L’Ontario segnala 1.553 nuovi casi di COVID-19 prima dell’aggiornamento del vaccino

Visualizzazioni: 6
0 0
Tempo per leggere:4 Minuto, 18 Secondo

L’Ontario ha segnalato altri 1.553 casi di COVID-19 giovedì, in vista di un aggiornamento atteso dal premier Doug Ford sulla campagna di vaccinazione in corso nella provincia.

I nuovi casi includono 404 a Toronto, 294 nella regione di Peel e 176 nella regione di York. Ottawa, che ha registrato altri 82 casi, venerdì entrerà nel livello rosso “di controllo” del quadro delle restrizioni dell’Ontario.

Le infezioni arrivano quando i laboratori hanno completato 58.560 test per SARS-CoV-2, il virus che causa COVID-19, e hanno registrato un tasso di positività del 3,1%.

La media di sette giorni di casi giornalieri è salita a 1.427, il punto più alto dal 7 febbraio.

Altre unità di sanità pubblica che hanno registrato aumenti a due cifre dei casi sono state:

  • Regione di Durham: 85
  • Hamilton: 80
  • Lambton: 48
  • Regione di Waterloo: 43
  • Regione di Halton: 38
  • Ontario orientale: 33
  • Windsor-Essex: 33
  • Thunder Bay: 30
  • Regione del Niagara: 28
  • Middlesex-Londra: 24
  • Sudbury: 24
  • Wellington-Dufferin-Guelph: 18
  • Chatham-Kent: 15
  • Simcoe Muskoka: 15
  • Kingston, Frontenac e Lennox & Addington: 12
  • Distretto di Leeds, Grenville e Lanark: 12
  • Contea di Brant: 11
  • Nordovest: 11

(Nota: tutte le cifre utilizzate in questa storia si trovano sul cruscotto COVID-19 del Ministero della Salute o nel suo Riepilogo epidemiologico giornaliero. Il numero di casi per ogni regione può differire da quanto segnalato dall’unità sanitaria pubblica locale in un dato giorno, perché le unità locali riportano i dati in momenti diversi.)

Secondo Critical Care Services Ontario (CCSO), un’agenzia governativa che redige un rapporto giornaliero per ospedali e organizzazioni sanitarie, fino a ieri c’erano 361 persone con COVID-19 negli ospedali della provincia. Ventisette di quei pazienti erano stati ricoverati nelle 24 ore precedenti.

Nel frattempo, Ford terrà una conferenza stampa che inizierà alle 13:00 ET a Hamilton. Potrai guardarlo dal vivo in questa storia.

Le domande chiave sui prossimi passi nell’introduzione del vaccino nella provincia saranno in prima linea.

Mercoledì, le unità di sanità pubblica hanno somministrato 58.119 dosi di vaccini, poco prima del record raggiunto il giorno prima.

Ford, così come i membri della task force sui vaccini COVID-19 dell’Ontario, hanno affermato che la capacità complessiva di sparare alle armi potrebbe essere quadruplicata in breve tempo, una volta che una fornitura consistente di vaccini fluisce dal governo federale.

Si prevede che circa due milioni di dosi totali siano arrivate in Ontario entro la fine del mese. La fase 2 del piano di lancio del governo, che distribuirà i vaccini in base all’età e al livello di rischio relativo, dovrebbe iniziare ad aprile.

Questa settimana ha visto diversi sviluppi significativi.

Il portale online della provincia e il call center per la prenotazione degli appuntamenti per i vaccini sono stati attivati ​​lunedì, anche se per ora i posti sono limitati agli adulti di età pari o superiore a 80 anni. Due lavoratori temporanei assunti per aiutare il personale del call center hanno detto a CBC News di aver ricevuto poca formazione, con uno che si riferisce al lancio come un “caos”.

Mercoledì, poi, sono state aperte tre cliniche di vaccinazione di massa a Toronto. Altri tre dovrebbero aprire entro la fine di marzo.

Il ministero della Salute afferma che, a partire dalla scorsa notte, il 47,4% degli abitanti dell’Ontario di età pari o superiore a 80 anni ha ricevuto almeno una dose di un vaccino.

Ma ci sono ancora molte domande senza risposta sull’implementazione in corso. Tra loro ci sono:

L’Ontario somministrerà il vaccino AstraZeneca a persone di età pari o superiore a 65 anni?

Il Comitato consultivo nazionale sulle vaccinazioni (NACI) ha recentemente rivisto le sue raccomandazioni per il vaccino AstraZeneca, ritenendolo sicuro per l’uso negli adulti di età pari o superiore a 65 anni. L’Ontario aveva inizialmente pianificato di utilizzare il vaccino prima per le persone di età compresa tra 60 e 64 anni, poi alla fine nei gruppi di età più giovane. Alla domanda all’inizio di questa settimana, Ford non ha potuto dire come la nuova guida potrebbe cambiare il piano dell’Ontario.

La fornitura di vaccini sarà limitata nelle unità sanitarie che anticipano il programma ufficiale?

Alcune unità di sanità pubblica si stanno muovendo più velocemente di altre quando si tratta di vaccinazioni. La Regione di York, ad esempio, ha già deciso di aprire appuntamenti a residenti di età pari o superiore a 75 anni, nonché a operatori sanitari ad alta priorità. Funzionari sanitari locali hanno affermato che la mossa è stata provocata da un rallentamento degli appuntamenti per i residenti di età pari o superiore a 80 anni.

Dosi che altrimenti sarebbero andate a York verranno dirottate ad altre unità di sanità pubblica che stanno ancora lavorando attraverso i gruppi con la massima priorità e i loro residenti più anziani? La provincia non lo ha ancora detto.

Chi, se qualcuno, sostituirà Rick Hillier come presidente della task force sui vaccini?

Il generale in pensione Rick Hillier ha confermato questa settimana che non avrebbe continuato come presidente della task force sui vaccini dell’Ontario dopo la scadenza del mandato del suo Ordine in Consiglio alla fine di marzo.

#LOntario #segnala #nuovi #casi #COVID19 #prima #dellaggiornamento #del #vaccino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *