 1 Secondo

Mentre il governatore di New York Andrew Cuomo ha cercato di tornare all’attività di governo lunedì, uno dei suoi accusatori di molestie sessuali ha incontrato tramite Zoom per più di quattro ore gli investigatori che lavoravano per l’ufficio del procuratore generale dello stato.

Durante l’intervista, Charlotte Bennett ha rivelato nuovi dettagli sul comportamento di Cuomo e quello che ha detto essere un “ambiente di lavoro sessualmente ostile”, secondo il suo avvocato, inclusa una dichiarazione che il governatore ha fatto spesso osservazioni suggestive sulle dimensioni delle sue mani.

“Una delle nuove informazioni che sono venute alla luce oggi è stata la preoccupazione del Governatore per le dimensioni della sua mano e ciò che la grande dimensione delle sue mani indicava a Charlotte e agli altri membri del suo staff”, ha detto in una dichiarazione il suo avvocato, Debra Katz.

Bennett ha anche fornito agli investigatori 120 pagine di documenti per confermare le sue accuse, secondo Katz.

Bennett, 25 anni, è una delle tante donne che hanno accusato Cuomo di molestie sul posto di lavoro. Alcuni hanno detto che Cuomo li ha umiliati con soprannomi di animali domestici o osservazioni oggettivanti sul loro aspetto, li ha sottoposti a baci e tocchi indesiderati o ha chiesto loro della loro vita sessuale. Alcuni, tra cui Bennett, hanno affermato di credere che il governatore stesse indagando sul loro interesse per una relazione sessuale.

Cuomo affronta anche l’accusa di aver palpato un membro dello staff femminile sotto la sua maglietta dopo averla convocata nella villa del governatore ad Albany alla fine dell’anno scorso.

Norah O’Donnell, a sinistra, intervista Charlotte Bennett, ex assistente del governatore di New York Andrew Cuomo, durante il CBS Evening News con Norah O’Donnell il 4 marzo. (Adam Verdugo / CBS News / The Associated Press)

Le affermazioni hanno portato un coro di colleghi democratici di Cuomo a chiedere le sue dimissioni, compresi, venerdì, entrambi i senatori statunitensi di New York.

Anche se è rimasto oscurato dallo scandalo, Cuomo ha cercato di andare avanti e proiettare la normalità.

L’Assemblea statale apre l’indagine sull’impeachment

Lunedì è apparso in un sito di vaccinazione a Long Island e ha parlato dell’importanza di ottenere un nuovo bilancio statale entro la scadenza del 1 aprile – uno che ha detto essere fondamentale per rimettere in piedi lo stato.

Questo è un processo che normalmente comporta intense negoziazioni e accordi tra Cuomo ei due massimi leader nella legislatura.

Quest’anno, tuttavia, Cuomo dovrà negoziare con persone che gli hanno chiesto di dimettersi. Più di 130 legislatori statali hanno detto che Cuomo dovrebbe dimettersi, incluso il leader della maggioranza al Senato Andrea Stewart-Cousins. L’Assemblea statale ha aperto un’indagine sull’impeachment.

“La maggioranza della legislatura ha chiesto la sua impeachment o le dimissioni”, ha detto il professore di scienze politiche del Baruch College Doug Muzzio. “Quindi voglio dire, sai, come puoi lavorare con un legislatore composto dai suoi antagonisti? Non funziona.”

Il presidente dell’assemblea Carl Heastie ha detto che ci avrebbe provato.

“Ho intenzione di procedere come se fosse una normale trattativa”, ha detto.

Il senatore John Liu, un democratico del Queens nel comitato finanziario del Senato, ha detto che le accuse che circondano Cuomo hanno distratto lui e i legislatori. Ha detto che i Democratici che ora hanno le maggioranze a prova di veto sperano che Cuomo sosterrà gli sforzi a lungo in stallo per legalizzare la marijuana e aumentare le tasse sui newyorkesi che guadagnano più di un milione di dollari.

“Il governatore è chiaramente distratto e questo non aiuterà la sua posizione”, ha detto Liu. “Come minimo, sta affrontando indagini serie e chiede le sue dimissioni. Niente di tutto ciò si aggiunge alla sua posizione negoziale”.

GUARDA | Il governatore di New York Andrew Cuomo si scusa, ma non si dimette:

Il governatore di New York Andrew Cuomo si è scusato, ma ha rifiutato di dimettersi, dopo che tre donne lo hanno accusato di molestie sessuali. È stata avviata un’indagine sulle accuse che potrebbe dare un colpo fatale alla sua carriera. 2:11

Il senatore Brad Hoylman, un democratico di Manhattan, ha detto che le discussioni sul budget con lo staff di Cuomo sono in corso e ha definito la dinamica generale “a dir poco imbarazzante”.

“Non capita tutti i giorni che tu ei tuoi colleghi chiediate al capo del vostro partito di dimettersi e procedere con una negoziazione”, ha detto Hoylman, che presiede la commissione giudiziaria del Senato e fa parte della sua commissione finanziaria. “Penso anche che spieghi perché così tanti di noi sono preoccupati per questi scandali vorticosi e per la capacità dell’esecutivo di gestire questa situazione”.

Il procuratore generale la scorsa settimana ha nominato un ex procuratore federale, Joon Kim, e l’avvocato per la discriminazione sul lavoro Anne Clark per guidare l’indagine Cuomo. Hanno pieno potere di citazione e documenteranno le loro scoperte in un rapporto pubblico.

Affronta l’esame accurato della casa di cura

Cuomo, un democratico, ha detto che “collaborerà pienamente”. Il suo ufficio non ha immediatamente commentato lunedì quando gli è stato chiesto del colloquio di Bennett con gli investigatori.

L’indagine del procuratore generale è in cima al controllo che Cuomo sta affrontando da parte dei procuratori federali che stanno esaminando come la sua amministrazione ha gestito i dati sui focolai di COVID-19 nelle case di cura.

Daniel Feldman, professore del John Jay College of Criminal Justice, che ha servito come legislatore statale dal 1981 al 1998, ha detto che il governatore si trova nella difficile posizione di aver bisogno del sostegno politico di una legislatura che ha sempre più affermato di aver perso la capacità di guidare.

Ha indicato l’ex governatore di New York Eliot Spitzer, che ha lasciato nel 2008 dopo aver ammesso di aver pagato per fare sesso con le prostitute.

“All’epoca si diceva che se Spitzer avesse mantenuto rapporti cordiali con la maggioranza della legislatura, non si sarebbe dimesso e se fosse stato messo sotto accusa non sarebbe stato condannato”, ha detto Feldman.

Cuomo ha insistito sul fatto che non si lascerà distrarre e non si dimetterà.

#Laccusatore #del #governatore #York #Andrew #Cuomo #parla #con #gli #investigatori #ore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *