L’Ontario consentirà di cenare all’aperto in zone di blocco grigio, modificando le restrizioni COVID-19

Visualizzazioni: 9
0 0
Tempo per leggere:1 Minuto, 20 Secondo

L’Ontario consentirà di cenare all’aperto in zone di blocco grigio, modificando alcune delle sue restrizioni COVID-19.

I ristoranti nelle zone rosse e arancioni delle linee guida codificate per colore della provincia vedranno aumentare la loro capacità di ristorazione interna al 50%, fino a un massimo di 50 o 100 persone rispettivamente.

In un comunicato stampa venerdì pomeriggio, la provincia ha detto che i cambiamenti sarebbero entrati in vigore sabato 20 marzo, alle 12:01

Solo i membri della stessa famiglia possono sedersi a un tavolo insieme sia all’interno che all’esterno, ad eccezione dei single o degli assistenti.

Toronto e la regione di Peel rimangono entrambe nella zona di blocco grigio, il livello più rigoroso del quadro COVID-19 della provincia, a causa dell’aumento dei casi e dei tassi di positività percentuali nell’ultima settimana.

Mercoledì, il miglior medico di Toronto ha detto che non avrebbe chiesto di trasferirsi nella zona rossa. Invece, la dott.ssa Eileen de Villa, responsabile medico della salute di Toronto, ha detto che avrebbe invece chiesto alla provincia di modificare leggermente le sue regole di blocco grigio per consentire alcune attività all’aperto, menzionando pranzi all’aperto, fitness e saloni di parrucchiere.

A quel tempo, de Villa disse che ci sarebbe stata una discussione collaborativa sui potenziali cambiamenti con la provincia.

I funzionari della città hanno confermato che il programma CafeTO, che ha visto un drammatico aumento del numero di bar e ristoranti all’aperto in città, non sarà attivo e funzionante fino all’inizio di maggio. Quelli con spazio patio esistente e permessi ora apriranno prima.

#LOntario #consentirà #cenare #allaperto #zone #blocco #grigio #modificando #restrizioni #COVID19

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *