L’NDP di Singh potrebbe guadagnare un po ‘- e perdere molto – in un’elezione di primavera

Visualizzazioni: 28
0 0
Tempo per leggere:6 Minuto, 59 Secondo

In tutto il Canada, i partiti di opposizione hanno lottato per lasciare un segno mentre i governi continuano a rubare i riflettori mentre sono alle prese con COVID-19. I Nuovi Democratici di Jagmeet Singh non sono uno di quei partiti.

I sondaggi suggeriscono che il supporto per l’NDP è in aumento. Ma cosa c’è dietro – ed è qualcosa che potrebbe durare?

Secondo Canada Poll Tracker della CBC, un’aggregazione di tutti i dati dei sondaggi disponibili pubblicamente, i liberali detengono ancora un solido vantaggio nei sondaggi nazionali. I conservatori di Erin O’Toole continuano a ricevere un sostegno inferiore rispetto a quello ricevuto nelle elezioni federali del 2019.

Ma i Nuovi Democratici sono al 19% nel Poll Tracker, ben al di sopra della quota del 15,9% del partito nel voto popolare del 2019.

Non è successo dall’oggi al domani; l’NDP non è nel bel mezzo di un’ondata. Invece, i Nuovi Democratici hanno raccolto un punto o due al mese dall’inizio di maggio 2020, quando l’NDP ha toccato il fondo al 14,2% nel Poll Tracker.

La posizione dell’NDP nella media dei sondaggi oscilla su e giù in base a quali sondaggisti hanno pubblicato i numeri più recenti. Alcune metodologie di sondaggio sembrano dare risultati migliori per l’NDP rispetto ad altre. I sondaggi online, ad esempio, tendono a produrre numeri più elevati per l’NDP rispetto a quelli condotti tramite risposta vocale interattiva (IVR) al telefono.

Ma indipendentemente dalle loro metodologie, più sondaggisti stanno raccogliendo questa marea arancione in aumento.

Léger ha fissato l’NDP tra il 20 e il 23% di supporto in ciascuno dei suoi ultimi sette sondaggi che risalgono alla fine di novembre. La società di sondaggi online aveva l’NDP appena dal 14 al 17% in aprile e maggio.

Mainstreet Research, che esegue i sondaggi tramite IVR, ha riportato l’NDP al 15% dopo che alcuni sondaggi precedenti avevano posizionato il partito tra il 12 e il 14%.

L’Angus Reid Institute e Ipsos hanno indicato l’NDP intorno al 20% nei sondaggi nazionali; l’anno scorso registravano un supporto NDP compreso tra il 17 e il 18%.

Mentre l’aumento ammonta solo a pochi punti – e non tutti i sondaggisti vedono la stessa cosa – la linea di tendenza sembra essere generalmente positiva per Singh.

NDP in ogni parte del paese

I sondaggi suggeriscono che i Nuovi Democratici hanno migliorato la loro posizione in ogni regione del paese, con guadagni compresi tra tre e cinque punti dal loro minimo della scorsa primavera.

L’NDP ora si trova a circa il 28% di sostegno in BC, un aumento di cinque punti da maggio 2020. Il partito è anche aumentato di cinque punti a poco meno del 20% in Ontario. L’NDP è aumentato di circa quattro punti in Alberta (al 18%) e di tre punti in Quebec e Canada Atlantico (rispettivamente al 12 e al 16%).

Il fatto che l’aumento del sostegno al NDP sia stato quasi uniforme da costa a costa suggerisce che Singh e il partito federale possano prendersi un po ‘di merito per i numeri migliori. Suggerisce anche un effetto di ricaduta dalla politica provinciale.

Prendi la Columbia Britannica. È improbabile che sia una coincidenza che il sostegno ai Neo Democratici federali sia aumentato a metà ottobre, quando BC era nel bel mezzo di un’elezione provinciale. I New Democrats della BC sotto il premier John Horgan si assicurarono quel mese una solida maggioranza di governo. L’NDP federale ha visto i suoi numeri nei sondaggi passare dal 21 al 24% prima di ottobre al 25-29% in seguito.

E mentre la popolarità del governo del premier Jason Kenney è diminuita in Alberta, il sostegno per l’NDP federale è aumentato. Alcuni sondaggi a livello provinciale collocano l’NDP dell’Alberta di Rachel Notley davanti al Partito conservatore unito di Kenney. Come nel 2015, quando l’NDP federale di Tom Mulcair ha ottenuto un rimbalzo dalla vittoria sconvolta di Notley, è difficile vedere i due picchi dei sondaggi come non correlati.

Il leader dell’NDP Jagmeet Singh (a destra) con il premier della BC John Horgan nel 2019. L’NDP federale ha registrato un picco nel sostegno in BC in coincidenza con la vittoria elettorale del BC NDP provinciale. (Chad Hipolito / Canadian Press)

Tuttavia, i cambiamenti politici nei capoluoghi di provincia non possono spiegare del tutto l’ascesa dei neodemocratici federali. L’NDP non ha una presenza significativa in Quebec o in gran parte del Canada Atlantico. In Ontario, l’NDP di Andrea Horwath non è stato in grado di fare grandi progressi nei sondaggi contro il governo conservatore progressista di Doug Ford.

Liberali e conservatori sono rimasti bloccati

A livello federale, i Nuovi Democratici stanno indubbiamente beneficiando dell’incapacità sia dei liberali che dei conservatori di far muovere i propri numeri. Il sostegno nazionale ai liberali e ai conservatori è rimasto sostanzialmente invariato per più di sei mesi.

Tuttavia, c’è stato un piccolo movimento a livello regionale e l’NDP è stato in grado di portare via il sostegno in diversi punti.

I liberali hanno perso di più dal loro picco la scorsa primavera, con l’NDP il principale beneficiario in Ontario, Canada Atlantico e Prairies. I conservatori federali si sono ritirati mentre l’NDP ha raccolto consensi in Alberta. In BC, l’NDP è in rialzo mentre i liberali, i conservatori ei Verdi sono in calo. In Quebec, sono il blocco ei liberali che sono scivolati mentre i nuovi democratici (e conservatori) sono saliti.

Sia il leader conservatore Erin O’Toole, di sinistra, sia il primo ministro Justin Trudeau hanno lottato per mesi con numeri stagnanti dei sondaggi. (Sean Kilpatrick / The Canadian Press)

Con un governo di minoranza a Ottawa, Singh ha avuto un certo successo nell’usare la leva del suo partito alla Camera dei Comuni per convincere i liberali a muoversi su cose che l’NDP sostiene. Di recente, ha iniziato a presentare promesse in stile elettorale.

Ma Singh potrebbe anche ringraziare O’Toole e il primo ministro Justin Trudeau per averlo fatto sembrare buono al confronto.

Gli indici di gradimento di Trudeau sono diminuiti nelle ultime settimane ma i conservatori non hanno visto alcun urto corrispondente. Con il 29,9%, il partito è al di sotto del 30% nel Poll Tracker per la prima volta da quando O’Toole è diventato leader alla fine di agosto.

Come Trudeau, O’Toole ha visto peggiorare il numero dei suoi sondaggi personali. I canadesi hanno un’impressione più positiva di Singh, ma è così da tempo. Il indagine più recente dell’Angus Reid Institute trova che il 49% ha una visione favorevole di Singh, rispetto al 39% che ha una visione sfavorevole. È quasi esattamente dove l’Angus Reid Institute ha situato Singh nel maggio 2020.

Tutto ciò suggerisce che il costante aumento dell’NDP potrebbe avere molto a che fare con il modo in cui stanno andando le altre parti, il che solleva la questione di quanto possa durare.

Poco da guadagnare, molto da perdere per NDP

Singh ha promesso la scorsa settimana che, a causa della pandemia, non avrebbe forzato un’elezione sconfiggendo il governo liberale alla Camera dei Comuni (sebbene un portavoce in seguito ha detto a CBC News che questo impegno non si estendeva al voto di bilancio, che costringerebbe le elezioni se i liberali la perdessero).

L’esperienza di Terranova e Labrador – che potrebbe solo apprendere l’esito della sua elezione due mesi dopo che era stato originariamente previsto – ha fornito un chiaro esempio di ciò che può accadere quando un’elezione si tiene nel mezzo di una pandemia. E potrebbe esserci poco da guadagnare per l’NDP imponendo un’elezione a breve termine.

Secondo il Poll Tracker, al loro attuale livello di sostegno i Nuovi Democratici potrebbero emergere da un’elezione di primavera con circa 29 seggi, solo cinque in più di quelli che detengono ora.

Ma se si tenessero elezioni con i partiti che votano come fanno ora, i conservatori potrebbero effettivamente perdere seggi – e forse nel processo dare ai liberali un governo a maggioranza ristretta.

Per qualche seggio in più, Singh potrebbe rischiare di perdere la leva che il suo partito detiene con un governo di minoranza.

È anche possibile che i sondaggi siano poco più di un miraggio. Il L’NDP ha sottovalutato i suoi sondaggi nelle ultime elezioni federali, conquistando circa una dozzina di posti in meno del previsto.

Se Singh è incoraggiato dalla popolarità di alcuni dei suoi cugini provinciali e dalle prestazioni poco entusiasmanti dei suoi avversari federali, potrebbe essere meglio consigliato di evitare di mettere alla prova il sostegno del suo partito troppo presto.

#LNDP #Singh #potrebbe #guadagnare #perdere #molto #unelezione #primavera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *