Le donne forniscono il test di successo della bolla di curling di Calgary davanti a Brier

Visualizzazioni: 13
0 0
Tempo per leggere:3 Minuto, 18 Secondo

Tutti i sistemi sono validi per il campionato canadese di curling maschile dopo che le donne hanno dimostrato che il curling d’élite può verificarsi in una pandemia.

Curling Canada afferma che nessuno è risultato positivo al virus COVID-19 durante lo Scotties Tournament of Hearts che si è concluso domenica a Calgary.

In un’arena senza spettatori, la squadra di Kerri Einarson di Gimli, Man., Ha rivendicato un secondo titolo consecutivo.

“All’inizio della settimana abbiamo detto che se avessimo mandato tutti a casa sani, allora avremmo fatto il nostro lavoro”, ha detto Nolan Thiessen di Curling Canada, che tra i suoi numerosi titoli è direttore della presentazione dell’evento, dell’innovazione e del collegamento con gli atleti.

“Le donne che sono venute e hanno partecipato sono state fantastiche. Hanno preso tutto sul serio. Hanno semplicemente fatto tutto il necessario per assicurarsi di poter competere.

“Prova di concetto. Hanno dimostrato che si può fare. Spetta a tutti gli altri che scendono nella bolla per fare quello che dobbiamo fare”.

Circa 500 test in loco sono stati condotti durante gli Hearts senza test positivi, ha detto Thiessen lunedì

Primo di 4 eventi di Curling Canada nella bolla di Calgary

The Hearts è stato il primo di quattro eventi di Curling Canada trasferiti a Calgary in un modello di città hub che ha separato i partecipanti dal pubblico in generale.

Gli uomini iniziano ad arrivare martedì a Calgary per il campionato nazionale maschile, il Tim Hortons Brier, che aprirà venerdì al Markin MacPhail Center di WinSport.

Il campo da 35 squadre per la nazionale di doppio misto dal 18 al 25 marzo sarà annunciato martedì. Il campionato del mondo maschile segue dal 3 all’11 aprile.

Un paio di tornei del Grande Slam, di proprietà di Rogers Sportsnet, sono previsti anche per Calgary ad aprile.

Le donne erano confinate nell’arena e nel loro hotel su entrambi i lati della Trans-Canada Highway, all’estremità occidentale di Calgary, e si facevano avanti e indietro con le auto a noleggio.

Hanno acquistato test e autoisolamento prima e dopo l’arrivo a Calgary, controlli regolari della temperatura, maschere obbligatorie fuori dal ghiaccio e nessuna socializzazione in hotel con altre squadre senza alzare gli occhi al cielo o sospirare, ha detto Thiessen.

Le donne hanno accettato che Curling Canada avesse bisogno di fare ciò che Alberta Health richiedeva per potersi arricciare.

“Ci sono stati momenti in cui dicevano ‘oh, cosa dovremmo fare qui?’ ma non in modo negativo “, ha detto Thiessen.

GUARDA | Einarson vince il 2 ° Scotties consecutivo:

Gimli, Kerri Einarson del Manitoba e il Team Canada hanno vinto il loro secondo Scotties Tournament of Hearts con una vittoria per 9-7 su Rachel Homan e il Team Ontario. 0:57

“Abbiamo un ufficiale medico capo in loco e loro sono responsabili di quel pezzo. Non era una persona curling che prende una decisione medica.

“Ogni volta che abbiamo detto loro qualcosa di legato alla salute e alla sicurezza, sapevano che eravamo noi a trasmettere le informazioni”.

Il terzo attacco di intossicazione alimentare di Jo-Ann Rizzo nei Territori del Nordovest nella prima notte del torneo è stato un test di alcuni protocolli pandemici.

Mentre il CMO era convinto che fosse un mal di stomaco, Rizzo è stato comunque testato. Lei ei suoi compagni di squadra sono rimasti isolati nelle loro stanze tutto il giorno in attesa del risultato.

La partita della NWT contro il Canada quel giorno è stata rinviata di due giorni a quella che era una mattinata libera per tutte le squadre.

“Ha sicuramente dimostrato una buona ragione per cui abbiamo tenuto aperto un pareggio a metà settimana”, ha detto Thiessen. “Ha mostrato una buona ragione per quali erano i nostri protocolli e perché mettiamo la sicurezza al primo posto.

“Non ci aspettiamo di fare tutto questo ogni giorno andando esattamente secondo i piani e non ci sono problemi di salute. Non è stato il caso di nessuno sport”.

#donne #forniscono #test #successo #della #bolla #curling #Calgary #davanti #Brier

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *