L’Ontario rivela maggiori dettagli sul piano di vaccinazione COVID-19, ma la maggior parte non riceverà una prenotazione per mesi

Visualizzazioni: 13
0 0
Tempo per leggere:6 Minuto, 28 Secondo

Un portale online per la prenotazione di appuntamenti per i vaccini COVID-19 in Ontario dovrebbe essere lanciato il 15 marzo, ha detto mercoledì il capo della task force di immunizzazione della provincia, ma probabilmente passeranno mesi in più prima che molte persone siano in grado di ottenere una prenotazione.

L’annuncio del generale in pensione Rick Hillier arriva quando i membri del pubblico in generale sia in Alberta che in Quebec potranno iniziare a prenotare appuntamenti questa settimana.

Hillier ha affermato che il ritardo nel lancio della versione dell’Ontario è dovuto al fatto che fino a quel momento l’attenzione sarà concentrata sulle popolazioni che non richiedono un appuntamento, come gli operatori sanitari rivolti ai pazienti e gli operatori sanitari essenziali per i residenti dell’assistenza a lungo termine.

“Mi sarebbe piaciuto averlo prima, francamente”, ha detto Hillier ai giornalisti, aggiungendo che le autorità sanitarie stanno lavorando “furiosamente” per testare il sistema.

Quando il portale online, insieme a un sistema di prenotazione telefonica, verrà lanciato a marzo, gli abitanti dell’Ontario di età pari o superiore a 80 anni saranno la prossima priorità. Hillier ha avvertito che chiunque non rientri in quella fascia di età o che non stia cercando di effettuare una prenotazione per una persona nella fascia di età superiore agli 80 anni, non potrà prenotare un appuntamento nelle settimane successive.

I funzionari prevedono di iniziare a vaccinare le persone dagli 80 anni in su entro la terza settimana di marzo.

Il programma proposto nelle settimane successive, ha detto Hillier, sarà simile a questo fintanto che le scorte di vaccino rimarranno costanti:

  • 15 aprile: iniziano le vaccinazioni per le persone di età pari o superiore a 75 anni.
  • 1 maggio: iniziano le vaccinazioni per le persone dai 70 anni in su.
  • 1 giugno: iniziano le vaccinazioni per le persone dai 65 anni in su.
  • 1 luglio: iniziano le vaccinazioni per le persone dai 60 anni in su.

I lavoratori essenziali, nel frattempo, dovrebbero iniziare a ricevere i loro colpi la prima settimana di maggio, ha detto Hillier, con la decisione finale su chi si qualifica in quella categoria ancora da venire dal governo. La task force ha già presentato le sue raccomandazioni, ha aggiunto.

Hillier non direbbe quando quei 60 anni e meno che non sono lavoratori essenziali dovrebbero aspettarsi di iniziare a ricevere colpi.

“Una grande domanda, non abbiamo bisogno di rispondere adesso. All’inizio dell’estate potremmo essere in grado di discutere di questo problema”, ha detto Hillier.

GUARDA | Il generale in pensione Rick Hillier sulla tempistica del lancio del vaccino in Ontario:

Gli abitanti dell’Ontario di età pari o superiore a 80 anni potranno ricevere le vaccinazioni COVID-19 nella terza settimana di marzo, ha detto il generale in pensione Rick Hillier, capo della task force sui vaccini dell’Ontario, mentre delineava una serie di date per il lancio del vaccino. 1:07

Inoltre, non ha fornito nemmeno una tempistica approssimativa per quando le persone sotto i 60 anni con condizioni mediche sottostanti o coloro che vivono in quartieri ad alto rischio potrebbero aspettarsi di ricevere una prima dose di vaccino.

Hillier ha detto, tuttavia, che dove gli abitanti dell’Ontario possono aspettarsi di ottenere una ripresa sarà basato sul loro codice postale. Verranno forniti attraverso una combinazione di cliniche di vaccinazione di massa e farmacie di programmi di centri comunitari.

Alla domanda sul motivo per cui la piattaforma dell’Ontario non è stata lanciata prima, considerando che i residenti di Alberta e Quebec prenoteranno i vaccini a breve, Ford ha dichiarato in una conferenza stampa mercoledì di essere rispettosamente in disaccordo sul fatto che la provincia sia in ritardo.

Ford ha indicato che il sistema di Alberta si è schiantato mercoledì nel suo primo giorno di operazioni e ha detto che il Quebec non ha somministrato finora una singola seconda dose del vaccino.

In una serie di tweet, il dottor Isaach Bogoch, medico specializzato in malattie infettive e membro della task force, ha affermato che i fornitori di cure primarie aiuteranno i siti di vaccinazione del personale e alla fine saranno in grado di offrire iniezioni presso le proprie cliniche una volta approvati ulteriori vaccini. utilizzo da parte di Health Canada.

Diverse opzioni all’orizzonte sono più stabili dei vaccini Pfizer e Moderna attualmente disponibili, ha detto Bogoch. L’approvazione di ulteriori vaccini potrebbe “accelerare in modo significativo” i tempi approssimativi offerti da Hillier.

Il premier dell’Ontario Doug Ford osserva un operatore sanitario preparare una dose del vaccino Pfizer-BioNTech COVID-19 presso una clinica per vaccini UHN a Toronto giovedì 7 gennaio 2021. (Nathan Denette / The Canadian Press)

Alla fine, ogni unità di sanità pubblica dovrebbe erogare fino a 10.000 dosi al giorno, anche se alcune unità sanitarie più grandi dovrebbero fare molto di più, ha detto Bogoch. Ad esempio, la Toronto Public Health prevede di avere una capacità fino a 400.000 iniezioni a settimana, con la maggior parte somministrata in nove siti di vaccinazione di massa, ha aggiunto.

A partire dal 14 febbraio, tutti i residenti di case di cura a lungo termine e case di riposo ad alto rischio – generalmente definiti come quelli che forniscono cure per la memoria – che volevano un vaccino avevano ricevuto il loro primo colpo.

Finora la provincia ha somministrato un totale di 602.848 dosi di vaccino COVID-19 e 251.590 persone hanno ricevuto entrambe le dosi.

Mercoledì, in una conferenza stampa, Ford ha anche annunciato che l’Ontario spenderà 115 milioni di dollari per fornire formazione gratuita a 6.000 potenziali operatori di supporto personale. I programmi, che dovrebbero essere operativi ad aprile, consisteranno in tirocini retribuiti con studenti che completeranno in sei mesi, anziché otto.

Il governo fornirà inoltre circa $ 2.000 in assistenza finanziaria a circa 2.200 studenti che già completano gli studi nei campi PSW.

Alla domanda se la provincia si trasferirà a istituire giorni di malattia retribuiti per i PSW, la dottoressa Merrilee Fullerton, ministro dell’assistenza a lungo termine dell’Ontario, non ha risposto direttamente.

1.054 nuovi casi di COVID-19

La notizia arriva quando l’Ontario ha segnalato altri 1.054 casi di COVID-19 e altri nove decessi di persone con la malattia mercoledì mattina.

I casi aggiuntivi includono 363 a Toronto, 186 nella regione di Peel e 94 nella regione di York.

Altre unità di sanità pubblica che hanno visto aumenti a due cifre sono state:

  • Simcoe Muskoka: 53
  • Windsor-Essex: 50
  • Thunder Bay: 45
  • Regione di Waterloo: 44
  • Ottawa: 40
  • Hamilton: 38
  • Regione di Durham: 35
  • Regione di Halton: 26
  • Regione del Niagara: 13
  • Middlesex-Londra: 10

(Nota: tutte le cifre utilizzate in questa storia si trovano sul cruscotto COVID-19 del Ministero della Salute o nel suo Riepilogo epidemiologico giornaliero. Il numero di casi per ogni regione può differire da quanto segnalato dall’unità sanitaria pubblica locale, perché le unità locali riportano i dati in momenti diversi.)

Anche il Ministero dell’Istruzione ha segnalato 112 casi legati alla scuola: 89 studenti, 18 membri del personale e cinque persone che non sono state identificate. Fino a ieri, 16 delle 4.828 scuole finanziate con fondi pubblici dell’Ontario sono state chiuse a causa del COVID-19.

La rete di laboratori dell’Ontario ha completato 54.852 test per SARS-CoV-2, il virus che causa COVID-19, e ha registrato un tasso di positività del test del 2,4%.

La media di sette giorni di nuovi casi giornalieri è salita a 1.084. Un forte calo della media di sette giorni iniziato il 12 gennaio si è stabilizzato.

Secondo il Ministero della Salute, fino a ieri c’erano 675 persone negli ospedali dell’Ontario con COVID-19. Di questi, 287 erano in terapia intensiva e 182 necessitavano di un ventilatore.

I nove decessi segnalati oggi portano il bilancio ufficiale dell’Ontario a 6.893.

#LOntario #rivela #maggiori #dettagli #sul #piano #vaccinazione #COVID19 #maggior #parte #riceverà #una #prenotazione #mesi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *