Le nuove escape room? Cacce al tesoro nella vita reale punteggiano il paese, se sai dove guardare

Visualizzazioni: 4
0 0
Tempo per leggere:5 Minuto, 59 Secondo

Dopo un lungo inverno di incontri virtuali e misure casalinghe per fermare la diffusione del COVID-19, canadesi e americani si stanno muovendo all’aperto per una caccia di taglie nella vita reale.

In Manitoba, la mania del geocaching si è trasformata in un hobby per almeno 4.000 nuovi membri l’anno scorso, afferma Nathan Kachur, presidente della Manitoba Geocaching Association. Si tratta di un aumento dal 30 al 40 per cento rispetto a tre anni prima della pandemia.

Il geocaching implica la ricerca di piccoli pacchetti chiamati cache che sono nascosti da altri giocatori e registrati con coordinate GPS o altri indizi. I pacchi possono essere nascosti ovunque: nel profondo di una foresta, sul marciapiede di una città o in cima a uno scivolo di un parco giochi.

All’interno dei depositi, le persone scoprono giocattoli o ninnoli economici da scambiare e un diario di bordo per firmare il proprio nome. Le scatole devono essere posizionate esattamente dove sono state trovate.

“E ‘stato sicuramente uno sport o un’attività molto geniale”, ha detto Kachur del geocaching prima della pandemia.

In mezzo alla pandemia COVID-19, questa forma di caccia al tesoro è cresciuta in popolarità, almeno in parte perché è fatta all’aperto, può essere fatta da soli o con la famiglia, è divertente per tutte le età e non richiede molta attrezzatura, dice Kachur .

“Con il passare del tempo, l’evoluzione degli smartphone lo ha reso decisamente più accessibile”, ha affermato.

GUARDA | I geocacher in cerca di avventure di Manitoban:

Richiedendo poche attrezzature e costi minimi, il geocaching è diventato una via accessibile per i Manitoban per uscire all’aperto e trovare la libertà, in un momento in cui il coronavirus li terrebbe chiusi all’interno. 0:58

Jordan McPeek utilizza il geocaching dal 2008 e ha registrato più di 4.500 nascondigli intorno a Manitoba e oltre.

“È qualcosa che ti fa uscire e ti rende attivo. Per uno come me, aiuta a fornire una motivazione per uscire”, ha detto a Marjorie Dowhos della CBC.

Soldi freddi e duri

Nel frattempo, a sud del confine, da qualche parte nello stato del Maine, c’è una scorta nascosta di $ 20.000 USA che i cercatori di tesori sono invitati a trovare.

I creatori della caccia al tesoro e la società dietro la caccia, Dirigo Treasures LLC, sono Kurt e Kelly Stokes di Newcastle, riporta il Lincoln County News. Ci sono voluti tre anni per organizzare e impacchettare l’elaborato gioco a nascondino.

“Abbiamo creato il gioco per celebrare i 200 anni di statualità del Maine”, ha detto al giornale Kurt Stokes. “Quale modo migliore per celebrare il Maine che portare le persone fuori di casa, fuori dalla loro città ed esplorare parti dello stato di cui non avrebbero mai saputo l’esistenza?”

Trovare il tesoro di Dirigo comporterà la risoluzione di un segreto, un indovinello e un puzzle. Iniziare significa acquistare un mazzo di carte o flash card per $ 19,99 o $ 39,99, con un dollaro da ogni vendita che va alla Maine Cancer Foundation.

La coppia ha assicurato che la ricerca del tesoro nascosto è legale, etica e responsabile dal punto di vista ambientale.

“Abbiamo rispettato i principi di non lasciare traccia”, ha detto Kurt Stokes.

Pirati di Toronto con un vantaggio ambientale

Gli auto-soprannominati Sludge Pirates dell’Ontario, Evan Sabba e Neil Girvan, hanno trasformato le loro avventure di pesca magnetica a Toronto in un programma settimanale su Youtube.

Uno dei motivi per estrarre oggetti dal lago Ontario con potenti magneti su una corda è aiutare a pulire l’acqua dal metallo arrugginito o da materiale altrimenti pericoloso.

“Ti verrà in mente principalmente dadi e bulloni, ma a volte ottieni un orologio o un vecchio accendino o qualcosa del genere”, ha detto Sabba a Ismaila Alfa di Metro Morning. Tutto ciò che viene tirato fuori dall’acqua viene quindi destinato alla raccolta dei rifiuti o al riciclaggio, oppure se gli oggetti sono troppo grandi, lo chiamano e lo fanno rimuovere.

“Sicuramente non rimetterlo nell’acqua. Non è nostra intenzione. Una volta che lo tiriamo fuori, è fuori, sta pulendo l’acqua e lo mettiamo nella spazzatura.” Ha detto Sabba.

“Parte della cosa divertente è che non lo vedi davvero fino a quando non viene a galla.”

“La gente pensa che siamo pazzi. Molte persone pensano che in qualche modo lavoriamo anche per la città, che in qualche modo questo è un lavoro cittadino, come ci vedono, perché altrimenti dovremmo farlo?”, Ha detto Girvan.

“È impossibile non divertirsi. Potresti non ottenere qualcosa ma ti divertirai sicuramente.”

Metro Morning7:36I pirati dei fanghi pescano spazzatura e oro con una calamita

Evan Sabba e Neil Girvan si autodefiniscono PIRATI che stanno cercando il tesoro del lago Ontario pescando la spazzatura di altre persone, usando un magnete gigante 7:36

Tesoro dei pirati a Terranova

Il muschio, le rocce e le scogliere di Terranova sono ricchi di leggende sul tesoro dei pirati, dice Katie Crane, candidata al PhD del folklore, che ha parlato con il St. John’s Morning Show martedì.

La nipote di Otto Tucker, sostenitrice della storia e della cultura di Terranova, era la custode di uno scrigno di tesori di ferro scoperto in una grotta sulla montagna a Winterton chiamata Pan di Zucchero circa 100 anni fa.

Lo descrive come “una cassa di metallo quadrata che sembra che a un certo punto avesse delle placche decorate sul davanti che erano state rimosse e oltre è solo una cassa di ferro. È davvero pesante.”

La storia che Crane ha raccontato per tutta la sua vita risale a tanto tempo fa, quando due giovani fratelli trovarono una grotta sulle scogliere del monte Pan di Zucchero. “Dentro la grotta, su una sporgenza di roccia c’era questo baule, che in qualche modo hanno abbassato il lato della scogliera e poi l’hanno aperto sulla spiaggia, aspettandosi completamente di trovare un tesoro lì dentro.”

ASCOLTA | La nipote del guardiano dello scrigno del Pan di Zucchero racconta tutto:

Spettacolo mattutino di San Giovanni7:16Cassa del tesoro

La storia di un misterioso scrigno trovato in una grotta nascosta a Trinity Bay. Parliamo con Katie Crane, candidata al PhD del folklore, sul legame della sua famiglia con quella storia. 7:16

Invece di trovare un tesoro, c’erano delle carte, inutili per la coppia che non sapeva leggere. Dato che i ragazzi avevano “preso in prestito una barca senza permesso” e pensavano che sarebbero stati puniti, hanno deciso di bruciare i documenti (o gettarli via – a seconda di chi chiedi).

“I documenti mancanti sono ciò che alimenta questa leggenda e le conferisce il suo potere. Con la mancanza di documenti continua le storie e consente alle persone di interagire con la storia, dare le proprie opinioni e idee e gli conferisce longevità”, ha detto Crane.

La cassa, ora conservata nel Museo della barca di legno, è stata registrata come probabilmente risalente al XIX secolo, troppo recente per i pirati che si trovavano legittimamente nella regione nel 1600 e 1700.



#nuove #escape #room #Cacce #tesoro #nella #vita #reale #punteggiano #paese #sai #dove #guardare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *