Le Olimpiadi di Tokyo aggiungono 12 donne al consiglio esecutivo per raggiungere il 42%

Visualizzazioni: 12
0 0
Tempo per leggere:1 Minuto, 51 Secondo

Martedì, le Olimpiadi di Tokyo hanno compiuto un gesto simbolico verso l’uguaglianza di genere nominando 12 donne nel consiglio esecutivo del corpo.

Il consiglio ora avrà 19 donne tra i suoi 45 membri, ovvero il 42%.

Per accogliere le nuove donne, la dimensione del consiglio è stata aumentata da 35 a 45. Anche diverse dimissioni di martedì hanno creato più spazio.

La mossa è stata annunciata dal CEO Toshiro Muto dopo una riunione del consiglio di amministrazione. I nomi dei nuovi membri dovrebbero essere annunciati mercoledì.

Seiko Hashimoto, il nuovo presidente del comitato organizzatore, ha suggerito i cambiamenti. È subentrata il mese scorso dopo che l’ex presidente di 83 anni Yoshiro Mori è stato costretto a dimettersi dopo aver fatto commenti sprezzanti sulle donne.

In sostanza, ha detto che parlano troppo.

“Per quanto riguarda la promozione dell’uguaglianza di genere, riteniamo che sia necessario lavorare con un senso di velocità e produrre risultati concreti al fine di ripristinare la fiducia nel comitato organizzatore”, ha detto Hashimoto all’inizio della riunione del consiglio.

Rispettando la promessa

Hashimoto, ex vincitrice della medaglia di bronzo olimpica nel pattinaggio di velocità, ha promesso di aumentare la partecipazione femminile nel consiglio esecutivo del corpo. Si era attestato a circa il 20%.

Muto ha anche detto che il consiglio avrà ora una vicepresidente donna su sette.

Il Giappone si colloca al 121 ° posto su 153 nella classifica sull’uguaglianza di genere del Forum economico mondiale e le donne si trovano raramente in ruoli di leadership o in sala riunioni.

È improbabile che la mossa abbia un impatto a lungo termine. Il comitato organizzatore olimpico di Tokyo impiega circa 3.500 persone, ma verrà sciolto dopo che avranno luogo le Olimpiadi posticipate.

Potenziale per i fan

Hashimoto si incontrerà mercoledì in un “incontro a cinque” con il presidente del Comitato Olimpico Internazionale Thomas Bach, il presidente del Comitato Paralimpico Internazionale Andrew Parsons, il governatore di Tokyo Yuriko Koike e il ministro Olimpico Tamayo Marukawa.

È probabile che un argomento principale riguardi i fan che possono entrare nei luoghi olimpici e se a qualsiasi fan dall’estero sarà permesso di entrare in Giappone.

Le Olimpiadi posticipate apriranno il 23 luglio, seguite dalle Paralimpiadi il 24 agosto.

#Olimpiadi #Tokyo #aggiungono #donne #consiglio #esecutivo #raggiungere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *