Le varianti preoccupanti causano oltre il 40% dei nuovi casi di COVID-19 in Ontario, dicono gli esperti

Visualizzazioni: 12
0 0
Tempo per leggere:4 Minuto, 20 Secondo

L’Ufficiale medico capo della salute dell’Ontario, il dottor David Williams, terrà un briefing sulla situazione del COVID-19 nella provincia alle 15:00 ET. Sarà affiancato dal Dr. Adalsteinn Brown, co-presidente del tavolo consultivo scientifico COVID-19 dell’Ontario, che presenterà la modellazione aggiornata.

Potrai guardarlo dal vivo in questa storia.


Le varianti preoccupanti sono attualmente responsabili di circa il 42% dei nuovi casi giornalieri di COVID-19 in Ontario, ha detto giovedì il tavolo consultivo scientifico della provincia.

Il gruppo, composto da esperti e professionisti della salute, ha lanciato una nuova dashboard online si è concentrato sulle varianti di preoccupazione (COV) in vista della revisione dei modelli che dovrebbe essere rilasciata nel corso di un briefing questo pomeriggio.

Mostra che le varianti continuano a diffondersi. I dati sono più o meno in linea con quanto previsto nei modelli rilasciati dalla tabella a fine febbraio.

Fondamentalmente, il valore di riproduzione – una stima di quante persone ogni caso positivo andrà a infettare – per i COV è di circa 1,24, dice la tabella. Qualsiasi valore superiore a uno suggerisce che il tasso di nuovi casi è in crescita.

Nel frattempo, per le “vecchie” varianti – quelle che erano presenti prima che circolassero gli attuali COV – il valore di riproduzione è 0,9.

Finora in Ontario, i laboratori hanno definitivamente collegato 956 casi alla variante trovata per la prima volta nel Regno Unito; 41 alla variante identificata in Sud Africa e 28 alla variante trovata in Brasile.

Ma quelle cifre sono una drastica sottostima della situazione reale. Varianti specifiche possono essere confermate solo dopo che i campioni hanno subito l’intero sequenziamento genomico, un processo intenso che può portare a riportare ritardi nei dati fino a tre settimane.

Fino a ieri, tuttavia, 6.513 campioni di test erano risultati positivi allo screening per la mutazione rivelatrice che indica la presenza di un COV. I laboratori stanno ancora cercando di individuare varianti specifiche nella stragrande maggioranza di questi campioni.

1.092 nuovi casi come Sudbury impostato per il blocco

Giovedì, l’Ontario ha riportato altri 1.092 casi di COVID-19, mentre le unità di sanità pubblica hanno somministrato un numero record di dosi di vaccino.

I 40.610 scatti distribuiti ieri sono il massimo in un solo giorno fino ad ora e arrivano come un progetto pilota per somministrare 194.500 dosi del vaccino AstraZeneca per alcuni adulti attraverso farmacie e fornitori di cure primarie inizia seriamente questa settimana.

Un totale di 281.714 persone in Ontario hanno ora ricevuto entrambi i colpi di un vaccino, secondo il ministero della salute della provincia.

I nuovi casi segnalati oggi includono 293 a Toronto, 199 nella regione di Peel, 79 nella regione di York e 48 a Thunder Bay – l’unità sanitaria con il più alto numero di casi COVID-19 attivi pro capite.

Altri 11 casi sono stati confermati anche a Sudbury. Questa mattina, l’ufficiale medico capo della salute dell’Ontario, il dottor David Williams, ha detto che la provincia implementerà il cosiddetto “freno di emergenza” sposta Sudbury nella zona grigia del quadro delle restrizioni a partire dalle 00:01 di venerdì.

In un comunicato stampa, i funzionari sanitari hanno affermato che la decisione è stata presa “a causa delle tendenze preoccupanti negli indicatori di salute pubblica e in consultazione con l’ufficiale medico sanitario locale.

“Dal 3 al 9 marzo 2021, il tasso di casi nella regione è aumentato del 54,1% a 75,9 casi per 100.000 persone”, afferma il comunicato. L’unità sanitaria è attualmente nel livello rosso di “controllo” del sistema con codice colore.

Altre unità di sanità pubblica che hanno visto aumenti a due cifre sono state:

  • Ottawa: 64
  • Simcoe Muskoka: 43
  • Windsor-Essex: 39
  • Hamilton: 38
  • Regione di Waterloo: 37
  • Regione di Durham: 36
  • Regione di Halton: 33
  • Lambton: 33
  • Middlesex-Londra: 26
  • Regione del Niagara: 26
  • Ontario orientale: 18
  • Chatham-Kent: 10

(Nota: tutte le cifre utilizzate in questa storia si trovano sul cruscotto COVID-19 del Ministero della Salute o Riepilogo epidemiologico giornaliero. Il numero di casi per ogni regione può differire da quanto riportato dall’unità sanitaria pubblica locale in un dato giorno, perché le unità locali riportano i dati in momenti diversi.)

La media di sette giorni di nuovi casi giornalieri è salita a 1.252, il suo punto più alto in circa un mese (anche se è importante notare che, a causa di un errore nei dati, il conteggio giornaliero dei casi l’8 marzo è stato artificialmente gonfiato da poche centinaia di infezioni che avrebbe dovuto essere segnalato il sabato precedente).

Nel frattempo, i laboratori hanno completato 60.619 test per SARS-CoV-2, il virus che causa COVID-19, e hanno registrato un tasso di positività del test del 2,4%.

I laboratori hanno confermato altri 35 casi della variante del virus scoperta per la prima volta nel Regno Unito, portando il numero totale finora a 956. Hanno anche segnalato 11 e altri due casi causati dalle varianti identificate per la prima volta in Brasile e Sud Africa.

Le unità di sanità pubblica hanno anche registrato la morte di altre 10 persone con la malattia, spingendo il bilancio ufficiale dell’Ontario a 7.109.

#varianti #preoccupanti #causano #oltre #dei #nuovi #casi #COVID19 #Ontario #dicono #gli #esperti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *