Le Olimpiadi di Tokyo pronte ad annunciare il divieto ai fan dall’estero

Visualizzazioni: 6
0 0
Tempo per leggere:3 Minuto, 1 Secondo

Gli organizzatori di Tokyo e il Comitato Olimpico Internazionale sono pronti a rendere finalmente ufficiale che alla maggior parte dei fan dall’estero sarà vietato partecipare alle Olimpiadi posticipate quando apriranno tra quattro mesi.

L’annuncio dovrebbe arrivare dopo i colloqui “a cinque” di sabato con il CIO, gli organizzatori locali, il governo giapponese, il governo metropolitano di Tokyo e il Comitato paralimpico internazionale.

“Le persone aspettano con impazienza una decisione tempestiva in modo da poter passare alla fase successiva”, ha detto venerdì Seiko Hashimoto, presidente del comitato organizzatore, in una conferenza stampa. “Dobbiamo essere in grado di prendere presto la decisione”.

Nonostante alcune richieste per ritardarlo, Hashimoto ha promesso una decisione prima dell’apertura della staffetta della torcia giovedì dalla prefettura nord-orientale di Fukushima.

Hashimoto ha detto che tutte e cinque le parti dovranno concordare la decisione. Ma ha detto che due hanno più influenza di altri: il CIO e il governo nazionale giapponese.

“Alla fine, tutte le decisioni saranno prese dal CIO”, ha detto Hashimoto. “Quando si tratta di immigrazione, questa è una questione che spetta al governo nazionale al confine”.

I media giapponesi, citando fonti non identificate, hanno affermato da diverse settimane che la decisione sul divieto era già stata raggiunta. Hashimoto ha rifiutato di confermarlo.

Circa 4,5 milioni di biglietti sono stati venduti ai residenti in Giappone. Forse un altro milione è stato venduto all’estero. Prima del rinvio di un anno fa, gli organizzatori avevano detto che un totale di 7,8 milioni di biglietti sarebbero stati disponibili per i Giochi di Tokyo.

Toshiro Muto, CEO del comitato organizzatore di Tokyo, ha detto che i possessori di biglietti dall’estero riceveranno un rimborso. Tuttavia, tali decisioni saranno prese sul campo dai rivenditori di biglietti autorizzati che sono nominati dai comitati olimpici nazionali e gestiscono le vendite al di fuori della nazione ospitante.

Il budget del comitato organizzatore locale avrà sicuramente un colpo. Il suo budget prevedeva un reddito di 800 milioni di dollari USA dalla vendita dei biglietti, la terza più grande fonte di entrate. Eventuali carenze dovranno essere compensate dagli enti governativi giapponesi.

John Coates, il membro del CIO che sovrintende ai preparativi per Tokyo, ha detto all’inizio di questo mese che probabilmente ci sarebbero state esenzioni per alcuni fan dall’estero.

“Stiamo esaminando le altre implicazioni della sistemazione, esaminando le implicazioni per i comitati olimpici nazionali che hanno sponsor che potrebbero aver acquistato i biglietti. Lo stesso con le federazioni internazionali”, ha detto Coates.

C’è un diffuso scetticismo in Giappone sull’organizzazione delle Olimpiadi e in particolare sull’ammissione di fan dall’estero. Il Giappone ha attribuito circa 8.700 decessi a COVID-19 e ha gestito il virus meglio della maggior parte dei paesi.

GUARDA | Come la pandemia cambia lo sport dall’oggi al domani:

In un batter d’occhio, tutto nel mondo dello sport è cambiato, culminando nel caos che è seguito l’11 marzo 2020. 5:14

La staffetta della torcia presenterà una prova severa con 10.000 corridori che attraversano il Giappone per raggiungere la cerimonia di apertura il 23 luglio. Gli organizzatori chiedono alla folla di stare alla larga, scoraggiando il tifo e si riservano il diritto di fermare o cambiare il percorso della staffetta.

Le Olimpiadi e le Paralimpiadi coinvolgeranno 15.400 atleti provenienti da più di 200 nazioni, la maggior parte operanti all’interno di una “bolla” che collega sedi, strutture di allenamento e il Villaggio Olimpico sulla Baia di Tokyo.

Molti possono arrivare con le vaccinazioni, ma il CIO non lo richiede come condizione per competere.

Anche altre decine di migliaia arriveranno e opereranno fuori dalla bolla: funzionari, giudici, sponsor, media, VIP ed emittenti.

#Olimpiadi #Tokyo #pronte #annunciare #divieto #fan #dallestero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *